Al porto di Ancona nuove procedure digitali di controllo per una maggiore efficienza

CONDIVIDI

mercoledì 21 aprile 2021

L’innovazione tecnologica sarà protagonista al Porto di Ancona. Lo scalo apre le porte a nuove procedure doganali digitali.

Il progetto di ADM e dell’Autorità di sistema portuale introduce un avanzato e innovativo processo di controllo digitale e di tracciamento del trasporto dei mezzi in sbarco e in imbarco sui traghetti e in prospettiva sui container all’interno dello scalo dorico. Un sistema software di intelligenza artificiale in grado di monitorare e controllare autonomamente i flussi di mezzi in imbarco e sbarco.

Ridotta la percorrenza dei mezzi pesanti all’interno del porto

Il progetto TinS-Trasferimento in sicurezza, cofinanziato dall’Unione europea con il progetto Smart-C e condiviso da ADM, Autorità di sistema portuale e Guardia di Finanza, è iniziato in via sperimentale a giugno 2018.

Questo ha permesso di spostare tutti i mezzi pesanti che sostavano nel porto Antico di Ancona, per espletare le pratiche doganali in un’area doganale esterna al porto, il terminal intermodale Scalo Marotti, spazio strategico acquistato dall’Autorità di sistema portuale da RFI che lo intendeva dismettere. La sperimentazione ha già permesso di ridurre la percorrenza dei mezzi pesanti all’interno del porto con un risparmio annuo stimato in circa 60 mila chilometri complessivi, con la conseguente diminuzione delle emissioni a ridosso della città.

Grazie al sistema di intelligenza artificiale acquisito dall’Autorità di sistema portuale e messo a disposizione di ADM, Guardia di Finanza e operatori dello scalo, i mezzi in imbarco e sbarco vengono seguiti in tempo reale in ogni loro spostamento durante l’intero percorso che li conduce allo scalo Marotti alle aree di imbarco e viceversa. Ogni anomalia viene segnalata automaticamente senza la necessità di un controllo diretto e continuo da parte del personale.

Maggiore efficienza e sicurezza nelle procedure di controllo

Con il progetto, la cui realizzazione è stata inserita nel più ampio accordo sulla digitalizzazione del Sistema Portuale del Mare Adriatico Centrale firmato ad ottobre 2020 tra il Presidente Rodolfo Giampieri e il Direttore Generale di ADM Marcello Minenna, sono state installate le infrastrutture per i controlli doganali e definite le procedure autorizzative per le merci in transito nel porto di Ancona oltre a promuovere l’interoperabilità fra i sistemi informativi già utilizzati.

“Grazie a questo progetto, nato dalla collaborazione con ADM e Guardia di Finanza, abbiamo creato le premesse per ottenere una maggiore efficienza e sicurezza nelle procedure di controllo dei mezzi in transito legati al traffico dei traghetti - afferma il segretario dell’Autorità di sistema portuale, Matteo Paroli -, un’iniziativa condivisa che, grazie alla dematerializzazione dei flussi informativi, ci consente di lavorare in piena interoperabilità, con effetti positivi anche per gli operatori logistici”.

Tag: traghetti, porto di ancona

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

Porto di Ancona: passeggeri in aumento del 38% rispetto alla scorsa estate

Con l’entrata nel vivo della stagione estiva il porto di Ancona registra numeri che testimoniano una forte ripresa del traffico passeggeri, sia per quanto riguarda i traghetti che le crociere....

Porti di Ancona e Ortona: traffico merci in crescita nei primi sei mesi dell’anno

“Questi dati confermano come i principali porti di Marche e Abruzzo siano protagonisti e a servizio della realtà economica e sociale di entrambi le regioni, con ricadute positive sia...

Norme IMO e Fit for 55: allarme per le conseguenze sui traghetti italiani in due studi di Assarmatori

Nel 2025 il 73% delle navi ro-ro e traghetti italiani risulteranno non ottemperanti alle nuove norme IMO sulle emissioni e quindi potenzialmente non più in grado di navigare. Un vero e proprio...

Navi ro-ro da passeggeri: Ministri dei Trasporti Ue adottano posizione su rafforzamento dei requisiti di stabilità

I Ministri dei Trasporti dell’Unione Europea hanno adottato la posizione (orientamento generale) sulla proposta di introdurre requisiti di stabilità più rigorosi per le navi ro/ro...

Porti dell’Adriatico centrale: traffico merci in aumento rispetto ai numeri pre Covid

Dati più che positivi i per il traffico merci dei porti di Ancona e Ortona nel primo trimestre 2022, che registrano una netta crescita anche rispetto al periodo precedente alla pandemia....

Gruppo Grimaldi: in servizio una terza nave sulla rotta per Patrasso

Una nuova nave del Gruppo Grimaldi entra in servizio sulla tratta che collega l’Adriatico alla Grecia, Venezia-Bari-Patrasso. Da mercoledì 4 maggio, infatti, alle due unità...

Grimaldi introduce la nave Igoumenitsa sulla linea giornaliera tra Bari e la Grecia

Novità sulla linea ro-pax giornaliera operata dal Gruppo Grimaldi tra Brindisi e il porto greco di Igoumenitsa. Al posto della nave la nave Florencia, impiegata temporaneamente sulla line...

Porto di Ancona: la stagione delle crociere riparte il 10 aprile con MSC Fantasia

Il porto di Ancona si prepara a vivere un’estate all’insegna della ripartenza a pieno regime del traffico crociere. Domenica 10 aprile sarà MSC Fantasia ad aprire ufficialmente la...