Iata: Cargo aereo in calo a gennaio

venerdì 13 marzo 2020

I dati diffusi dall’Associazione internazionale del trasporto aereo (Iata) dimostrano che traffico cargo ha registrato a gennaio una contrazione del 3,3% rispetto al primo mese 2019. La capacità di carico è aumentata dello 0,9% su base annua, superando la crescita della domanda per il 21° mese consecutivo.
”Gennaio ha segnato il decimo mese consecutivo di calo dei volumi di merci anno su anno. L'industria del trasporto aereo di merci ha iniziato l'anno su basi deboli. C'è stato ottimismo sul fatto che un allentamento delle tensioni commerciali tra Stati Uniti e Cina potesse dare una spinta al settore nel 2020 – ha spiegato Alexandre de Juniac, direttore generale e Ceo Iata –. Ma è stato superato dall'epidemia COVID-19, che ha gravemente interrotto le catene di approvvigionamento globali, sebbene non abbia avuto un impatto significativo sulle prestazioni del carico di gennaio. I tempi difficili devono ancora venire. Il corso degli eventi futuri non è chiaro, ma questo è un settore che ha dimostrato ripetutamente la sua resilienza".
È improbabile – precisa la Iata – che l'epidemia di COVID-19 abbia avuto molto a che fare con la debole performance di gennaio. Il capodanno cinese nel 2020 è caduto prima rispetto al 2019. Questo ha influito sui numeri poiché molti produttori cinesi sono rimasti chiusi per il periodo delle vacanze. Le performance di febbraio forniranno un quadro migliore di come COVID-19 stia influenzando il trasporto aereo globale.
Le compagnie aeree europee e dell'Asia-Pacifico hanno subito un forte calo della crescita su base annua dei volumi di merci totali - rispettivamente -3,7% e -5,9% - mentre i vettori del Nord America e del Medio Oriente hanno registrato un calo più moderato - rispettivamente -1,3% e -1,4% -. L'America Latina e l'Africa sono state le uniche regioni a registrare una crescita della domanda di trasporto aereo rispetto a gennaio 2019. Le compagnie aeree latinoamericane hanno registrato un aumento della domanda di merci nel gennaio 2020 dell'1,4% rispetto a gennaio 2019, invertendo il calo del 2,5% a dicembre.
I vettori africani hanno registrato la crescita più rapida di qualsiasi regione per l'undicesimo mese consecutivo, con un aumento della domanda del 6,8% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente.

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata