Sita: i passeggeri usano sempre più tecnologie per il volo

mercoledì 7 agosto 2019 14:12:21

Grazie alla tecnologia il relax di una vacanza può iniziare già in aeroporto: secondo Sita, fornitore globale di tecnologia per il trasporto aereo, i viaggiatori che utilizzano soluzioni IT per il volo – da prenotazione (85%) e check-in (54,5%) al bag drop (20,5%), fino a imbarco (23%) e controlli di frontiera (44%) – sono sempre di più e sono più felici di chi si affida a metodi tradizionali. E chi sceglie la tecnologia è più disposto a spendere per servizi ancillari, ristorazione, shopping e altro: l’indagine 2019 Passenger IT Insights di Sita rileva che i passeggeri che utilizzano soluzioni IT sono una volta e mezza più disposti a consumare in aeroporto servizi a pagamento, rispetto agli altri.
La tecnologia rende più felici: i passeggeri che utilizzano soluzioni IT prima e durante il volo provano emozioni più positive di chi non lo fa. I picchi si registrano in volo – l’8,1% di soddisfazione in più – e al ritiro bagagli. In questa fase, tradizionalmente associata a sensazioni negative, i viaggiatori che hanno scelto di ricevere notifiche sul bagaglio sul proprio smartphone – pari al 26% – hanno riportato un livello di soddisfazione dell’8,6% più alto rispetto a chi ha fatto affidamento ai display in aeroporto (53%) o agli annunci sonori (34%).
Altro momento a risentire positivamente dell’introduzione di soluzioni tecnologiche – per esempio, il Wi-Fi in aeroporto – è l’attesa prima del volo, quando i viaggiatori che usano soluzioni IT provano il 5,8% delle emozioni positive in più rispetto a chi non ne utilizza.
E nella fase del controllo passaporti, che sta registrando un sempre più deciso ingresso della tecnologia, l’avanzare delle soluzioni biometriche a riconoscimento facciale – nel 2017 le utilizzava il 21% dei passeggeri, nel 2018 il 44% – ha portato a un balzo dell’indice di soddisfazione. I passeggeri che hanno superato i controlli con la biometria sono più soddisfatti del 3,85% rispetto a coloro che sono stati assistiti dall’agente.
Una buona disposizione all’uso della tecnologia va di pari passo con la propensione alle spese: l’indagine Sita rileva che i passeggeri “tech-enabled” sono una volta e mezza più disposti a consumare servizi a pagamento in aeroporto. E il dato è ancora più elevato durante il volo, quando i viaggiatori avvezzi all’uso di soluzioni IT sono due volte e mezza più propensi a usufruire di servizi a pagamento: un risultato che li rende un target prioritario per le compagnie.
L’indagine offre alcuni spunti di scenario: la maggioranza dei viaggiatori (86%) consuma servizi in aeroporto o a bordo, ma non tutti sono disposti ad andare oltre quanto offerto gratuitamente dagli operatori, compagnie aeree o aeroporti.
L’attesa prima del volo è la fase del viaggio in cui si consuma di più: il 64% dei passeggeri usufruisce di servizi a pagamento prima di imbarcarsi, mentre il 21% cerca opzioni gratuite. Il servizio più richiesto? La connessione Wi-Fi: il 55% dei viaggiatori ne usufruisce se gratuita; per averla, il 7% è disposto a spendere fino a 25 dollari; il 2% fra 26 e 99 dollari; l’1% arriverebbe a cifre superiori a 100 dollari pur di essere sempre connesso.
Il secondo obiettivo di consumo in aeroporto, prima dell’imbarco, è il relax. Il 45% dei passeggeri cerca aree di relax disponibili gratuitamente; il 9% vi accederebbe spendendo fino a 25 dollari; il 3% fino a 99 dollari; l’1% oltre 100 dollari. Altre opzioni a pagamento ricercate prima dell’imbarco sono la ristorazione (46%), lo shopping (39%), e i servizi massaggi (14%).
In volo il 48% dei passeggeri paga per optional aggiuntivi, mentre il 38% usufruisce di proposte “free”. I servizi gratuiti più richiesti sono bevande (45%), contenuti di infotainment (42%) e di entertainment (39%), cibo (32%). Il 30% dei passeggeri si connette volentieri al Wi-Fi, se gratuito; mentre il 21% vorrebbe connettersi gratis con il proprio mobile.
Fra i servizi a pagamento, oltre a drink (30%) e bevande (29%), i più richiesti sono prodotti duty free (28%), servizi a destinazione (19%), entertainment (15%), connessione mobile (14%).


© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata


Leggi gli altri articoli della categoria: Industria

Altri articoli della stessa categoria

Airbus-Delta svilupperanno nuove soluzioni predittive di manutenzione

mercoledì 16 ottobre 2019 17:35:04
Airbus e Delta Air Lines stanno creando un'alleanza digitale per sviluppare nuove soluzioni predittive per la manutenzione e il monitoraggio dello stato di...

Airbus: accordo con Air Austral per tre A220

lunedì 14 ottobre 2019 17:02:14
Air Austral, il vettore francese con sede nell'Isola de La Réunion, ha siglato un ordine fermo con Airbus per tre A220, diventando il primo cliente...

Airbus: consegnato il millesimo aeromobile della famiglia A320neo

venerdì 11 ottobre 2019 10:04:56
Airbus ha consegnato il millesimo aeromobile della famiglia A320neo, nello specifico un A321neo, prodotto ad Amburgo, che entra a far parte della flotta di...

Boeing-Porsche: accordo per il mercato della mobilità aerea urbana

venerdì 11 ottobre 2019 14:22:53
Porsche e Boeing hanno sottoscritto un Memorandum of Understanding al fine di esplorare il mercato della mobilità aerea urbana e le possibilità...

Leonardo: tre ATR 72MP per la Guardia di Finanza

giovedì 10 ottobre 2019 11:00:18
Leonardo ha firmato con la Guardia di Finanza un contratto del valore di oltre 150 milioni di euro per la fornitura di tre ATR 72MP e dei relativi servizi di...

Iata: studio su competitività dell’industria del trasporto aereo in Italia


Uno studio pubblicato dall’Associazione internazionale del trasporto aereo (Iata) dimostra che un settore del trasporto aereo più competitivo in Italia potrebbe generare circa...