Terminali Italia riceve l’autorizzazione AEO che velocizza lo sdoganamento

CONDIVIDI

giovedì 10 marzo 2022

“L’autorizzazione AEO consentirà di velocizzare i flussi import ed export e di snellire i processi di sdoganamento. Un traguardo importante per offrire maggiore attrattività ai traffici del network con l’obiettivo di incrementare e promuovere l’intermodalità tra trasporto navale, ferroviario e su gomma”.

Così Giuseppe Acquaro, amministratore delegato di Terminali Italia, a cui l’ufficio di Modena dell’Agenzia delle Accise Dogane e Monopoli ha rilasciato l’autorizzazione AEO (Authorized Economic Operator).

Si tratta della prima autorizzazione rilasciata a una società pubblica del settore, con cui viene attestato che la società di Rete Ferroviaria Italiana che si occupa della gestione integrata dei servizi terminalistici (carico e scarico di casse mobili, container, semirimorchi e manovra dei treni) negli scali intermodali di RFI soddisfa tutti i requisiti di affidabilità amministrativa, finanziaria e doganale nonché gli standard di sicurezza per la movimentazione delle merci da e verso l’estero, in linea con le normative comunitarie che regolano i rapporti tra i soggetti privati e le autorità incaricate del controllo negli scambi internazionali.

Il primo terminal a beneficiare della AEO è Marzaglia (Modena) che, avendo già ottenuto l’autorizzazione al “magazzino di temporanea custodia”, potrà avviare l’iter per l’attivazione di un Fast Corridor tra il porto di La Spezia e lo scalo modenese.
Un corridoio ferroviario che consentirà di inviare i treni merci senza l’emissione di documenti doganali di transito.

Lo scalo merci di Marzaglia

Realizzato con un investimento di 110 milioni di euro, lo scalo merci Marzaglia, di proprietà RFI, dispone di 7 binari di cui 3 attivati a fine 2018, 2 operativi da novembre 2020 e 2 in funzione dalla primavera del 2021.

Complessivamente l’area si estende per 210.000 mq, di cui 30.000 per la manutenzione e la riparazione container, compresa l’officina e l’impianto di lavaggio a circuito chiuso di ultima generazione. Nel 2021 sono stati movimentati 1492 treni (30 nel 2020) e 59.480 container (1.045 nel 2020) per un totale di quasi 70 mila teu.

Per il 2022 è previsto un ulteriore graduale aumento dei collegamenti da e per i principali porti italiani e terminal inland, con l’obiettivo di raggiungere 98 treni settimanali (49 coppie) entro il primo semestre dell’anno. A servirsi del terminal sono, in particolare, due imprese ferroviarie con treni da e per La Spezia, Livorno, Genova e Ravenna.

 

 

Tag: rfi

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

Rinnovata la partnership tra RFI e Hardt per la ricerca sul treno supersonico Hyperloop

Far viaggiare i treni in capsule pressurizzate (in un vuoto quasi totale) posate su tubi d’acciaio. Questa la tecnologia avveniristica su cui si basa il progetto open source Hyperloop. Una...

Mims e RFI premiati a Esri Italia per il progetto Collegamenti ciclabili stazioni-università

Il progetto di mobilità sostenibile “Collegamenti ciclabili stazioni-università”, realizzato dal Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili (Mims) e...

Alta Velocità Salerno-Reggio Calabria: chiuso il dibattito pubblico

Con la presentazione della relazione conclusiva per la tratta Battipaglia-Romagnano si è chiuso ufficialmente il dibattito pubblico sul progetto di realizzazione della nuova linea ad Alta...

Rendere le stazioni ferroviarie hub della mobilità condivisa: intesa RFI-Osservatorio Sharing Mobility

Rendere le stazioni ferroviarie dei veri e propri hub della mobilità condivisa, integrando in maniera efficace e comoda il treno con i servizi di sharing mobility. Con questo obiettivo Rete...

Mims-Rfi-Regione Emilia Romagna: accordo per il completamento del Nodo Mediopadano

“La stazione Mediopadana è un’opera di grande valenza dal punto di vista architettonico e trasportistico, cruciale per l’intero sistema economico e della mobilità...

Hitachi Rail: accordo quadro con RFI per il sistema ERTMS in quattro regioni italiane

Il sistema ERTMS (European Rail Transport Management System) è il sistema di gestione del traffico delle ferrovie in Europa. Un grande progetto industriale in corso di attuazione, che ha come...

Un hub intermodale e sostenibile: presentato il progetto di riqualificazione della stazione di Lecce

Un hub intermodale che garantisca una migliore interazione tra differenti modalità di trasporto, facendo attenzione, al tempo stesso, alla rigenerazione urbana. Realizzare una stazione dal...

Venezia Mestre: consegnato da RFI il progetto di fattibilità della nuova stazione

Riqualificazione dello scalo e degli spazi adiacenti e importanti interventi strutturali per connettere Venezia Mestre e Marghera attraverso una piastra ciclopedonale da realizzare sopra i binari....