E in Austria i camion non potranno più svoltare a destra

venerdì 14 febbraio 2020

Sembrava uno scherzo, ma invece è realtà. Secondo una notizia diffusa dalla Fiap, il Governo Federale austriaco ha notificato all’UE il testo di una nuova norma che prevederebbe il “divieto” di svolta a destra per tutti i veicoli di massa superiore alle 7,5 tonnellate, non dotati di dispositivi di assistenza e sicurezza utili alla prevenzione di gravi incidenti.
Risultano esclusi dalla disposizione, da quanto comunicato, alcuni trasporti speciali e bus.

La norma punta a evitare i sinistri che possono verificarsi nel lato cieco del veicolo, coinvolgendo utenti della strada come pedoni, ciclisti e motociclisti.

Nel testo presentato è specificato che i soli dispositivi camera-monitor, già ora in uso, non saranno più sufficienti, ma dovranno essere installati sui veicoli dispositivi di allarme acustico, visivo con l’obiettivo di segnalare le situazioni pericolose, fino a prevedere il blocco del veicolo. I dispositivi in questione sono denominati in gergo tecnico “turn-off”.

La norma di fatto rappresenta una ulteriore forma di divieto alla circolazione, qualora non pervengano obiezioni da parte di Bruxelles. A quanto risulta entrerà in vigore il prossimo mese di aprile 2020, con un periodo di transizione fino alla fine dell'anno.

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata