Ferrovie, lavori sulla Civitanova-Macerata-Albacina: in arrivo la nuova fermata Macerata Università

CONDIVIDI

venerdì 21 giugno 2019

Cantieri al lavoro dal 1 luglio al 25 agosto per la nuova fermata “Macerata Università” e il potenziamento infrastrutturale della linea ferroviaria Civitanova – Macerata - Albacina.

Il programma degli interventi è stato illustrato questa mattina, all’Università di Macerata, dall’assessore regionale ai Trasporti Angelo Sciapichetti, dal Rettore dell’Università di Macerata Francesco Adornato e dal Direttore Commerciale Centro Sud Adriatica di Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS Italiane), Roberto Laghezza. “Un bellissimo traguardo per la Regione – afferma l’assessore Angelo Sciapichetti – questi interventi danno slancio e migliorano la qualità della vita di tutto il territorio e di tutti coloro che lo vivono, non solo i residenti ma anche studenti, docenti e personale della prestigiosa Università di Macerata”

Un quadro ampio a beneficio del territorio: gli interventi, propedeutici alla futura installazione della linea di alimentazione elettrica dei treni, riguardano l’ampliamento delle gallerie di Cincinelli, Convitto, San Giuseppe, Maricella e Colle di Gesso. Saranno eseguiti lavori strettamente legati alla realizzazione della nuova fermata di Macerata Università in località Vallebona di Macerata, la cui ultimazione è prevista a fine 2019. Contestualmente nelle stazioni di Morrovalle e Corridonia verranno effettuati lavori di adeguamento che consentiranno entro la fine del 2019 l’attivazione del sottopassaggio dotato di rampe di accesso e l’innalzamento dei marciapiedi a standard europeo (a 55 cm - lo standard previsto per i servizi ferroviari metropolitani) per facilitare l’accesso ai treni.

L’investimento economico complessivo del Progetto di elettrificazione, che si completerà nel 2024, è di 110 milioni di euro ed è inserito nell’ambito del Contratto di Programma 2017-2021 fra Rete Ferroviaria Italiana e Ministero Infrastrutture e Trasporti, mentre quello per la realizzazione della nuova fermata di Macerata Università è di 1.650.000 euro ed è finanziato per 1.350.000 euro dalla Regione Marche che ha inserito l’opera nell’elenco delle spese di investimento finanziate con ricorso al debito e per 300.000 euro da RFI.

“Gli interventi illustrati oggi – afferma Roberto Laghezza Direttore Commerciale Centro Sud Adriatica di RFI - sono in linea con le azioni e l’assetto dei servizi riportati nell’Accordo Quadro già sottoscritto da RFI con Regione Marche, e rappresentano un’importante opportunità per la mobilità regionale su ferro, migliorano la qualità del servizio e gettano le basi per lo sviluppo dei servizi stessi anche in un’ottica di integrazione modale ed accessibilità delle stazioni”.

“Risale al 2015 la richiesta dell’Università di Macerata alla Regione Marche per la realizzazione di una fermata dedicata all’Ateneo, in località Vallebona del rione “Vergini” di Macerata sulla linea Civitanova Marche/Montegranaro- Albacina – aggiunge Sciapichetti – Un progetto che mira ad accrescere i livelli di accessibilità dell’Università e ad innescare una significativa diversione modale dal trasporto individuale a quello collettivo con effetti benefici sulla congestione stradale, sull’inquinamento atmosferico, sulla sicurezza della circolazione e quindi, in ultima analisi, sulla qualità di vita della popolazione”.

“È un’operazione di grande importanza – commenta il rettore Francesco Adornato - con una ricaduta positiva per i nostri studenti e per la città tutta. Il polo didattico Luigi Bertelli ospita uno dei Dipartimenti più popolosi dell’Ateneo, quello di Scienze della formazione, dei beni culturali e del turismo, e la Scuola di specializzazione in beni storici artistici, per un totale di quasi cinquemila utenti. Oggi per raggiungere la zona si utilizza prevalentemente l’auto privata, creando problemi di parcheggio, inquinamento e congestione. L’intervento, inoltre, insieme all’elettrificazione della linea, può trasformare il tratto ferroviario in una sorta di metropolitana di superficie, che collega il quartiere delle Vergini con il centro della città”.

Per consentire le attività del cantiere, dal 1 luglio al 25 agosto, sull’intera linea Civitanova – Macerata - Albacina la circolazione ferroviaria sarà sospesa. In alternativa sarà predisposto un servizio sostitutivo con bus tra Civitanova-Macerata e Macerata-Fabriano.

I lavori sono effettuati nei mesi estivi per contenere al minimo i disagi ai lavoratori pendolari e agli studenti che, in tale periodo, riducono in maniera considerevole le proprie esigenze di mobilità per studio o lavoro.

Tag: rete ferroviaria italiana

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

Un investimento da 4,5 milioni di euro per super treni merci all'interporto di Padova

Convogli ferroviari di considerevoli dimensioni per ridurre i costi del trasporto su ferro e migliorare la competitività rispetto alla gomma. Con un investimento da 4,5 milioni di eur...

Stazioni ferroviarie d'Italia: in viaggio a Feltre a bordo del treno storico a vapore

Prosegue la rubrica dedicata alle stazioni ferroviarie d'Italia. Un appuntamento quindicinale che ci condurrà alla scoperta delle stazioni più important...

Brescia: lavori all'infrastruttura ferroviaria, stazione chiusa al traffico dalla sera del 24 al 27 luglio

Per consentire lo svolgimento a Brescia di lavori da parte del gestore dell’infrastruttura RFI, dalla sera di sabato 24 a martedì 27 luglio la circolazione delle linee che raggiungono la...

Mercato autocarri: nuova crescita a giugno (+41,7%), ma il confronto è con il 2020

Nuovi dati positivi per il mercato degli autocarri, il confronto però è sempre con l'annus horribilis della pandemia. Lo ha comunicato l'Anfia. A giugno 2021, il mercato degli autocarri...

Ferrovie: raddoppio tratta sulla Messina-Catania, aggiudicato appalto da 640mln di euro

La gara d'appalto da 640 milioni per il raddoppio della tratta ferroviaria Fiumefreddo-Taormina/Letojanni lungo la Messina-Catania è stata aggiudicata. I lavori, spiega Rfi (gruppo Fs...

Treni a levitazione magnetica nel futuro di Rete Ferroviaria Italiana e Nevomo

I treni a velocità quasi doppia rispetto a quella attuale, senza modificare le caratteristiche principali delle linee ferroviarie. Rete Ferroviaria Italiana e Nevomo stanno lavorando a questa...

Al mare in treno: il Gruppo Fs potenzia i collegamenti con 150 corse in più al giorno

Il traffico del rientro in auto dopo una giornata al mare spesso scoraggia anche i più impavidi. Ecco perché il Gruppo FS Italiane ha deciso di incrementare le corse per le coste...

Masutti (RFI): trasporto ferroviario al centro della mobilità del futuro

"Il trasporto ferroviario, intrinsecamente sostenibile, può e deve dare un contributo fondamentale alla costruzione della mobilità del futuro". Lo ha detto Anna Masutti, presidente di...