Trasporto scolastico: in arrivo in Toscana 233 nuovi bus

venerdì 11 settembre 2020 12:00:14

Grazie ai 3 milioni di euro stanziati a inizio settembre dalla giunta regionale per potenziare il trasporto scolastico con bus turistici e Ncc in Toscana, una ricognizione condotta dalle Province ha verificato che saranno garantite tutte le corse aggiuntive per studenti. Le risorse aggiuntive hanno permesso di aggiungere alla normale flotta di bus destinati al trasporto pubblico locale, 233 mezzi privati aggiunti, dei quali 228 su tratte extraurbane e 5 su tratte urbane.

I servizi aggiuntivi – spiega l’amministrazione regionale in una nota – serviranno per coprire le esigenze di corse bis sulle tratte più richieste per portare gli studenti evitando sovraffollamenti. Il nuovo limite di capienza fissato dal DPCM del 7 settembre all'80% e recepito nell'ultima ordinanza regionale, fa sì che – pur garantendo il pieno rispetto delle linee guida nazionali per la sicurezza – nessuna linea scolastica si trovi adesso in condizioni di criticità. La Regione e le Province effettueranno un monitoraggio settimanale della situazione, con eventuali rimodulazioni dei servizi in base alla domanda (le previsioni hanno tenuto conto della domanda riferita allo scorso anno scolastico, ma è presumibile che si possano verificare significative variazioni).

Per quanto riguarda il trasporto pubblico su ferro, invece, si torna alla programmazione precedente all'emergenza Covid-19. Solo sulla tratta Cecina-Saline resterà il servizio effettuato con bus (navetta regionale garantita per il Polo scolastico di Cecina). Per favorire il distanziamento alcuni dei treni più utilizzati Vivalto sono stati potenziati nella composizione e portati a 7 vagoni. Per fronteggiare eventuali situazioni critiche e imprevisti, 3 treni di scorta saranno a disposizione in stazioni strategiche per corse aggiuntive da attivare in tempo reale. Sono stati inoltre previsti bus di scorta, dislocati in varie stazioni. Sui treni la capienza autorizzata equivale a tutti i posti a sedere con l'aggiunta di pochi posti in piedi.

La Regione ricorda, infine, che gli studenti possono richiedere alle aziende che gestiscono il trasporto pubblico il prolungamento della validità dell'abbonamento inutilizzato nel periodo del lockdown o, in alternativa, il rilascio di voucher di pari valore, fino al 15 ottobre prossimo. Secondo legge, l'utente ha diritto al 'ristoro' dovuto fino dal momento della richiesta, le eventuali verifiche istruttorie da parte delle aziende esercenti di un pubblico servizio devono essere effettuate successivamente all’erogazione del rimborso nelle forme richieste.

 

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

CONDIVIDI
Leggi anche

Città Metropolitana di Firenze: 73 nuove corse per supportare il trasporto studenti

La Città Metropolitana di Firenze ha concordato con i gestori del Tpl e i dirigenti scolastici un rinforzo delle corse per e dagli istituti scolastici dislocati sul territorio di riferiment...

Regione Lazio: con adozione nuovi servizi minimi di trasporto migliorata la mobilità locale

La Giunta regionale del Lazio ha deliberato i nuovi servizi minimi del trasporto pubblico locale per garantire il servizio a tutti i Comuni che ancora non lo avevano. Si tratta – sottolinea una...

Emilia-Romagna: presentato piano pluriennale di acquisto di 1.600 nuovi autobus

Dopo i 600 nuovi autobus messi in strada negli ultimi 5 anni, la Regione Emilia Romagna programma di fare lo stesso nel prossimo quinquennio, con altri 600 mezzi nuovi, ecologici, silenziosi e sicuri...