Ricerca, innovazione e nuove tecnologie: Italferr partner del programma Horizon Europe

CONDIVIDI

venerdì 21 ottobre 2022

Ricerca e innovazione nell’utilizzo dei rifiuti come risorsa e nello sviluppo di nuove tecnologie per lo stoccaggio dell’idrogeno. Questi gli obiettivi dei due progetti comunitari di Horizon Europe che coinvolgono Italferr – società del Polo Infrastrutture del Gruppo FS – come unico player dell’industria ferroviaria e unico partner italiano dei due consorzi internazionali del programma UE. Le attività dei due progetti comunitari sono iniziate a luglio, e avranno durata complessiva di quattro anni.

Il primo progetto RECONMATIC “Automated tools for the valorisation of construction waste” punta alla gestione e alla valorizzazione dei rifiuti da demolizione e costruzione. L’intento è testare, validare e integrare soluzioni e strumenti innovativi che tengano conto dell’intero ciclo di vita degli edifici e delle infrastrutture trattando i rifiuti da demolizione e costruzione come una risorsa.

Il secondo, “MOST-H2, Novel metal-organic framework adsorbents for efficient storage of hydrogen”, vede le aziende europee impegnate a sviluppare nuove tecnologie per lo stoccaggio di idrogeno per mezzo di materiali assorbenti capaci di operare a determinate condizioni e garantire sia elevate performance che costi contenuti e un impatto positivo sull’ambiente.

I rifiuti da demolizione e costruzione come risorsa

Tra le attività di Italferr nell’ambito di RECONMATIC “Automated tools for the valorisation of construction waste”, troviamo l’approfondimento di tecnologie di automazione e digitalizzazione da integrare nella gestione dei rifiuti da demolizione e costruzione (come ad esempio la metodologia BIM e i gemelli digitali, il Digital Twin, che Italferr già impiega nella progettazione delle opere infrastrutturali), l’introduzione di metodologie per l’estensione della vita utile dei componenti costruttivi, e la valutazione delle performance di sostenibilità delle soluzioni individuate con approccio al ciclo di vita.

Nuove tecnologie per lo stoccaggio dell’idrogeno

Per quanto riguarda invece “MOST-H2, Novel metal-organic framework adsorbents for efficient storage of hydrogen” – progetto volto all’approfondimento e alla dimostrazione di efficacia e sostenibilità della tecnologia MOF (strutture monolitiche metallo-organiche) – la società di FS fornirà supporto tecnico nella realizzazione del serbatoio MOST-H2 criogenico con capacità di 500g di H2, oltre che nel condurre un’analisi tecnico-economica sulle opportunità di integrazione e adozione di questa tecnologia nel settore ferroviario.

Attraverso il coinvolgimento in Horizon Europe, di Italferr conferma come l’innovazione sia uno dei principali fattori abilitanti della propria attività e del Piano Industriale del Gruppo FS.

 

Tag: italferr, ferrovie

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

FS, Ita Airways e Gruppo Lufthansa insieme per un'esperienza di viaggio integrata

Nascono nuove importanti partnership commerciali e operative con lo scopo di offrire al cliente un'esperienza di viaggio integrata e comoda. Il 3 febbraio, il Gruppo FS Italiane ha sottoscritto due...

Stazioni ferroviarie, ecco come cambierà la sicurezza nel 2023

Ferrovie dello Stato Italiane e il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti stanno intensificando i loro sforzi per garantire la sicurezza dei viaggiatori sui treni italiani. Obiettivo che...

Polo Logistico Gruppo FS: Fit-Cisl, necessario un concreto rilancio del cargo ferroviario

Grande interesse è stato espresso dalla Fit-Cisl per il nuovo Piano industriale del Gruppo Fs Italiane, che prevede anche la riorganizzazione delle società in quattro Poli di...

Trenord: si aggiunge un Caravaggio sulla Milano-Lodi-Cremona-Mantova

La flotta Trenord si arricchisce con un nuovo convoglio ad alta capacità che si aggiunge a quello entrato in servizio lo scorso 14 novembre. L'azienda fa sapere che il 60% del...

FerMerci incontra il presidente della Commissione Trasporti: scenari incerti, trasporto ferroviario a rischio

I rappresentanti dell’Associazione FerMerci hanno incontrato il presidente della Commissione Trasporti della Camera dei Deputati, Salvatore Deidda, per discutere della situazione attuale...

Trieste e Monfalcone, un anno da primato per i porti dell'Adriatico Orientale

Pandemia, conflitto ucraino, crisi energetica e rallentamento degli scambi globali. Lo scenario economico globale è poco incoraggiante ma tutto ciò non ha impedito...

Il Gruppo FS punta al raddoppio della quota di merci trasportate via treno

Aumentare la quota delle merci trasportate tramite ferrovia è uno degli obiettivi più ambiziosi delle politiche europee in tema di crescita sostenibile. Il Gruppo FS, attraverso la...

Intermodalità, Gts espande la rete: dal 26 gennaio attive 6 corse Nola-Segrate

Gts, operatore intermodale pugliese, approda al Terminal Intermodale di Nola e attiva sei corse con Segrate. Il servizio sarà attivo a partire dal 26 gennaio. Il TI...