Porto di Ravenna: merci in calo a ottobre. Rimane positivo il dato dei primi dieci mesi dell’anno

CONDIVIDI

mercoledì 7 dicembre 2022

Dopo la frenata di settembre, continua anche a ottobre la contrazione del traffico merci nel porto di Ravenna, in controtendenza rispetto alla prima parte dell’anno che aveva visto invece dati stabilmente in crescita.

A ottobre sono state 2.339.575 le tonnellate movimentate nel porto di Ravenna, in calo del 5,9% (quasi 147 mila tonnellate in meno) rispetto ottobre 2021.

Rimane comunque positivo il bilancio complessivo dei dati di traffico merci nel corso del 2022. Nel periodo gennaio-ottobre il porto di Ravenna ha movimentato complessivamente 23.141.670 tonnellate di merci, in crescita del 2,8% (+629mila tonnellate) rispetto allo stesso periodo del 2021.

In particolare nel periodo gennaio-ottobre 2022 le merci secche (rinfuse solide e merci varie e unitizzate) movimentate sono state pari a 19.093.165 tonnellate (+2,2% rispetto al 2021).

I prodotti liquidi (4.048.505 tonnellate) sono aumentati del 5,5% rispetto ai primi dieci mesi del 2021.

Il comparto agroalimentare nel periodo gennaio-ottobre 2022 ha movimentato 4.713.151 tonnellate di merce, in crescita di circa il 23,1% (oltre 885 mila tonnellate in più) rispetto allo stesso periodo del 2021.

Per quanto riguarda i materiali da costruzione, nei primi 10 mesi sono state movimentate 4.710.170 tonnellate, praticamente stabili (-0,1%) rispetto al 2021, mentre la movimentazione di materie prime per la produzione di ceramiche del distretto di Sassuolo, con 4.321.285 tonnellate, è aumentata del 1,6% rispetto ai primi 10 mesi 2021.

Per i prodotti metallurgici nei primi 10 mesi del 2022 sono state movimentate 5.588.017 tonnellate, in calo dell’11,1% rispetto allo stesso periodo del 2021.

Nei primi 10 mesi del 2022, per quanto riguarda i prodotti petroliferi, sono state 2.163.673 le tonnellate movimentate, in leggero calo rispetto allo stesso periodo del 2021 (-1,4%).
Bene, invece, i prodotti chimici (+32%), con 930.036 tonnellate.

Rilevante nel periodo gennaio-ottobre 2022 il calo dei volumi di concimi movimentati nel porto di Ravenna, pari a 1.177.840 tonnellate (-13,4% rispetto allo stesso periodo del 2021).

Buoni risultati anche a ottobre per i container


Nei primi 10 mesi del 2022 i contenitori, con 195.925 teu, sono cresciuti del 12,1% rispetto al 2021: i teu pieni son stati 152.586 (il 77,9% del totale dei teu), in crescita del 13,3% rispetto al 2021, i teu vuoti sono stati 43.339, in crescita dell’8,1% rispetto al 2021.

In termini di tonnellate, la merce trasportata in container nel periodo, pari a 2.081.049 tonnellate, è cresciuta del 9,9% rispetto al 2021.

Nel mese di ottobre sono stati movimentati 17.259 teu, di cui 14.343 pieni (+11,1% sul 2021) e 2.916 vuoti (-30,1% sul 2021), per 193.903 tonnellate mensili corrispondenti (+7,8% rispetto a ottobre 2021).

Ottimo il risultato complessivo del periodo gennaio-ottobre 2022 per trailer e rotabili, in aumento del 6,4% per numero di pezzi movimentati (75.017 pezzi, 4.542 in più rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente) e del 28,5% in termini di merce movimentata (1.503.590 tonnellate) rispetto allo stesso periodo del 2021.

Risultato negativo nel periodo gennaio-ottobre, invece, per le automotive che hanno movimentato 6.575 pezzi, con 990 pezzi in meno (-13,1%) rispetto ai 7.565 pezzi del 2021.

Record storico per i passeggeri delle crociere

Fino a tutto ottobre 2022 si sono registrati a Ravenna 105 scali di navi da crociera, per un totale di 191.250 passeggeri, di cui 154.690 in “home port” (77.865 sbarcati e 76.825 imbarcati) e 36.455“in transito”.

Nel solo mese di ottobre, si sono registrati 19 scali e 40.812 crocieristi, di cui 30.806 in “home port” a Ravenna e 9.994 “in transito”. Considerando che la stagione si è chiusa, si tratta del record storico di passeggeri movimentati presso il terminal di Porto Corsini fin dalla sua costruzione nel 2011.

