Sezione: Norme

La Commissione Trasporti approva norme più efficaci per la guida di camion e autobus

CONDIVIDI

mercoledì 12 aprile 2017

La Commissione Trasporti al Senato ha approvato norme più efficaci relative alla conduzione di camion e autobus attraverso il parere favorevole a un importante atto comunitario, che riguarda insieme la formazione e il riconoscimento delle qualificazioni e dei titoli abilitanti alla guida nello spazio dell’Unione Europea  per particolari categorie di veicoli: i mezzi dedicati al trasporto delle merci e al trasporto collettivo delle persone.

Si tratta di una nuova direttiva UE finalizzata a integrare, precisare e rafforzare le misure comunitarie già vigenti su questo tema, che hanno dato buoni risultati in questi anni, mostrando tuttavia alcune lacune che il nuovo atto si propone di correggere, ovvero specificando meglio in quali casi possano essere applicate le deroghe al possesso delle patenti necessarie per la guida di determinate tipologie si mezzi; indicando con maggior puntualità quali debbano essere i contenuti della formazione e l’aggiornamento dei conducenti; prevedendo le modalità per certificare con maggior efficacia in tutti i Paesi dell’Unione le qualificazioni conformi acquisite nei diversi Stati membri.

Trattandosi di un provvedimento che si trova nella cosiddetta fase ascendente, sono state approvate dalla Commissione alcune osservazioni delle quali è auspicabile si tenga conto prima della redazione del testo definitivo. Esse riguardano: la necessità di rafforzare la collaborazione tra le forze di polizia dei diversi Stati membri al fine di prevenire e accertare le infrazioni, nonché il rafforzamento dell’integrazione tra le banche dati; l’impegno dell’Italia ad avanzare sul terreno della digitalizzazione, superando il gap in termini di digital divide che la pone in coda agli altri Paesi UE; la graduale introduzione dell’obbligo di moduli specifici di formazione alla “guida sicura”, per i conducenti professionali addetti al trasporto di merci o al trasporto collettivo di persone; l’istituzione di un vero e proprio “libretto europeo della formazione”, anche su supporto informatico, che renda tracciabile e verificabile il percorso formativo effettivamente svolto da ciascun conducente.

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

Ue, presentata la strategia per la mobilità sostenibile e intelligente alla commissione TRAN

Il Commissario europeo ai Trasporti, Adina Valean, ha presentato la strategia per la mobilità sostenibile e intelligente alla commissione TRAN del Parlamento europeo. Confartigianato Trasporti...

Patenti: ecco le nuove procedure per il permesso di guida provvisorio

La Direzione Generale per la Motorizzazione ha modificato, con una circolare del 22 gennaio, le modalità di inserimento, modifica e stampa del permesso di guida provvisorio rilasciato dalle...

Ue: Italia terzo Paese per dimensioni della flotta di tir dopo Polonia e Germania

Dati Acea (Associazione europea dei costruttori di automobili) hanno rivelato che l'Italia è la terza nazione Ue per dimensioni della flotta di tir. Con quasi 1,2 milioni di camion, la...

Scania mette alla prova il suo veicolo elettrico con un crash test

L’importanza dei crash test per la valutazione della sicurezza di un veicolo è innegabile. E si tratta di un veicolo a batterie, che deve quindi tener conto delle specifiche di questa...

Brexit: conseguenze e nuove prospettive per l'autotrasporto

Con l'arrivo del 2021 finisce il periodo di transizione fra Unione europea e Regno Unito e comincia una nuova fase di rapporti commerciali in Europa. Una situazione che ha ripercussioni sulle...

Trasporto pubblico locale: ecco gli interventi richiesti dalle associazioni Anav, Agens e Asstra

Un documento comune contenente gli interventi prioritari per il trasporto pubblico locale è stato presentato oggi da ANAV, AGENS e ASSTRA (le associazioni che rappresentano l’intero...

Msc Crociere riprende a navigare il 24 gennaio

La prima partenza di MSC Grandiosa dopo la sospensione delle festività natalizie e di fine anno è stata riprogrammata per domenica 24 gennaio da Genova. Il prolungamento delle misure...

Brexit, gli autotrasportatori inglesi non sono pronti

Le conseguenze della Brexit che scatteranno dal 1° gennaio, quando il Regno Unito non sarà più formalmente un Paese UE,  creeranno non poche difficoltà al comparto...