Porto di Livorno: un incontro per definire il futuro dello scalo

CONDIVIDI

lunedì 21 luglio 2014

In quale direzione si sta muovendo il Presidente dell’Authority livornese, Giuliano Gallanti? quali sono i traguardi da raggiungere? Per dare risposta a questi interrogativi riguardanti il porto di Livorno e confrontarsi sulle ricette da mettere in pratica, il segretario generale dell’Autorità Portuale, Massimo Provinciali, ha ricevuto a Palazzo Rosciano, nel capoluogo toscano, il sindaco Filippo Nogarin e gli assessori comunali all’urbanistica e all’ambiente Alessandro Aurigi e Giovanni Gordiani.
Al centro dell’incontro le principali questioni relative allo scalo labronico, a cominciare dalle previsioni contenute nel Piano Operativo Triennale e nel Piano Regolatore Portuale (Prp).
“Il Prp è il sistema di propulsione della nostra nave ed è necessario che questa vela sia pienamente spiegata al vento per raccogliere nuove opportunità di crescita. Ho trovato in Nogarin, Aurigi e Gordiani tre interlocutori attenti e sensibili alle esigenze del nostro porto, con grande disponibilità e approfondite conoscenze. Non sarà l’ultimo incontro. Il confronto con le istituzioni sarà costante e proficuo per entrambe le parti. Sono convinto che avremo dal Comune tutto il supporto necessario perché la variante al piano strutturale, complementare rispetto al Piano Regolatore del Porto, sia approvata quanto prima”, ha detto Provinciali.
Il sindaco Nogarin è intervenuto sul Piano regolatore: “sono contento di aver avuto con l’Autorità portuale uno scambio di opinioni sulle principali tematiche portuali. Oggi abbiamo tracciato una analisi preliminare ma esaustiva sulle criticità e i pregi dello scalo labronico, il nostro obiettivo è collaborare per definire una strategia comune da percorrere nell’interesse dei cittadini livornesi”.  Il primo cittadino si è espresso anche sul settore crocieristico: “Occorre sviluppare una riflessione a tutto campo che, all’interno di un contesto d’insieme riguardante tutta la Toscana, ci consenta di valutare attentamente quali siano le ricadute effettive del turismo crocieristico per la città e quale il suo peso rispetto a tutto il contesto portuale. State attenti - ha proseguito - i trecento mila turisti che ogni anno lasciano a Livorno 50 euro possono portare, nell’immediato, un beneficio alla città, ma nel lungo periodo bisogna considerare anche quali siano le conseguenze e i costi del turismo di massa, anche in termini di smaltimento dei rifiuti. Se non sviluppiamo una politica d’accoglienza che sappia valorizzare, non soltanto gli outlet commerciali, ma anche le nostre ricchezze architettoniche, rischiamo di ereditare dal crocierismo soltanto una serie infinita di extra costi”.

 

 

Tag: porto di livorno

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

Pnrr e fondo complementare: 143 milioni per i porti toscani

Saranno più di 140 i milioni per i porti toscani. È quanto è stato deciso a seguito della Conferenza Stato-Regioni che si è occupata della ripartizione del fondo...

Le soluzioni di Federagenti per i porti di Livorno e Piombino

Un forte legame tra ogni città e il suo porto aiuta a garantire lo sviluppo e la crescita di entrambi: è quanto asserito a più riprese dal Presidente di Federagenti, Alessandro...

Porti toscani: primi segnali di ripresa a Livorno; ancora in difficoltà Piombino

Il porto di Livorno mostra segni di ripresa dopo gli effetti della pandemia sui traffici commerciali nel 2020: nel primo trimestre 2021, secondo i dati dell'Autorità di sistema dell'Alto...

Porto di Livorno: Mercitalia Shunting & Terminal gestirà lo spostamento merci per 5 anni

Gli spostamenti merci nel porto di Livorno e i movimenti dai binari di corsa ai binari di presa in consegna degli impianti di Livorno Calambrone e Livorno Darsena saranno gestiti dal Gruppo FS...

Porto di Livorno: nel primo trimestre 2021 sdoganate in mare 24 mila tonnellate di merci

La procedura di 'sdoganamento in mare' al porto di Livorno si sta consolidando. Gli elementi del suo successo, ha spiegato una nota dell'Adm - sono la tempestività e la fruibilità...

Livorno: un nuovo piano di formazione professionale per l'AdSP

L'Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Settentrionale è una delle prime Adsp a dotarsi di un piano operativo di intervento per il lavoro portuale, finalizzato alla formazione...

Toscana: covid-19, tamponi gratuiti per chi transita nei porti e nelle stazioni

I viaggiatori in arrivo e in partenza dalla Toscana, residenti o meno nella regione, potranno effettuare test tamponi molecolari, gratuiti e su base volontaria. Lo dispone un'ordinanza del presidente...

Il progetto 5G port of the future del Porto di Livorno premiato per la sostenibilità

Un riconoscimento assegnato per i risultati raggiunti in termini di sostenibilità, di aumento di efficienza e di riduzione dell'impatto ambientale delle operazioni di logistica all'interno del...