Arrivano gli stalli rosa, i parcheggi riservati alle donne in gravidanza

giovedì 2 settembre 2021

Entrano nel Codice della strada gli “stalli rosa”, i parcheggi riservati alle donne in gravidanza. È questa una delle novità più importanti contenute nel decreto Infrastrutture e trasporti approvato dal Consiglio dei ministri.
Previsto anche il rafforzamento delle sanzioni per chi occupa i parcheggi riservati senza autorizzazione.

Gli “stalli rosa”, dedicati alle donne in gravidanza e ai genitori con figli fino a due anni, vengono introdotti insieme alla facoltà per i Comuni di riservare posti di sosta, oltre che ai veicoli adibiti al trasporto delle persone con disabilità, anche ai veicoli elettrici, ai veicoli per il carico e lo scarico delle merci nelle ore stabilite e al trasporto scolastico.

Rafforzate le sanzioni per chi occupa parcheggi riservati

Il decreto prevede anche un rafforzamento delle sanzioni per chi occupa gli stalli rosa e altri parcheggi riservati senza essere autorizzato: ad esempio, vengono raddoppiate le multe per chi parcheggia negli spazi riservati alle persone con disabilità e la nuova sanzione sarà compresa tra 168 e 672 euro. Nel provvedimento sono anche previsti incentivi ai Comuni per consentire la sosta gratuita alle persone con disabilità all’interno delle strisce blu nel caso lo stallo riservato risulti occupato. Multe più care sono previste anche per chi sosta nelle aree perdonali urbane. Gli interventi sulla micromobilità saranno concordati in sede parlamentare in occasione della conversione in legge del decreto. 

Il Dl predispone diversi interventi con riferimento alle diverse tipologie di trasporto. Leggi l’articolo qui.

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata