Sicurezza marittima, Confitarma: parti civili e militari devono cooperare in sinergia

CONDIVIDI

mercoledì 22 settembre 2021

"Garantire la libertà dei mari e la libera circolazione del traffico marittimo, soprattutto a tutela degli equipaggi delle nostre navi, è possibile solo se tutte le parti interessate, civili e militari, cooperano in stretta sinergia condividendo le informazioni".
Lo ha detto Cesare d'Amico, presidente del Gruppo di Lavoro 'cyber/maritime security', che in rappresentanza di Confitarma, ha partecipato, accompagnato dal direttore generale Luca Sisto, alla riunione del Tavolo Tecnico Stato Maggiore Marina - Confitarma.
L’incontro si inquadra nell’ambito di una collaborazione avviata nel 2005 e che vede il coinvolgimento anche del Comando in Capo della Squadra Navale e del Comando Generale del Corpo CC.PP. – Guardia costiera.

"È necessario aumentare il livello di consapevolezza in materia di sicurezza marittima - ha aggiunto d'Amico - specie nell'attuale scenario contraddistinto da crescenti fattori di rischio per la sicurezza collettiva del Paese sul piano geopolitico, economico-finanziario, ambientale, tecnologico e, non ultimo, sanitario, che rende sempre più indispensabile un approccio nazionale sistemico alle sfide che caratterizzano il dominio marittimo".

Le nuove minacce alla navigazione da parte della pirateria informatica

“Ed è proprio questo lo spirito con cui Confitarma partecipa da oltre quindici anni al Tavolo Tecnico, confermando la volontà di dare continuità e sviluppare ulteriormente la proficua sinergia che da sempre contraddistingue le relazioni tra armamento italiano, Marina Militare e Capitanerie di Porto e che si è ancor più rafforzata a partire dal 2005 quando gli attacchi dei pirati nell’Oceano Indiano imposero nuove regole di comportamento e attività di difesa. Oggi, con la pirateria informatica, le minacce alla sicurezza della navigazione sono ancor più pericolose”, ha aggiunto

Luca Sisto, nel sottolineare come la recente istituzione del Gruppo di Lavoro “cyber/maritime security” confermi l’attenzione che Confitarma riserva alle tematiche della “sicurezza marittima”, ha posto l’attenzione sulla necessità che le interlocuzioni con le Amministrazioni competenti proseguano attivamente, anche al fine di risolvere alcune criticità applicative relative alle norme sull’impiego di PCASP a bordo delle navi di bandiera italiana in funzione antipirateria che, allo stato attuale, rappresentano un ostacolo alla competitività della flotta nazionale.

Tag: confitarma

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

Confitarma: mancano Ufficiali e Direttori di macchina italiani qualificati

Mancano Ufficiali e Direttori di macchina italiani in possesso delle competenze richieste dalle più moderne tecnologie presenti a bordo.L'allarme è stato lanciato nel corso della prima...

Confitarma: nella transizione ecologica il Governo non lasci indietro comparti importanti dello shipping

Nell’ultima riunione del Gruppo di lavoro sulla logistica svoltasi presso il Cnel, presieduta dal consigliere Nereo Marcucci e alla presenza del presidente Tiziano Treu, sono stati auditi i...

Confitarma: supportare la flotta italiana nella transizione ecologica

Alle audizioni presso le Commissioni riunite della Camera dei Deputati IX (Trasporti, poste e telecomunicazioni) e VIII (Ambiente, Territorio e Lavori Pubblici) del 27 settembre (ne avevamo...

Confitarma: ottenuta la proroga per l'impiego di guardie giurate a bordo contro la pirateria

Prorogato al 31 marzo 2022 il regime di deroga che autorizza l’impiego a bordo delle navi italiane di guardie giurate per servizi antipirateria. Lo ha annunciato Confitarma che aveva richiesto...

Emanuele Grimaldi presidente dell'Ics-International Chamber of Shipping

Il board dell'Ics-International Chamber of Shipping ha nominato Emanuele Grimaldi presidente designato dell'organizzazione: verrà formalmente eletto dall’assemblea generale del prossimo...

Recovery Plan, Confitarma chiede azioni concrete per il trasporto marittimo nel suo complesso

Digitalizzazione, innovazione e competitività del sistema produttivo, transizione ecologica, infrastrutture e mobilità, istruzione e formazione, ricerca e cultura.Sono queste le...

Confitarma: bene il riconoscimento dei marittimi come lavoratori essenziali

"A nome dell’armamento italiano desidero esprimere apprezzamento alla Ministra De Micheli per il riconoscimento formale da parte del nostro Paese dei marittimi come lavoratori...

Assarmatori-Confitarma: firmato accordo di rinnovo CCNL del settore marittimo

Confitarma, Assarmatori, Assorimorchiatori e Federimorchiatori hanno sottoscritto oggi a Roma con Filt-CGIL, Fit-CISL e Uiltrasporti l’accordo per il rinnovo di tutte le sezioni del contratto...