Tutto pronto per la missione lunare Artemis: il modulo di servizio Airbus alimenterà la navicella Orion

CONDIVIDI

martedì 23 agosto 2022

Tutto pronto al Kennedy Space Center in Florida (Usa) per il lancio della navicella spaziale Orion della NASA che tra pochi giorni aprirà un nuovo capitolo dei viaggi sulla Luna.
Il Modulo di Servizio Europeo (ESM) costruito da Airbus alimenterà Orion da e verso l'orbita lunare nell'ambito della missione Artemis della NASA. Airbus ha sviluppato l'ESM in qualità di capocommessa per l'Agenzia Spaziale Europea (ESA) e sta progettando e producendo cinque ulteriori ESM.

L'ESM è un elemento chiave di Orion, il veicolo spaziale di nuova generazione che porterà gli astronauti oltre l'orbita terrestre bassa per la prima volta dalla fine del programma Apollo, negli anni Settanta. Il modulo fornisce propulsione, energia e regolazione termica e rifornirà gli astronauti di acqua e ossigeno nelle missioni future. L’ESM è installato sotto il modulo dell'equipaggio. Insieme, i due costituiscono la navicella spaziale Orion.

"Il lancio della navicella spaziale Orion della NASA con il Modulo di Servizio Europeo ha un significato storico a 50 anni dall'ultima missione lunare di un astronauta e rappresenta un altro passo importante verso il ritorno degli astronauti sulla Luna – ha dichiarato Jean-Marc Nasr, Head of Space Systems di Airbus –. Il programma sta andando avanti e siamo pronti a tornare sulla superficie lunare nel 2025 insieme ai nostri clienti ESA e NASA e al nostro partner industriale Lockheed Martin Space".

Il lancio della prima navicella spaziale Orion con il nuovo razzo "Space-Launch System" della NASA avverrà senza equipaggio e porterà Orion a più di 70.000 chilometri oltre la Luna per dimostrarne le capacità.

Artemis II, previsto per il 2024 circa e alimentato dall'ESM-2, porterà quattro astronauti nello spazio e li riporterà in sicurezza sulla Terra. Poi, un anno dopo, l'ESM-3 garantirà che un'altra capsula Orion porti in sicurezza la prima donna sulla Luna. Le tecnologie sviluppate e l'esperienza maturata durante le missioni Artemis saranno fondamentali per eventuali future missioni a lungo termine su Marte, ad esempio.

Un cilindro di quattro metri composto da oltre 20.000 parti

L'ESM è composto da oltre 20.000 parti e componenti, dall'equipaggiamento elettrico ai propulsori, agli array solari, ai serbatoi di propellente, ai materiali di supporto vitale e a diversi chilometri di cavi e tubi.

L'ESM è un cilindro alto e largo circa quattro metri. È simile all'European Automated Transfer Vehicle (ATV 2008 - 2015), anch'esso costruito da Airbus, e presenta il caratteristico campo solare a quattro pale (19 metri di diametro quando è dispiegato), che genera energia sufficiente per due famiglie. Le 8,6 tonnellate di propellente del modulo di servizio alimentano il motore principale, otto motori ausiliari e 24 propulsori più piccoli garantiscono la navigazione e il controllo dell'assetto.

Al momento del lancio l'ESM pesa complessivamente poco più di 13 tonnellate. Oltre a fungere da sistema di propulsione principale per la navicella spaziale Orion, l'ESM consentirà le manovre orbitali e il controllo dell'assetto. Fornirà all'equipaggio elementi chiave per il supporto vitale, come acqua e ossigeno, e regolerà il controllo termico quando sarà agganciato al modulo dell'equipaggio. Inoltre, il modulo di servizio non pressurizzato può essere utilizzato per trasportare ulteriori carichi utili.

Per il primo atterraggio sulla Luna la navicella spaziale Orion si aggancerà al Lunar Gateway internazionale, una piattaforma orbitante lunare che consentirà un'esplorazione spaziale prolungata ed espanderà la presenza dell'umanità nello spazio.

Tag: airbus

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

Wizz Air: obiettivo flotta di 500 aeromobili entro il 2030

Wizz Air ha presentato ad Airbus la notifica per l'esercizio dei diritti di acquisto di 75 aeromobili A321neo. Con i 75 aeromobili A321neo aggiuntivi – la maggior parte dei quali dovrebbe...

Airbus Helicopters annuncia i primi membri della Task Force H175M

Babcock International, Martin-Baker, Pratt & Whitney Canada (P&WC) e Spirit AeroSystems sono i primi membri della Task Force H175M, il team industriale con sede nel Regno Unito creato da...

Logistica sostenibile: Airbus sceglie Gefco per la gestione degli imballaggi riutilizzabili

Gefco, operatore logistico globale per la supply chain multimodale, ha siglato un accordo con Airbus, per sostenere la sua transizione verso una catena di approvvigionamento più pulita e...

Renault Trucks: 6 veicoli biodiesel per Airbus

Renault Trucks e il gruppo Rave hanno consegnato ad Airbus le chiavi di 6 nuovi veicoli Euro 6 alimentati a biodiesel, un carburante ricavato da energia rinnovabile, estratto da oli vegetali e grassi...

Boeing, Airbus e Embraer insieme per lo sviluppo di biocarburanti

Boeing, Airbus ed Embraer hanno siglato un memorandum di intesa per la collaborazione allo sviluppo di biocarburanti sostenibili. I tre leader mondiali dell’industria dell’aviazione intendono...

Airbus Military: a Siviglia l’assemblaggio del secondo A400M di serie

A Siviglia, in Spagna, è iniziato l’assemblaggio finale del secondo A400M di serie, l’aereo da trasporto tattico di Airbus Military. L'integrazione delle ali e della parte alare centrale...

I grandi dell’aviazione europea si ribellano al sistema di scambio di quote di emissione

Con una lettera congiunta Airbus, Air Berlin, Air France, British Airways, Iberia, Lufthansa, MTU Aero Engines, Safran e Virgin Atlantic hanno chiesto al primo ministro inglese David Cameron, a...

Eads chiude il 2011 con risultati migliori del previsto

Risultati migliori del previsto per Eads nel 2011. Nonostante la debolezza economica il gruppo ha continuato a crescere e ad aumentare le performance finanziarie, grazie soprattutto al forte momento...