Assicurare i commerci rispettando le specie marine: Msc modifica le rotte

CONDIVIDI

lunedì 12 settembre 2022

Le compagnie di navigazione stanno intensificando il loro impegno per ridurre sempre di più l’impatto ambientale delle loro operazioni, sia in termini di emissioni nocive e di inquinamento sia per quanto riguarda l’impatto delle navi sul delicato ecosistema degli oceani e sulle specie marine che li abitano.

Un importante passo in questa direzione lo compie Mediterranean Shipping Company (Msc) che, per contribuire alla protezione delle balenottere azzurre e degli altri cetacei che vivono e si nutrono nelle acque al largo delle coste dello Sri Lanka, modifica le indicazioni di navigazione, in linea con i consigli degli scienziati e di altri attori chiave del settore marittimo.

Nello specifico, MSC ha seguito le linee guida basate su indagini di ricerca dell’International Fund for Animal Welfare (IFAW), con il World Trade Institute (WTI), la Biosphere Foundation, l'Università di Ruhuna (Sri Lanka), Raja and the Whales e l'Università di St Andrews (Regno Unito), e approvate anche dal World Wide Fund for Nature (WWF), per cambiare la rotta delle sue navi.

 

Colombo, un importante hub per il commercio globale


Lo Sri Lanka si trova nell'Oceano Indiano, tra l'Asia e l'Europa, e il porto di Colombo è un importante hub di trasbordo per il commercio globale.

Il Gruppo ha iniziato a metà 2022 a reindirizzare volontariamente le navi della propria flotta che passano dallo Sri Lanka, su una nuova rotta che si trova a circa 15 miglia nautiche a sud dell'attuale Traffic Separation Scheme (TSS) per la navigazione commerciale.

È stata fatta un'eccezione per le navi che si imbarcano e sbarcano a Galle per motivi di sicurezza, anche in caso di condizioni meteorologiche avverse. Inoltre, le piccole navi feeder che navigano intorno al Golfo del Bengala ridurranno la loro velocità a meno di 10 nodi in questa zona.

"Crediamo che il settore della navigazione commerciale abbia un ruolo importante da svolgere nella protezione dei cetacei, in particolare nel contribuire a ridurre il rischio di collisioni delle navi con le baleen – dichiara Stefania Lallai, vicepresidente per la Sostenibilità di MSC –. MSC è orgogliosa di essere ai primi posti nelle classifiche di sicurezza delle navi per la protezione delle balene. Tuttavia, non siamo ancora totalmente soddisfatti. Riteniamo, infatti, che sensibilizzare l'opinione pubblica su questi temi e incoraggiare la collaborazione tra industria, organismi scientifici, società civile e governi sia essenziale, in quanto è fondamentale produrre uno sforzo collettivo per fare di più per ridurre al minimo il rischio di urti con le navi".

Tag: container, trasporto marittimo

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

I porti risorsa per l’economia e la transizione ecologica: il ministro Giovannini alla Conferenza delle Autorità Portuali

“Con Assoporti e con le Autorità di Sistema Portuale abbiamo avviato una forte collaborazione perché i porti sono una risorsa per l’economia del Paese e possono contribuire...

Porto di Vado Ligure: avviati test sull’impianto di accumulo di energia elettrica

In un momento storico in cui i prezzi dell’energia sono in drammatica ascesa, poter disporre di un impianto di accumulo di energia elettrica per un porto significa poter dare concretezza a...

Per una settimana Napoli capitale del trasporto marittimo

Una settimana di eventi, networking, approfondimento e confronto per la comunità marittima sulle novità in ambito shipping, logistica e innovazione tecnologica. Dal 26 settembre al...

Riciclo dei rifiuti: ecco cosa stanno facendo i porti

Promuovere iniziative volte allo sviluppo dell’economia circolare, nel contesto delle misure del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (Pnrr), in particolare la Misura 2 - Rivoluzione Verde e...

Porto di Gioia Tauro: nuova asta ferroviaria per il caricamento delle autovetture Stellantis

Passo avanti del porto di Gioia Tauro verso il compimento della piena intermodalità e l’incremento dei trasporti internazionali, in un comparto altamente strategico e significativo come...

Federagenti: la siccità che compromette la navigazione del Reno apre nuove potenzialità per la portualità italiana

I cambiamenti climatici sono la grande sfida per i governi di tutto il mondo, al centro delle agende di politici, decisori e organizzazioni sovranazionali. Gli ultimi mesi di siccità ed eventi...

Porti della Liguria Occidentale: volumi merci tornati ai livelli pre pandemia nella prima metà del 2022

Da gennaio a luglio i porti della Liguria Occidentale hanno movimentato 40.003.838 tonnellate, di merci, tornando su livelli precedenti alla pandemia e registrando una crescita del 7,8% rispetto ai...

Porti italiani strategici per la nuova economia del mare: il ministro Giovannini al Meeting di Rimini

Fare il punto sul ruolo dell’Italia come piattaforma fisica, culturale, economica e sociale di connessioni, in una posizione strategica nel Mare Mediterraneo che collega Europa, Asia e Africa....