Le stime prevedono traffico merci negativo anche a novembre

Dalle prime stime per novembre 2022 si prospetta una movimentazione di poco inferiore a 2,2 milioni di tonnellate, in diminuzione del 7% rispetto a novembre 2021.
Sul risultato negativo rispetto a novembre 2021 pesa certamente il calo dei volumi movimentati nei settori maggiormente energivori, in primis quello dei metallurgici (-21%), ma anche quello dei materiali da costruzione (-18%) e dei concimi (-14%).

In calo rispetto a novembre 2021 anche il dato dei prodotti chimici e degli agroalimentari liquidi (-12%).

In crescita, invece, gli agroalimentari solidi, che dovrebbero aumentare di circa il 23% rispetto a novembre 2021.

Stabile l’andamento dei prodotti petroliferi, che dovrebbero essere in aumento dello 0,5% rispetto a novembre 2021.

La movimentazione complessiva, quindi, per il periodo gennaio–novembre 2022 dovrebbe raggiungere quota 25,2 milioni di tonnellate, conservando un margine positivo del 2,1% rispetto allo stesso periodo del 2021.

Dovrebbero chiudere in crescita il periodo gennaio-novembre 2022 gli agroalimentari solidi (+29,4%), gli agroalimentari liquidi (+1,3%) e i prodotti chimici (+ 25,5%).

Stima positiva, nei primi 11 mesi del 2022, anche per i container, che dovrebbero superare i 213 mila teu, raggiungendo quasi un +11% rispetto allo stesso periodo del 2021. Dal punto di vista dei volumi movimentati, la merce in container nei primi 11 mesi 2022 è stimata in oltre 2,2 milioni di tonnellate, in aumento dell’8,5% rispetto al 2021.

Per quanto riguarda i trailer, i semirimorchi movimentati nei primi 11 mesi del 2022 dovrebbero essere di poco inferiori a 74.000 pezzi (quasi il 7% in più sul 2021) e la corrispondente merce su trailer movimentata dovrebbe superare di oltre il 27% quella movimentata fino a novembre 2021.

 

 

Tag: porto di ravenna

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

Porto di Ravenna: il 2022 registra un nuovo record di merci movimentate

Nonostante le difficoltà registrate nell'ultima parte dell'anno, il porto di Ravenna chiude il 2022 con numeri da primato sul versante dei volumi di merci movimentate, che hanno segnato...

Porto di Ravenna: convenzione con Comune, Regione Emilia Romagna e Camera di Commercio per attività di promozione e marketing

Promuovere lo sviluppo dei traffici, la logistica internazionale, l’intermodalità, azioni di marketing territoriale, attività di analisi e sviluppo delle competenze professionali...

Porto di Ravenna: proseguono i lavori per i collegamenti stradali e ferroviari con il Brennero

Arrivano in questi giorni importanti aggiornamenti sulla progressione dei lavori per la realizzazione di due collegamenti intermodali che favoriranno un ruolo sempre più centrale del porto di...

Porto di Ravenna: merci in calo a settembre. Rimane positivo il dato dei primi nove mesi 2022

Dopo un primo semestre dell’anno di risultati positivi, il porto di Ravenna continua registra una contrazione del traffico merci a settembre, che però, almeno per il momento, non va a...

Porto di Ravenna: confermata concessione del servizio di manovra al Gruppo FS

Riconfermato per altri cinque anni a Mercitalia Shunting & Terminal il servizio di manovra nel comprensorio del Porto di Ravenna, dopo la nuova gara indetta il 3 febbraio scorso. Il valore...

Porto di Ravenna: merci in crescita nei primi otto mesi dell’anno

Nei primi otto mesi del 2022 il porto di Ravenna ha movimentato 18.660.309 tonnellate di merci, in crescita del 5,1% (quasi 900 mila di tonnellate in più) rispetto allo stesso periodo del...

Porto di Ravenna: merci in calo a luglio ma rimane positivo il dato dei primi sette mesi dell’anno

Nel mese di luglio 2022 complessivamente il porto di Ravenna ha movimentato 2.471.020 tonnellate di merci, in calo del 7,8% (oltre 200 mila tonnellate) rispetto al 2021. Nonostante la battuta di...

Rigassificatore galleggiante al largo di Ravenna: via ai lavori all’inizio del 2023

Saranno avviati entro il primo quadrimestre del 2023 i lavori per la realizzazione del progetto FSRU (Floating Storage & Regassification Unit) di Snam per l’installazione di un...