Traghetti, Ancim e Assarmatori: eliminare il limite di capienza del 50%

CONDIVIDI

martedì 1 giugno 2021

Eliminare il limite del 50% di capienza per i traghetti per dare un vero impulso al turismo.

È quanto hanno chiesto Ancim, l’associazione che rappresenta i comuni delle isole minori, e Assarmatori, l’associazione che raggruppa gran parte delle imprese di navigazione che operano nei collegamenti a corto raggio, ai ministri della Sanità, del Turismo e delle Infrastrutture e della Mobilità sostenibili, nonché, in contemporanea, ai Presidenti delle Regioni interessate.

Collegamenti con le isole: per Ancim e Assarmatori il limite del 50% non è più attuale

Nonostante gli standard di sicurezza adottati dagli armatori per le navi che garantiscono il trasporto passeggeri da e per le isole, le attuali misure di contenimento continuano a imporre a traghetti, aliscafi e mezzi veloci un coefficiente di riempimento non superiore al 50%: una limitazione che ad oggi non è prevista per altre tipologie di trasporto, come quello aereo.

Secondo le associazioni, dimezzare la capacità di trasporto dei passeggeri significa procurare danni al mercato turistico locale, che rappresenta la principale fonte di reddito e di ricchezza per le imprese locali, i lavoratori e le stesse comunità insulari, e il danno è ancora più grave perché il turismo è per queste realtà un’attività esclusivamente estiva e la stagione turistica sta già iniziando. Ma far viaggiare le navi con il limite del 50% dei passeggeri ha effetti pesantissimi anche per le compagnie di navigazione che da inizio della pandemia hanno continuato a garantire la continuità territoriale tra isole e terraferma, nonostante il calo dei ricavi.

Traghetti: le procedure di sicurezza anti-Covid

I presidenti di Ancim e Assarmatori, Del Deo e Messina, hanno ricordato, inoltre, che le dotazioni di sicurezza anti-Covid presenti a bordo delle navi sono in grado di proteggere quote di passeggeri ben superiori al 50%, che il ricambio dell’aria è sempre garantito, anche in navigazione; che prima dell’imbarco viene controllata la temperatura di ogni singolo passeggero e a bordo permane l’obbligo di indossare le mascherine; che imbarco e sbarco dei passeggeri sono organizzati in modo da separare i flussi, evitando quindi assembramenti, mentre a bordo gli spazi comuni garantiscono il necessario distanziamento.

Tag: AssArmatori, traghetti

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

Assarmatori rilancia il proprio impegno sullo shipping sostenibile

Come prolungare il Genoa Blue Agreement, aggiornamento delle misure per ridurre le emissioni di fumi nei porti, i progetti per l’elettrificazione delle banchine. Questi alcuni dei temi sui...

Forum Assocostieri/Assarmatori: il GNL è il futuro del trasporto marittimo

GNL, ossia gas naturale liquefatto, come unica risorsa per il futuro del trasporto marittimo sostenibile. Ne sono convinti Assocostieri e Assarmatori riuniti oggi nel forum su “Il ruolo dei...

Porti: Assarmatori incontra la viceministra Teresa Bellanova (Mims)

È un dialogo aperto e costruttivo quello instaurato tra Assarmatori e la viceministra alle Infratsrutture e alle Mobilità Sostenibili Teresa Bellanova. Il presidente...

Sicilia-Malta: Virtu Ferries potenzia i collegamenti con un secondo catamarano

Cresce il numero di viaggi per i collegamento marittimo della tratta Sicilia-Malta. Previste giornate con tre partenze e tre arrivi in un solo giorno. Ciò permetterà alle numerose...

Trasporto marittimo: Tirrenia opererà il collegamento Civitavecchia-Olbia per due anni

L'isolamento del nord est della Sardegna, sopratutto nei mesi invernali, è stato scongiurato. Il ministero delle Infrastrutture e della mobilità sostenibili ha decretato l'assegnazione...

Al porto di Ancona nuove procedure digitali di controllo per una maggiore efficienza

L’innovazione tecnologica sarà protagonista al Porto di Ancona. Lo scalo apre le porte a nuove procedure doganali digitali. Il progetto di ADM e dell’Autorità di sistema...

Gnv: a metà maggio 2021 entra in flotta la nuova nave Aries

I collegamenti commerciali tra Napoli e Palermo si arricchiscono con l'arrivo della nuova nave Gnv Aries, che entrerà in flotta a metà maggio 2021. La nave, che opererà le linee...

Assarmatori chiede incentivi per sviluppare tecnologie per flotte più sostenibili

Un trasporto marittimo più sostenibile e rispettoso dell’ambiente e delle comunità può essere considerato onere esclusivo degli operatori privati?Secondo Assarmatori...