Cantieri autostradali, MIMS: concluso il primo ciclo di incontri per pianificare i lavori e ridurre i disagi

CONDIVIDI

mercoledì 23 marzo 2022

Si è concluso il primo ciclo di riunioni promosse dal Ministro delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili, Enrico Giovannini, finalizzate alla programmazione dei prossimi cantieri sugli oltre 41.000 km della rete italiana.
L'obiettivo è quello di migliorare la sicurezza e ridurre al minimo i disagi per l'utenza, soprattutto nei mesi estivi.

Alle riunioni, dedicate alle diverse macroaree geografiche, hanno partecipato tutti i concessionari autostradali, i rappresentanti dell'ANAS e dell'Agenzia Agenzia Nazionale per la Sicurezza delle Ferrovie e delle Infrastrutture Stradali e Autostradali (Ansfisa).

Nel corso degli incontri sono state avanzate diverse proposte, tra cui il rafforzamento dell'informazione all'utenza, anche attraverso il coordinamento del Ministero, monitoraggio centralizzato dei cantieri con individuazione delle situazioni di criticità, rimozione dei cantieri nei giorni festivi e di esodo. La documentazione presentata verrà ora analizzata e usata per definire dei piani di intervento coordinati, da discutere in riunioni bilaterali o nel corso di una seconda serie di incontri collegiali.

Una mappatura dei cantieri per individuare e risolvere criticità

Giovannini ha spiegato che, grazie ai confronti, è stato possibile conoscere tutti i lavori programmati sulla rete autostradale e stradale di interesse nazionale, identificare i lavori più urgenti e quelli di maggiore impatto sulla mobilità. Una base che permetterà di individuare interferenze tra cantieri, identificare possibili percorrenze alternative o programmare l'attivazione di servizi sostitutivi, anche ferroviari.

Inoltre prevista una progressiva implementazione delle attività di monitoraggio da parte di Ansfisa volta ad assicurare il rispetto degli standard di sicurezza e a valutare le circostanze che consentono di riprogrammare i lavori per contenere le difficoltà negli spostamenti.

Tag: infrastrutture, Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

La moneta elettronica PARAM riceve investimenti per 200 milioni di dollari

PARAM, il primo istituto di moneta elettronica turca ha ricevuto uno degli investimenti più importanti nel settore  delle tecnologie finanziarie, con una valutazione di oltre 200 milioni...

Più sostenibile, tecnologica e moderna: 150 milioni di euro per potenziare la Tangenziale di Napoli

Un ampio programma da oltre 150 milioni di euro per rendere la Tangenziale di Napoli un'infrastruttura sempre più sostenibile, tecnologica e moderna al servizio della città e...

MIMS: nel 2021 diminuiscono le opere incompiute, 64 in meno rispetto al 2020 (-14,4%)

Al 31 dicembre 2021 le opere infrastrutturali incompiute in Italia erano pari a 379, in calo rispetto alle 443 (-14,4%) della fine del 2020, anno in cui si era già registrata una diminuzione...

Ddl Concorrenza: lunedì 4 luglio nuovo incontro al MIMS con tassisti e ncc

Nuovo confronto in programma al MIMS sul Ddl concorrenza con le rappresentanze taxi e ncc (qui l'ultimo aggiornamento). Domani, lunedì 4 luglio, si svolgeranno due nuovi incontri al Mims...

Sperimentare l’idrogeno nel trasporto stradale e ferroviario: 530 milioni di investimenti dal PNRR

Sperimentare l’uso dell'idrogeno nel trasporto ferroviario, in ambito locale e regionale, e nel trasporto stradale, con particolare riferimento al trasporto pesante. Firmati dal ministro delle...

“Fare impresa in Turchia”: le opportunità di investimento raccontate nella seconda puntata del podcast

Meccanica, meccatronica, medicale e farmaceutico come settori di punta del mercato turco sui quali investire: sono questi gli argomenti trattati nella seconda puntata del podcast “Fare impresa...

Dalla Torino-Lione al Brennero: in arrivo fondi dall'Ue per 11 progetti italiani

Undici progetti italiani rientrano tra i 135 progetti di infrastrutture di trasporto che riceveranno fondi Ue. Tra questi quello relativo alla galleria di base Lione-Torino, con 10.713.000 euro a...

Vettori ucraini: il Mims estende l'esenzione da autorizzazione per il trasporto internazionale di merci

Estesa l'esenzione da autorizzazione al trasporto internazionale di merci su strada per i vettori di nazionalità ucraina.  Il provvedimento è in atto dallo scorso marzo e consente...