Porto di Ancona: record container nel 2019, + 10%

mercoledì 22 gennaio 2020 16:50:08

Record di merci in container al porto di Ancona nel 2019: da 1.135.549 a 1.253.197 tonnellate (+10%). Il dato è emerso durante la presentazione ad Ancona del rapporto statistico dell'Autorità di sistema portuale del Mare adriatico centrale (Marche e Abruzzo).

In totale nei porti di competenza dell'Authority (Ancona, Falconara Marittima, Pesaro, San Benedetto del Tronto, Pescara e Ortona) sono transitate merci per 11,8 milioni di tonnellate (stabile) mentre sono aumentati i passeggeri da 1.163.814 a 1.202.973. Sono 1.189.441 quelli sbarcati ad Ancona (772.540 dalla Grecia); i crocieristi sfondano quota 100mila (dai 67.031 del 2018 a 100.109 dello scorso anno; +49%).

Dallo scalo crescono le esportazioni di merci (+13%) e l'import (+7%). Per il traffico contenitori, Ancona raggiunge il terzo proprio miglior risultato assoluto (176.193; +11%) nonostante la diminuzione del numero di toccate (-23%): meno navi ma sempre più grandi. Complessivamente, invece, nel porto del capoluogo marchigiano le merci transitate lo scorso anno sono calate del 4% in particolare a causa della diminuzione di quelle 'liquide' per l'indisponibilità di un pontile utilizzato dalla Raffineria Api di Falconara Marittima per l'imbarco di prodotti petroliferi. Un dato, ha riferito il presidente Rodolfo Giampieri, in ripresa da inizio anno.
"Sono numeri importanti, ha rimarcato, "che definiscono i porti come infrastrutture al servizio dell'economia" nella "sostenibilità".

In particolare "Ancona, in un periodo di crisi, ha la fortuna di avere uno scalo internazionale che contribuisce a creare ricchezza". Opportunità che arrivano, ha chiosato, grazie agli imprenditori "principali artefici della crescita", al "fantastico equilibrio tra istituzioni" e alla capacità delle strutture e dell'Authority di dare risposte sempre più puntuali e professionali in una situazione nuova, con cinque porti. Alla presentazione sono intervenuti il direttore marittimo delle Marche e comandante del porto di Ancona, contrammiraglio Enrico Moretti, l'assessore comunale Ida Simonella e il segretario generale dell'Adsp Matteo Paroli. Nel 2019 la direzione marittima, nei porti interessati, ha eseguito 3.639 controlli in ambito portuale per la sicurezza della navigazione (1.460 ad Ancona) e 78 verifiche (una sanzione) sul tenore di zolfo nel combustibile per uso marittimo dei natanti.

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata


Leggi anche

Leggi gli altri articoli della categoria: Mare

Altri articoli della stessa categoria

Msc Crociere: nuovo protocollo operativo per la salute e la sicurezza

martedì 7 luglio 2020 11:24:40
Msc Crociere insieme al team di esperti Blue Ribbon COVID Expert Group per sviluppare un nuovo protocollo operativo per la salute e la sicurezza da attuare...

Porti liguri, Federlogistica-Conftrasporto: pedaggi autostradali alle AdSp per mantenere competitività

lunedì 6 luglio 2020 12:13:30
I problemi legati alla viabilità ligure si ripercuotono anche sul traffico merci e passeggeri che transita nei porti liguri....

Porto di Civitavecchia, arriva il servizio informazioni turistiche della Regione Lazio

venerdì 3 luglio 2020 12:29:18
Porto di Civitavecchia portavoce del turismo laziale. All’interno degli uffici sarà a breve presente un punto di informazione per la promozione...

Dl Rilancio: Confitarma chiede un dialogo costruttivo sull’autoproduzione

venerdì 3 luglio 2020 15:26:48
La Confederazione Italiana Armatori ha espresso preoccupazione per le iniziative volte a modificare il regime dell’autoproduzione delle operazioni...

Assologistica chiede regole condivise per l'autoproduzione portuale

mercoledì 1 luglio 2020 15:29:20
Sull'autoproduzione in ambito portuale servono regole chiare e condivise. Lo afferma il presidente di Assologistica, Andrea Gentile, ricordando come il tema di...