Aperto il Dibattito Pubblico sull’Alta Velocità Salerno-Reggio Calabria

mercoledì 2 marzo 2022

“Il Dibattito Pubblico per l'AV tra Salerno e Reggio Calabria, così come le altre 8 analoghe procedure oggi in corso, è la testimonianza di un cambiamento culturale, fortemente sostenuto in questi mesi di redazione del PNRR e di definizione delle sue procedure di attuazione. Il Dibattito Pubblico è il fulcro di nuovo modello di realizzazione dei progetti infrastrutturali che poggia sulla consapevolezza che, senza una partecipazione ampia e organizzata delle istituzioni e dei cittadini, le fasi di attuazione e l'impegno delle risorse rischiano di essere rallentate”.

Così il ministro per le Infrastrutture e la Mobilità Sostenibili, Enrico Giovannini, in occasione della conferenza stampa di presentazione del Dibattito Pubblico sul progetto di realizzazione dell'Alta Velocità Salerno-Reggio Calabria per il Lotto 1A Battipaglia-Romagnano, a cui hanno preso parte partner istituzionali, autorità e i principali soggetti coinvolti nella sua realizzazione.

Un’iniziativa che intende contribuire a rendere trasparente il confronto coi territori sulle opere pubbliche per garantire il coinvolgimento delle comunità. Ma anche migliorare la qualità delle progettazioni sugli interventi di grande rilevanza, semplificandone l’esecuzione, attraverso scelte ponderate al fine di ridurre l’aggravio dei contenziosi.


Un intervento individuato come prioritario nel PNRR

L’intervento, individuato come prioritario all’interno del Piano nazionale di ripresa e resilienza e parte di un più ampio progetto di prolungamento dell’Alta Velocità ferroviaria tra Salerno e Reggio Calabria, ricade nel Corridoio della rete centrale denominato Scandinavia-Mediterraneo e si colloca sull’asse Norimberga-Monaco-Innsbruck-Verona-Bologna-Firenze-Roma-Napoli-Catanzaro-Messina e Palermo.

In questo quadro il Dibattito Pubblico permettrerà a Rete Ferroviaria Italiana di integrare nella progettazione osservazioni e proposte dalle comunità toccate più da vicino dalla nuova infrastruttura, che rivestirà un importante valore sociale, economico e turistico.

“Parte oggi una fase molto importante per la realizzazione di una linea strategica come quella ad alta vocità Salerno-Reggio Calabria – ha sottolineato l’amministratrice delegata di RFI, e Commissaria straordinaria per la realizzazione dell’opera, Vera Fiorani –. Gli interventi previsti permetteranno una maggiore accessibilità al sistema ferroviario dei territori attraversati, aumentando la coesione del Paese, attraverso una riduzione dei tempi di viaggio. Il lotto presentato oggi tra Battipaglia e Romagnano è interamente finanziato con i fondi del PNRR, che ci impone di completare l’opera entro il 2026”.


Un’opera che aumenterà la coesione del Paese

L’estensione al Sud della rete ferroviaria di AV rappresenta un’opera fondamentale, una leva attraverso la quale sarà possibile aumentare la coesione del Paese, garantendo migliori condizioni di accessibilità e di conseguenza nuove opportunità.
Sarà possibile, infatti, sviluppare nuovi traffici viaggiatori e merci lungo l’asse nord-sud della penisola, accelerando dinamiche di crescita.

L’inizio di questo percorso intrapreso assieme agli stakeholder è partito dalla pubblicazione di un sito web dedicato, grazie al quale sarà possibile conoscere da vicino il progetto infrastrutturale nelle sue diverse componenti e seguire gli avanzamenti del Dibattito Pubblico, che avrà negli incontri con i territori, da remoto e in presenza, i momenti di maggiore valenza.

Gli appuntamenti avranno lo scopo di far circolare un’informazione completa, fornire chiarimenti, ricevere segnalazioni rispetto a criticità o proposte di soluzioni di mitigazione. L’iniziativa dovrà concludersi entro il 14 aprile 2022.

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata