Porto di Trieste: riattivato collegamento ferroviario con le stazioni di Servola e Aquilinia

CONDIVIDI

lunedì 6 settembre 2021

“Sette milioni e mezzo di investimento, e due anni per completare uno dei tasselli più importanti dello sviluppo ferroviario del porto. Grazie alla collaborazione con RFI, oggi siamo in grado di essere sempre più competitivi, recuperando parti fondamentali dell’impianto portuale di Trieste. Continua così la nostra strategia di non investire in grandi opere, ma di rivitalizzare tutta quella parte di infrastrutture già presenti”. Così il presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Orientale Zeno D’Agostino ha commentato la riattivazione del collegamento degli impianti di Servola e Aquilinia alle linee verso Venezia e Tarvisio.

Dismessi negli anni Novanta, i due scali vengono riconnessi tramite una bretella ferroviaria di circa un chilometro, fra l’ex Bivio San Giacomo e l’ex Bivio Canteri. In pratica i treni in partenza da e per Servola potranno immettersi direttamente sulla linea di cintura di Trieste, senza dover effettuare manovre intermedie a Campo Marzio, che potrà contare su un incremento di capacità a servizio dei terminal raccordati nel Punto Franco Nuovo (moli V, VI, VII). Nei giorni scorsi, su richiesta di RFI, Adriafer ha già effettuato con successo dei treni prova, per testare la funzionalità del nuovo binario.

I piazzali di Aquilinia e Servola, attivati tra gli anni Trenta e Sessanta del Novecento per consentire lo sviluppo industriale dell’area giuliana, assumono dunque una nuova funzionalità al servizio del porto. Nelle aree dell’ex Aquila e dell’ex ferriera di Servola, è infatti prevista l’estensione dell’ambito portuale, iniziata già con l’attivazione nel marzo di quest’anno della nuova piattaforma logistica.

In questo modo un altro tassello si aggiunge al riassetto complessivo della stazione di Trieste Campo Marzio, che al termine degli interventi previsti (investimento 112 milioni di euro) – che comprenderanno anche l’attivazione del modulo merci da 750 metri – continuerà ad essere, con le attuali stime di crescita, il primo scalo merci italiano per numero di treni.

 

Tag: porto trieste, rfi

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

Investimenti, stazioni, persone a ridotta mobilità: RFI incontra le associazioni dei consumatori

Continuano i periodici confronti tra il management delle Ferrovie e i rappresentanti delle organizzazioni che tutelano i diritti dei consumatori con cui il Gruppo FS punta a rendere partecipi gli...

Rfi: gara da 970 milioni per la Circonvallazione Ferroviaria di Trento

Un’opera dal valore di circa 970 milioni di euro, di cui 930 milioni finanziati con i fondi del Pnrr, finalizzata a incentivare lo shift modale su ferro del trasporto merci, anche in vista...

Interoperabilità ferroviaria: oltre le barriere linguistiche con il progetto Translate4Rail

Mettere in atto tutte le azioni necessarie per promuovere lo shift modale, dalla strada al ferro, nei traffici internazionali, incluse le iniziative tese a favorire il rispetto dei requisiti...

Un polo di mobilità integrata e servizi per la città: il progetto della nuova stazione di Bergamo

La stazione ferroviaria si trasforma in un nodo di mobilità integrata e in un polo di servizi per la città. Lo prevede il progetto di Fattibilità Tecnica ed Economica del...

Via all'ammodernamento e velocizzazione della ferrovia Adriatica: un’ora in meno tra Bologna e Bari

Un progetto che renderà la linea ferroviaria Adriatica più moderna, veloce e in grado di rispondere in maniera più adeguata alle esigenze di imprese e cittadini. Il ministro...

Via in Puglia alla sperimentazione del trasporto ferroviario di nuova generazione

“L’Italia guarda al futuro e si pone all’avanguardia nello sviluppo tecnologico applicato alla mobilità sostenibile, garantendo il massimo della sicurezza. L’accordo...

Rfi: entro 2022 prima gara per il quadruplicamento del Terzo Valico

Potrebbe diventare realtà tra il 2027 e il 2028 il secondo dei tre lotti indispensabili a collegare Genova con Milano in 50 minuti attraverso la linea ad alta velocità del Terzo Valico....

Porto di Taranto-RFI: protocollo di intesa con Regione Puglia e Mims per la sperimentazione di un sistema di trasporto ultraveloce

Individuazione e sperimentazione sul campo di un sistema di trasporto merci e passeggeri alternativo, sostenibile e ultraveloce a guida vincolata e a basso consumo di energia, valutando i vantaggi e...