Leonardo: via libera dal Ministero della Difesa UK alla fase 3 di Proteus

CONDIVIDI

giovedì 21 luglio 2022

Il Ministero della Difesa del Regno Unito ha assegnato a Leonardo un contratto quadriennale del valore di 71 milioni di euro relativo alla terza fase del programma per lo sviluppo di un dimostratore tecnologico ad ala rotante a pilotaggio remoto (RWUAS - Rotary Wing Uncrewed Air System). Il programma prevede lo sviluppo di un prototipo avanzato destinato ad attività dimostrative in volo e denominato “Proteus” negli ambienti della Difesa britannica. Si tratta di un elemento centrale nella ‘vision’ delle future capacità dell’aviazione della Royal Navy nel contrasto alle minacce sottomarine.

Questo contratto sostiene obiettivi strategici dell’azienda per il suo sito di Yeovil, nel Somerset, già centro produttivo degli elicotteri britannici: espansione delle sue attività e, inoltre, centro di eccellenza per i sistemi a decollo verticale a pilotaggio remoto per impieghi militari. A livello internazionale Leonardo è già al centro di diversi programmi di ricerca e innovazione nel campo dei sistemi a pilotaggio remoto: mobilità aerea, sistemi di combattimento, tecnologie anti-drone, gestione del relativo traffico aereo. Inoltre ha dato prova delle sue competenze e capacità nel settore nel corso di importanti esercitazioni europee come Unmanned Warrior, Italian Blade e Ocean 2020.

Nel Regno Unito Leonardo è un partner fondamentale del Ministero della Difesa e ha già investito in maniera significativa in capacità militari a pilotaggio remoto nel paese. A Yeovil le competenze in campo elicotteristico dal punto di visto progettuale e ingegneristico hanno reso il sito un riferimento anche per sistemi a pilotaggio remoto. L’Azienda aveva già realizzato in precedenza diversi progetti di ricerca nelle fasi 1 e 2 del programma RWUAS. La fase 3 sosterrà ed accrescerà queste capacità nazionali di progettazione e sviluppo tecnologico attraverso la realizzazione di un prototipo totalmente nuovo destinato ad attività di volo dimostrativo.

Sulla base dell’esperienza acquisita e della tecnologia sviluppata nel corso delle prime due fasi del programma RWUAS, la fase 3 vedrà Leonardo impegnata nella realizzazione di un dimostratore modulare con un peso fino a 2-3 tonnellate. Il prototipo duale RWUAS potrà effettuare diversi tipi di missione nel campo della difesa e degli impieghi di pubblica utilità. Tra questi: intelligence, sorveglianza e ricognizione, missioni navali, supporto logistico. L’elevata capacità di carico e l’ampio volume, unitamente alla capacità di operare in condizioni ambientali difficili susciteranno l’interesse di molteplici potenziali utilizzatori.

La maggior parte del programma, che beneficia di tutte le competenze di Leonardo nel settore dalla progettazione alla costruzione, sarà eseguita presso lo stabilimento di Yeovil. Sosterrà e accrescerà competenze fondamentali e favorirà opportunità nel campo della progettazione e dell’ingegneria ad alto valore. Un gruppo di 60 specialisti sarà dedicato al programma, con la possibilità di essere esteso a 100 dipendenti.

La fase 2 del programma RWUAS aveva beneficiato delle attività di ricerca e sviluppo avviate con la fase 1 tra il 2013 e il 2015. Con la fase 2 hanno avuto luogo ulteriori attività di ricerca, sviluppo, analisi e sperimentazione, relativamente a tecnologie di aeromobili a decollo e atterraggio verticale, all’interno dei futuri ambienti operativi, nell’ambito di flotte miste e delle più generali capacità della difesa.

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

Trenitalia arriva in Spagna: dall'autunno via al Frecciarossa 1000 tra Madrid e Barcellona

Dopo Francia, Gran Bretagna Grecia e Olanda, il Gruppo FS è pronto a far viaggiare ad alta velocità gli spagnoli: è tutto pronto, infatti, per il via alle prove tecniche del...

Prometeon Tyre Group scende in campo: sarà main sponsor di Parma Calcio

Un accordo pluriennale attraverso cui sostenere una delle più blasonate squadre italiane, che nella sua storia ha vinto tre Coppe Italia, una Supercoppa Italiana, una Coppa delle Coppe, due...

Trasporto passeggeri, MIMS: 70mln di euro per il 2022

70 milioni per il settore trasporti per fronteggiare l'aumento eccezionale del prezzo dei carburanti. È quanto prevede il Decreto Aiuti approvato dal Consiglio dei Ministri e pubblicato in...

Trasporto pubblico locale: prosegue il piano del Mims per l’ammodernamento degli autobus

L’agenda europea per la transizione ecologica impone a governi e amministrazione locali un calendario serrato verso gli obiettivi di decarbonizzazione e progressiva riduzione dell’impatto...

Varato nel porto di Gaeta il primo catamarano completamente alimentato a idrogeno

Prosegue l’impegno dei porti del Lazio verso l’efficientamento delle operazioni e la riduzione dell’impatto ambientale delle attività portuali. A pochi giorni...

Raddoppiano le risorse per il bonus trasporti: l'incentivo sarà disponibile da settembre

Le risorse destinate al bonus per incentivare l'uso dei trasporti pubblici raddoppiano (ne avevamo parlato qui). Il decreto Aiuti bis varato dal Consiglio dei ministri rafforza...

Obiettivo mobilità integrata e sostenibile: accordo Trenitalia-TIER

TIER, operatore multinazionale di servizi di micro-mobilità condivisa, e Trenitalia (Gruppo FS Italiane) uniscono le forze per accelerare l’evoluzione della mobilità verso sistemi...

Porto di Taranto-RFI: protocollo di intesa con Regione Puglia e Mims per la sperimentazione di un sistema di trasporto ultraveloce

Individuazione e sperimentazione sul campo di un sistema di trasporto merci e passeggeri alternativo, sostenibile e ultraveloce a guida vincolata e a basso consumo di energia, valutando i vantaggi e...