Fly Free Airways acquista Romavia

CONDIVIDI

lunedì 19 luglio 2021

Fly Free Airways ha rilevato il 100% della compagnia romana Romavia, con l’officina di manutenzione e tre business Jet. La startup torinese, fondata da Francesco D’Alessandro, punta infatti su un nuovo modello di business di jet sharing guardando al mercato mondiale. Il perfezionamento dell’operazione non è condizionato all’approvazione da parte di alcuna competente autorità o ad altre clausole sospensive. L’accordo è stato raggiunto con la famiglia del Comandante Giulio La Starza, fondatore e ceo della società. Romavia, con sede a Roma e fondata nel 1998, rappresenta oggi una delle realtà più note e dinamiche del settore aeronautico, con elevati standard qualitativi e reddituali. L’operazione permetterà, inoltre, di rafforzare ulteriormente la notorietà e la visibilità del Gruppo su questo importante mercato.

“L’operazione conclusa ha una rilevanza strategica per Fly Free Airways – ha affermato Francesco D’Alessandro, CEO di Fly Free Airways – in quanto ci permette di rafforzare la nostra presenza sui mercati internazionali, ed in particolare in tutta l’Europa”. Con questa operazione il gruppo acquisisce anche l’Officina di manutenzione (L.145) con sede negli hangar di Roma Urbe, il CAMO e la richiesta in corso del COA e rafforza il focus sulla fascia alta e di lusso del mercato.

Fly Free Airways è un tour operator e broker aeronautico specializzato in Business Travel Management, nell’organizzazione e gestione di voli charter in tutto il mondo e nella locazione di aerei privati. Una piattaforma online, gestibile dal web oppure dal cellulare tramite una semplice App, per la prenotazione di voli, privati e non, per business. Una piattaforma interattiva multicanale per la condivisione in real time, tratta per tratta, dei viaggi on demand all inclusive anche per Hotel, Ristoranti, NCC/Taxi, Intrattenimento e molto altro. Il portafoglio di clienti è composto da privati, aziende e operatori turistici le cui necessità specifiche richiedono un trattamento esclusivo e personalizzato, con le garanzie di affidabilità, efficienza e qualità che caratterizzano la compagnia aerea.

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

ADR e Save lasciano Assaeroporti. La replica dell’Associazione: scelta grave e immotivata

Aeroporti di Roma ha comunicato l'uscita da Assaeroporti, spiegando la decisione in una breve nota in cui viene evidenziato come da mesi sia stata constatata l’impossibilità in questo...

Auto: quali sono le cause dell'aumento dei prezzi?

I prezzi delle auto crescono ma, almeno per quanto riguarda le nuove, l’impennata diventa sempre più contenuta. Lo conferma l’elaborazione dell’Osservatorio Autopromotec su...

Piaggio Aerospace: accordo con Safran per il motore Ardiden 3

Piaggio Aerospace e la società francese Safran Helicopter Engines hanno sottoscritto una Lettera di Intenti che prevede una collaborazione nella produzione della famiglia di motori aeronautici...

Al via EXPO Ferroviaria a Rho Fiera Milano: 188 espositori da 14 paesi per la decima edizione

Decima edizione nel segno della mobilità sostenibile e del futuro - con una piattaforma digitale per seguire gli eventi in streaming - per EXPO Ferroviaria a Rho Fiera Milan...

Nuovo partner internazione per il porto di Trieste: è British American Tobacco

Il porto di Trieste ha un nuovo partner internazionale. Nella nuova zona franca di Bagnoli della Rosandra (FREEeste), è infatti nata la collaborazione pluriennale tra Interporto di Triest...

Confitarma: supportare la flotta italiana nella transizione ecologica

Alle audizioni presso le Commissioni riunite della Camera dei Deputati IX (Trasporti, poste e telecomunicazioni) e VIII (Ambiente, Territorio e Lavori Pubblici) del 27 settembre (ne avevamo...

In Regno Unito manca il carburante, priorità al personale medico

Accesso prioritario ed esclusivo ad alcune pompe di benzina ai lavoratori dei servizi essenziali, a cominciare dai medici. E' questa la soluzione a cui sta pensando il governo britannico per il piano...

Il lungo colpo di coda della Brexit: Made in Italy a rischio

In pericolo 3,6 miliardi di valore annuale delle esportazioni agroalimentari Made in Italy in Gran Bretagna, che nel 2021 per la prima volta da almeno un decennio risultano in calo (-2%). Gli...