Energia solare: apre in Turchia la Kalyon Solar Technologies Factory, prima fabbrica integrata

CONDIVIDI

lunedì 24 agosto 2020

Kalyon Solar Technologies ha inaugurato ad Ankara, Turchia, la prima fabbrica al mondo integrata per la produzione di pannelli solari.

Presenti alla cerimonia di inaugurazione il presidente Recep Tayyip Erdogan e il vicepresidente Fuat Oktay, il Ministro del Tesoro e delle finanze Berat Albayrak, il Ministro dell'Energia e delle risorse naturali Fatih Dönmez, il Ministro dell'interno Süleyman Soylu, il Ministro degli Affari Esteri Mevlüt Çavuşoğlu, il Ministro della Difesa Nazionale Hulusi Akar, il Ministro dell'Ambiente e dell'Urbanistica Murat Kurum, il Ministro del Trasporti e delle infrastrutture Adil Karaismailoğlu, il Ministro dell'Industria e Tecnologia Mustafa Varank, Famiglia, lavoro e servizi sociali Zehra Zümrüt Selçuk, il Ministro della Cultura e del Turismo Mehmet Nuri Ersoy, il Ministro dell'Agricoltura e delle Foreste Bekir Pakdemirli oltre ad altre personalità del mondo della politica e dell'impresa.

La Kalyon Solar Technologies Factory è uno dei maggiori investimenti della Turchia per la produzione di energia domestica pulita. Durante la cerimonia ospitata dal presidente della Kalyon Holding, Cemal Kalyoncu, è stato installato il primo dei 3,5 milioni di pannelli previsti nel sito.

“I combustibili fossili stanno inquinando il nostro pianeta. La via d'uscita è l'energia pulita! Tutti noi dobbiamo fare del cambiamento climatico il punto principale della nostra agenda. Per questo motivo dobbiamo puntare verso risorse energetiche pulite – commenta il presidente della Kalyon Holding, Cemal Kalyoncu -.  In linea con questo obiettivo, abbiamo dato vita alla nostra fabbrica di Kalyon Solar Technologies come investimento per rafforzare e accelerare la presenza della Turchia nel campo dell'energia pulita”.

Centro di produzione solare

Fondata con un investimento di $ 400 milioni, la fabbrica si estende su una superficie di 100mila metri quadrati e impiega 1400 persone nella produzione completa dei pannelli solari, riunendo l’intero processo produttivo dalla A alla Z. Ha una capacità di produzione annuale di 500 MW che salirà poi in futuro a 1 GW.  La fabbrica fungerà anche da centro per lo sviluppo di nuove tecnologie per l'energia solare grazie alla presenza di 100 scienziati che collaboreranno con varie università e centri di ricerca internazionali.

Durante la produzione dei pannelli solari, la Kalyon Solar Technologies Factory effettuerà anche la produzione di lingotti diventando la prima e unica fabbrica a farlo in tutta Europa e Medio Oriente.

La produzione di lingotti, una delle quattro fasi della produzione di pannelli solari, richiede tecnologie e know-how specialistici. Il polisilicio sotto forma di materia prima viene fuso a circa 1450 ° C, assumendo la forma di un lingotto di silicio monocristallino. I lingotti prodotti vengono affettati allo spessore di 180 micrometri con l'ausilio di seghe a filo ricoperte di diamante che lavorano alla velocità di 15 metri al secondo. Dopo essere stato sottoposto a più di 30 semiconduttori chimici e fisici processi produttivi, le fette diventano celle solari fotovoltaiche.

Centrale solare

I pannelli prodotti saranno destinati alla centrale solare di Karapınar, Konya, che con una capacità di 1000 megawatt è una delle più grandi al mondo. La centrale si estende su un’area pari a 2.600 campi da calcio in cui verranno installati 3,5 milioni di pannelli solari, per un investimento complessivo di 1 miliardo di dollari.

Questa centrale elettrica soddisferà singolarmente il fabbisogno energetico annuale di 2 milioni di persone. Produrrà energia pulita, senza emissioni e aumenterà del 20 per cento la quota di energia solare prodotta dalla Turchia. Inoltre permetterà un risparmio annuo di 1,5 milioni di tonnellate di combustibili fossili e di emissioni di anidride carbonica, oltre al risparmio di $ 400 milioni di importazioni.

Tag: energie rinnovabili, Turchia

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

Italia-Turchia: l’incontro di Draghi con Erdogan ed il rilancio dei rapporti bilaterali tra i due paesi

Il Presidente del Consiglio, Mario Draghi, ha raggiunto  Ankara  ieri in occasione del terzo vertice intergovernativo tra Italia e Turchia ed ha incontrato il Presidente della Repubblica di...

La moneta elettronica PARAM riceve investimenti per 200 milioni di dollari

PARAM, il primo istituto di moneta elettronica turca ha ricevuto uno degli investimenti più importanti nel settore  delle tecnologie finanziarie, con una valutazione di oltre 200 milioni...

“Fare impresa in Turchia”: le opportunità di investimento raccontate nella seconda puntata del podcast

Meccanica, meccatronica, medicale e farmaceutico come settori di punta del mercato turco sui quali investire: sono questi gli argomenti trattati nella seconda puntata del podcast “Fare impresa...

La Turchia è il quinto paese in Europa per numero di progetti IDE

Secondo i dati dell’ EY Attractiveness  Survey Europe, il numero di progetti di IDE in Turchia è aumentato notevolmente nel 2021, circa il 27%, grazie al  reshoring e al...

Forte domanda di voli nazionali ed internazionali: la Turkish Airlines  mira ad una crescita a due cifre

Il Presidente del Consiglio di Amministrazione  della compagnia di volo Turkish Airlines (THY) ha annunciato l’obiettivo di  raggiungere tassi di crescita a due cifre durante il corso...

La Turchia punta sulla produzione agricola nei paesi stranieri per affrontare la sfida della sicurezza alimentare  

La Turchia prevede di affittare terreni agricoli nei paesi stranieri, in particolare in diverse contee dell'Africa e dell' America Latina,  per aumentare la produzione agricola ed arginare...

Turchia: la produzione automobilistica aumenta del 26%

Secondo i dati dell' Associazione dei Produttori Automobilistici (OSD), in Turchia sono stati quasi 104mila i veicoli prodotti dalle case automobilistiche locali a maggio, segnando così un...

Turchia: crescita economica  del 7,3% nel primo trimestre del 2022

In linea con le aspettative degli economisti e rispetto all’anno precedente, l'economia della Turchia è cresciuta del 7,3%  nel primo trimestre del 2022, confermando il paese come...