Pnrr e fondo complementare: 143 milioni per i porti toscani

CONDIVIDI

giovedì 5 agosto 2021

Saranno più di 140 i milioni per i porti toscani.

È quanto è stato deciso a seguito della Conferenza Stato-Regioni che si è occupata della ripartizione del fondo complementare del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza per il settore portuale. Ai porti di Marina di Carrara, Livorno, Portoferraio e Piombino andranno, per la precisione, 143 milioni.

Pnrr: gli interventi sui porti toscani

Nel dettaglio gli interventi riguarderanno la realizzazione di alcune previsioni del Waterfront del porto di Marina di Carrara, per un totale di 10,15 milioni di euro. A Livorno sono due gli interventi previsti. Il primo riguarda la fornitura di energia elettrica da banchina per le navi tipo portacontainer a banchina presso la Darsena Toscana e la Darsena Europa, con un intervento da 16 milioni di euro. Il secondo prevede la fornitura di energia elettrica da banchina per le navi da crociera e di tipo Roro Pax presso l'area passeggeri per un importo di 29,5 milioni di euro. Anche a Portoferraio l'intervento comporterà la fornitura di energia elettrica da banchina per le navi tipo crociera e Roro Pax a banchina presso l'area passeggeri, con un investimento di 16 milioni di euro. L'intervento economicamente più consistente, pari a 71 milioni di euro, è in programma a Piombino dove (con uno stanziamento di 55 milioni di euro) è stata interamente finanziata la nuova strada di accesso al porto e con 16 milioni la fornitura di energia elettrica per le navi in banchina. Tutti i finanziamenti saranno erogati all’Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Settentrionale, che li gestirà.

Tag: porto di livorno, porto di piombino, trasporto marittimo

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

Norme IMO e Fit for 55: allarme per le conseguenze sui traghetti italiani in due studi di Assarmatori

Nel 2025 il 73% delle navi ro-ro e traghetti italiani risulteranno non ottemperanti alle nuove norme IMO sulle emissioni e quindi potenzialmente non più in grado di navigare. Un vero e proprio...

Porti: in arrivo 220 milioni di euro di contributi per impianti di liquefazione gas e trasporto Gnl

Arrivano contributi per 220 milioni di euro, finanziati dal Fondo Nazionale Complementare (Pnc), per la realizzazione di impianti di liquefazione di gas naturale, di punti di rifornimento nei porti...

Utili in crescita e bilanci positivi: i risultati delle compagnie di navigazione nell'indagine Fedespedi

Il 2021 è stato l’anno della ripresa dopo il difficile 2020 segnato dal Covid; il 2022 avrebbe dovuto essere l’anno della conferma della ripresa, ma lo scoppio del conflitto...

International Chamber of Shipping: Emanuele Grimaldi eletto presidente

L’Assemblea dell'International Chamber of Shipping (ICS) ha eletto Emanuele Grimaldi presidente dell'organizzazione che rappresenta a livello globale le associazioni armatoriali nazionali e...

Porto di Civitavecchia primo in Italia a consentire lo scarico del bitume ship to truck

Arrivata al porto di Civitavecchia la prima nave che scaricherà bitume direttamente sui camion, senza passare da depositi dedicati. Si tratta della Iver Ambassador, proveniente dalla Turchi...

Porto di Taranto: il traffico merci torna positivo ad aprile

Dopo un primo trimestre negativo, torna a registrare valori positivi il traffico merci nel porto di Taranto. Il mese di aprile infatti si è chiuso con +51,8% rispetto allo stesso mese del...

Porto di Livorno: via libera al finanziamento per realizzare il raccordo con la linea ferroviaria

Via libera dal Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili ai finanziamenti per la realizzazione del raccordo con la ferrovia per il trasporto delle merci tra porto di Livorn...

Porto di Ravenna: merci in calo ad aprile ma volumi positivi nel primo quadrimestre 2022

Nonostante il calo a due cifre registrato nel mese di aprile, rimane positivo il risultato delle merci movimentate nel porto di Ravenna nei primi quattro mesi del 2022, ma iniziano a farsi sentire le...