Abruzzo: emergenza infrastrutture, presentato a Pescara il libro bianco delle opere prioritarie

CONDIVIDI

venerdì 16 settembre 2022

Mettere nero su bianco le urgenze infrastrutturali abruzzesi per definire le opere necessarie allo sviluppo del territorio. È questo l’obiettivo dell’incontro che si è svolto oggi a Pescara dal titolo “Le priorità infrastrutturali per il sistema economico abruzzese”. Nel corso dell’evento è stato presentato il libro bianco delle priorità infrastrutturali abruzzesi, un lavoro fortemente voluto dalla Camera di Commercio Chieti Pescara e da quella del Gran Sasso.

“Il libro bianco fa emergere per l'Abruzzo un quadro non esaltante per la nostra regione perché siamo tra il 74esimo e l'89esimo posto in Italia per quel che riguarda le infrastrutture. L’Abruzzo è geograficamente il centro d’Italia, ma è logisticamente isolato”, ha dichiarato Gennaro Strever, presidente CCIA Chieti Pescara.
La carenza di infrastrutture nella regione, ha aggiunto, è la ragione del blocco dello sviluppo del territorio ormai decennale. Strever ha poi elencato tutte le principali criticità: dalle carenze della rete ferroviaria a quella autostradale che penalizza l’ultimo miglio con le pur efficienti zone industriali come la Val di Sangro e il vastese. “La rete è fortemente inadeguata rispetto alle esigenze del mondo produttivo, penalizzato dalla mancanza di tempi certi per le percorrenze delle flotte commerciali. È necessario riprogettare con una visione del futuro in senso produttivo”.

Nel corso del suo intervento Antonella Ballone, presidente della Camera di commercio del Gran Sasso, ha spiegato che il libro bianco interviene in tale contesto proprio per fornire una fotografia del sistema infrastrutturale abruzzese e per dare quindi un impulso concreto alla lista delle cose da fare nell’immediato.
“Oggi il sistema economico è in fibrillazione a causa del caro prezzi dell’energia – ha spiegato Ballone - molti fattori sollecitano l’intraprendenza delle imprese che devono poter contare su infrastrutture a supporto del sistema industriale. Il libro bianco elenca priorità e azioni da mettere in campo, come quelle legate all’assetto stradale e ferroviario. Anche il trasporto pubblico locale necessita di sviluppi e ricadute perché gioca un ruolo importante per la competitività del territorio. Il caro prezzi sta mettendo le imprese in difficoltà, serve una riflessione importante e un adeguamento del costo/km. Vogliamo un Abruzzo che riesca a dare lavoro, dignità, libertà e futuro a tutti. Il libro bianco è un passo in avanti per rendere più competitivo e valido nostro territorio”.

Una nuova roadmap per ridurre l'isolamento ed efficientare le imprese


Fabrizio Meroni, project manager di Uniontrasporti, è poi entrato nel merito dei contenuti del documento presentato spiegando che nasce per cogliere le esigenze economiche della regione evidenziando le opere prioritarie in relazione al contesto infrastrutturale che vede operativi 4 porti, 1 aeroporto e terminal intermodali.
L’Abruzzo deve coprire un gap infrastrutture rispetto ad altre province italiane, ma anche in relazione alla rete Ue, prima di tutto attraverso il raggiungimento di quattro macro obiettivi: il miglioramento della connettività tra regione e reti Ue; il potenziamento dei collegamenti tra aree interne e costa; lo sviluppo della mobilità sostenibile; il potenziamento dei nodi portuali e logistici.

Nel corso del confronto sono poi emerse anche le criticità legate al settore trasporto pubblico locale, strumento fondamentale per evitare l’isolamento sociale soprattutto in un contesto come quello abruzzese in cui l’orografia vincola fortemente lo sviluppo delle infrastrutture. Le montagne rappresentano infatti il 75% del territorio.
A causa delle carenze dei servizi di trasporto collettivi, l’auto privata rappresenta ancora il mezzo maggiormente utilizzato per gli spostamenti sia da lavoratori (85%) sia da studenti (50%).

Il libro bianco presentato oggi, dunque, traccia una nuova roadmap per ridurre l’isolamento dei cittadini, efficientare la mobilità di persone e merci e aumentare la competitività delle imprese.

Tag: infrastrutture, trasporto pubblico locale, logistica, interporto, intermodalità

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

Terminal Intermodale di Nola: Gts aumenta i collegamenti con Piacenza

L'operatore intermodale pugliese Gts ha completato la sua presenza al Terminal Intermodale di Nola (TIN). Aggiunte 7 corse verso Piacenza, precedentemente in arrivo a Marcianise, ma...

MIT: arrivano risorse per la statale 675 Umbro-Laziale, disponibili 355 milioni di euro

In arrivo fondi pari a 355.172.789 euro per la statale Umbro-Laziale. L'investimento consentirà di mettere mano al sistema infrastrutturale di collegamento del porto di Civitavecchia...

Giubileo 2025: Green Line Tours gestirà le linee Gran Turismo di Roma

Green Line Tours, azienda di sightseeing, gestirà le linee Gran Turismo rilasciate dalla città di Roma grazie a un accordo con la Società Italiana Trasporti (SIT). L'operazione...

Roma, la stazione Trastevere diventa un hub multimodale: al via i lavori di riqualificazione

Procedono i progetti di riqualificazione del territorio della Capitale con l'obiettivo di realizzare una città sempre più connessa. L'Assessore alla Mobilità di Roma...

Scuolabus per l’Ucraina: l'Ue lancia una campagna di solidarietà per i bambini

"Le bambine e i bambini ucraini hanno bisogno di scuolabus. L'Europa donerà 14 milioni a questo scopo. Ma abbiamo bisogno di più. Per questo motivo la Commissione europea sta...

TDV Group entra nella rete ASTRE Italia

ASTRE Italia ha annunciato l’ingresso nella Rete di un nuovo socio: TDV Group, società portoghese operativa dal 1977.ASTRE è il 1° Raggruppamento europeo di...

Autostrade del mare: il futuro intermodale del porto di Salerno

Le attività al porto di Salerno sono diminuite del 12 per cento nel 2022. Un dato che preoccupa gli operatori dello scalo e che è stato analizzato durante un incontro alla stazione...

Convegno ASSTRA: TPL in ripresa dopo la pandemia, nel 2022 trasportati più di 15mln di passeggeri al giorno

La pandemia ha segnato in modo profondo il settore del trasporto pubblico locale che ancora fatica a tornare ancora ai livelli pre-covid. Anche se la domanda di TPL è ritornata a...