Its, Trento: nasce il progetto Movalia Cybermobility, il futuro della mobilità urbana

lunedì 4 dicembre 2017 18:06:13

La cybermobility si può considerare la nuova frontiera della mobilità urbana che ha per sistema nervoso la rete Internet e usa smartphone e dispositivi digitali di bordo per interfacciarsi con il mondo fisico. Tant'è che le pubbliche amministrazioni infatti stanno puntando su questo fronte. Proprio oggi Alessandro Olivi, vicepresidente della Provincia di Trento, ha siglato un accordo negoziale per "Movalia Cybermobility", un progetto - fanno sapere - per la realizzazione di nuove piattaforme, e servizi informatici applicati ad una mobilità da rendere sempre più fluida, sicura, e sostenibile. Movalia srl è una start up che opera nel campo delle applicazioni e dei servizi per la cybermobility attraverso lo sviluppo di Sistemi di Trasporto Intelligente e altri strumenti tecnologici avanzati.

Nelle città del futuro infatti sarà come se una invisibile torre di controllo gestisse il movimento di mezzi, persone e cose, suggerendo i percorsi migliori e disciplinando il traffico, sfruttando il mix ottimale di mezzi pubblici e privati, indirizzando a parcheggi di scambio, verificando che le merci in viaggio siano trasportate da chi è titolato a farlo, rendendo off-limits al traffico determinate zone.

La spesa per la realizzazione del progetto, il cui target sono prevalentemente enti pubblici o aziende di trasposto, ammonta a circa 1,9 milioni di euro, di cui 1.139.355,99 euro coperti da contributo provinciale in base a quanto previsto dalla legge 6/99. La società, che occupa attualmente 11 addetti si impegna a raggiungere in Provincia di Trento le 20 unità lavorative annue entro fine 2018, che diventeranno almeno 24 nel 2019 e e 27 entro il 2020.

Inoltre l'impegno assunto, anche tramite Trentino Sviluppo, è quello di coinvolgere almeno tre aziende trentine nella nuova attività. "Il Trentino - ha sottolineato Alessandro Olivi - vuole essere un territorio-leader nel settore della mobilità innovativa e, quindi, guardiamo con favore ad iniziative come questa, tantopiù che si propongono di aumentare considerevolmente il numero di occupati rivolgendosi soprattutto a persone giovani e molto preparate".

Nel caso specifico Movalia si impegna non solo a portare a termine il progetto con le modalità previste, che comportano fra l'altro un consistente aumento del'occupazione - il personale impiegato risulterà, al termine del progetto, più che raddoppiato - ma anche a mantenere la produzione in Trentino per un periodo di 10 anni. "L'azienda opera nel campo della mobilità sostenibile - ha detto il consigliere delegato di Movalia Alfredo Bolelli - ma soprattutto si occupa di come utilizzare tutte le informazioni provenienti dalla mobilità e dai veicoli in tempo reale, interconnettendoli con i servizi". Quattro i filoni principali: mobilità nel trasporto pubbico, interazione veicoli-infrastruttura, centri per la gestione della mobilità, informazione door to door. L’elemento innovativo riguarda soprattutto la possibilità di rendere questi servizi predittivi, ovvero in grado di prevedere ciò che servirà in futuro a partire dai dati già esistenti. 

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

CONDIVIDI
Leggi anche

Trento: trasporto pubblico gratuito per i settantenni, ecco le modalità di accesso

A partire dal prossimo 1° febbraio tutti i residenti in Trentino non lavoratori che abbiano compiuto 70 anni possono viaggiare gratuitamente sui mezzi di trasporto pubblico. Le modalità di...

Provincia autonoma di Trento, in arrivo 28 milioni di euro per la viabilità

La giunta della Provincia autonoma di Trento ha aggiornato il piano degli investimenti per la viabilità (2014-2018), per complessivi euro 354.961.101,20. Incremento di 28 milioni di eur...

Provincia Autonoma Trento: vertice Rossi-Toninelli su Brennero e A22

Il corridoio del Brennero della sua futura gestione e della correlata tematica relativa alla concessione autostradale per l’A22 sono i temi al centro dell’incontro romano fra il...