Enac-Luiss: una Convenzione per iniziative congiunte nella formazione, studio e analisi del settore aviazione

venerdì 4 febbraio 2022

Sinergia e collaborazione tra Istituzioni e Università come strategia nazionale di crescita. Creare opportunità concrete di collaborazione tra l’Autorità dell’aviazione civile e l’Università, al fine di favorire l’integrazione tra istituzioni e operatori del settore, in un modello formativo che abbia solide basi accademiche.

Questi gli intenti alla base della Convenzione quadro triennale siglata tra l’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile (Enac) e la Libera Università Internazionale degli Studi Sociali (Luiss) per sviluppare iniziative nella formazione, studio e analisi di settore, tra cui l’organizzazione e la gestione di percorsi di alta formazione per il personale Enac, ma anche attività di ricerca, studi di fattibilità e l’attivazione di tirocini curriculari.

“La convenzione firmata oggi – ha dichiarato il presidente dell’Enac, Pierluigi Di Palma – rappresenta l’avvio di una significativa sinergia tra l’Autorità del settore aeronautico e Università per costruire, da protagonisti, il futuro del Paese. Mettendo in comune le competenze reciproche, l’esperienza e il patrimonio professionale dei propri docenti e dei propri esperti, possiamo imprimere un nuovo impulso alla sicurezza e alla ricerca aeronautica e contribuire a creare un ecosistema per il rilancio del trasporto aereo e per il passaggio generazionale necessario per affrontare le sfide che attendono il comparto”.

Le iniziative saranno guidate dalla Luiss Business School che metterà a disposizione del settore aeronautico l’expertise e la competenza della propria faculty e dei propri centri di ricerca.

“Costruire opportunità di alta formazione che rispondano alle esigenze occupazionali di aziende ed istituzioni costituisce uno dei principali obiettivi della nostra Università – ha dichiarato il direttore generale della Luiss, Giovanni Lo Storto –. La partnership con Enac va proprio in questa direzione. Sviluppare e rafforzare nuove skills è oggi, infatti, imprescindibile per fronteggiare con consapevolezza le due grandi sfide del nostro tempo: la trasformazione digitale e la transizione ecologica. Per questo, anche in settori strategici come quello dell’aviazione, è fondamentale ampliare un know-how consolidato e investire sulle persone, per generare valore e dare nuovo impulso ai processi di innovazione”.

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata