Ue: da ottobre 2018 nuova etichetta su tutti i veicoli per scegliere il carburante giusto

lunedì 21 maggio 2018 15:29:03

A partire da ottobre 2018 sarà operativo in Unione Europea l’obbligo di apporre sui nuovi veicoli e su tutte le pompe delle stazioni di rifornimento e di ricarica, etichette carburante conformi allo standard definito nella norma europea che stabilisce identificatori armonizzati per i combustibili liquidi e gassosi immessi in commercio (EN 16942).
L'obiettivo è permettere ai conducenti dei veicoli di scegliere in maniera corretta il carburante adatto (o i carburanti adatti) in tutta Europa.

La direttiva richiede che le etichette vengano applicate sui veicoli immessi sul mercato per la prima volta o immatricolati a partire dal 12 ottobre 2018, data entro cui le etichette dovranno comparire anche su tutte le stazioni di rifornimento dell’UE.

Le tipologie di veicoli interessati dalla norma sono: ciclomotori, motocicli, tricicli e quadricicli; autovetture; veicoli commerciali leggeri e pesanti; autobus. Sui veicoli le etichette si troveranno in prossimità del tappo o dello sportello del serbatoio e sul manuale d’uso e manutenzione. Sui modelli più recenti potranno anche trovarsi nel manuale elettronico incluso nel sistema di infotainment del veicolo.

Per quanto riguarda la rete distributiva, le etichette compariranno sia sul distributore di carburante che sulla pistola della pompa per l’erogazione di benzina, gasolio, gas di petrolio liquefatto (GPL), gas naturale compresso (GNC), gas naturale liquefatto (GNL), idrogeno (H2). Le etichette saranno presenti anche in tutte le concessionarie di veicoli. L’aspetto delle etichette cambia a seconda del tipo di carburante: la sagoma di quelle per la benzina è circolare, mentre quella delle etichette per il gasolio è quadrata e la sagoma delle etichette per i carburanti gassosi è a forma di rombo.

Una serie di etichette simili, al momento in via di sviluppo, sarà prevista anche per i veicoli elettrici o ibridi plug-in e relative stazioni di ricarica, in modo da indicare agli utenti le modalità di ricarica più adatte al proprio veicolo.  L’applicazione delle etichette vige in tutti i 28 Stati membri dell’UE, nei Paesi dello Spazio Economico Europeo (Islanda, Lichtenstein, Norvegia), ma anche in Serbia, Macedonia, Svizzera e Turchia. Anche sui nuovi veicoli prodotti in UE e destinati al mercato britannico continueranno ad essere presenti le etichette, indipendentemente dalle decisioni di questo Paese sull’applicazione delle regole UE dopo la Brexit.


© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata


Leggi anche

Leggi gli altri articoli della categoria: Autotrasporto

Altri articoli della stessa categoria

Limitazioni veicoli inquinanti: Fai Conftrasporto, impraticabile senza incentivi per rinnovare i mezzi

lunedì 19 novembre 2018 13:41:35
"L’accordo l’hanno siglato Emilia Romagna, Lombardia, Piemonte e Veneto. L’obiettivo è migliorare la qualità dell’aria;...

Conftrasporto, Federauto e Unrae: troppo ambiziosi i limiti Ue sulle emissioni

lunedì 19 novembre 2018 15:11:09
“La transizione verso lo scenario dei trasporti a ‘zero emissioni’ va guidata nel rispetto del principio della neutralità tecnologic...

Trento, Fugatti: subito il tavolo con artigiani e trasportatori per rilancio dell'autotrasporto

lunedì 19 novembre 2018 15:18:19
“L’artigianato ed i trasporti sono settori strategici per il Trentino e la nuova giunta intende sostenere centinaia di aziende trentine che in...

Unatras chiede a Toninelli risposte certe su rimborso accise, revisioni, rinnovo veicoli e concorrenza sleale

venerdì 16 novembre 2018 13:43:39
Unatras, coordinamento unitario delle associazioni dell’autotrasporto merci, ha scritto una lettera al ministro delle infrastrutture e dei Trasporti...

Pacchetto mobilità Ue: Toninelli, necessario combattere la concorrenza sleale nell'autotrasporto

mercoledì 14 novembre 2018 15:59:27
Turelare gli autotrasportatori anche nell'ottica di contrastare la concorrenza sleale. Lo ha ricordato il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Danilo...