Trasporto combinato, Emilia Romagna: pubblicato bando per incentivare il trasporto ferroviario delle merci

CONDIVIDI

venerdì 10 gennaio 2020

Pubblicato in Emilia-Romagna un bando attuativo (dell’art. 10 della Legge Regionale n. 30 del 10 dicembre 2019 (Legge di stabilità regionale 2020), che prevede misure di incentivazione al trasporto ferroviario ed alla navigazione fluvio-marittima delle merci. Lo rende noto Anita.

Stanziati 1.000.000 euro l’anno, per tre anni, di cui il 90% sulla componente ferroviaria e la restante parte su quella fluvio-marittima.

Gli interessati possono presentare richiesta di contributo fino alla scadenza del 10 febbraio 2020. Entro 120 giorni dalla scadenza del termine fissato per l’invio verrà stilata una graduatoria per i servizi ferroviari ammessi al finanziamento.

Trasporto ferroviario: cosa prevede il bando

Possono essere ammessi a contribuzione i servizi ferroviari che risultino avviati alla data del 1° gennaio 2020 o successivamente, aventi origine e destinazione ovvero origine o destinazione, presso un terminal ferroviario ubicato nel territorio della Regione Emilia- Romagna.

I servizi ferroviari aggiuntivi devono essere costituiti da almeno 30 treni all’anno oppure devono trasportare almeno 20.000 tonnellate all’anno. Per il primo anno di contribuzione, nel caso in cui il nuovo servizio venisse avviato in data successiva al 1° gennaio 2020, il servizio ferroviario aggiuntivo minimo richiesto è riparametrato a 22 treni all’anno oppure almeno 15.000 tonnellate di merce all’anno trasportate. I treni la cui massa netta supera le 1.300 tonnellate, ai fini del raggiungimento del numero minimo di 30 treni all’anno, possono essere considerati come due treni.

Ciascun servizio ammesso a contributo deve essere avviato al massimo entro tre mesi dalla pubblicazione della graduatoria e deve essere certificato, entro tale termine, con l’invio della documentazione richiesta nel bando.

I contributi sono a fondo perduto a favore di imprese logistiche e operatori del trasporto multimodale che operano nel territorio regionale. Sono oggetto di contribuzione i soli chilometri effettivamente percorsi su ferrovia nel territorio della Regione Emilia-Romagna fino ad un massimo di 120 km.

I contributi concessi sono cumulabili con altri contributi pubblici, basati sul risparmio
dei costi esterni, purché gli importi cumulati non superino il 50% dei costi ammissibili e il
30% del costo totale del trasporto. Il valore massimo dei contributi cumulabili non può
comunque essere superiore a 2,5 €/treno*km.

Nella valutazione delle richieste saranno privilegiate:

− le relazioni ferroviarie la cui percorrenza preveda un tragitto con origine e destinazione all’interno dell’Emilia Romagna;

− il grado di coerenza dei servizi proposti con gli obiettivi della Legge Regionale 30/2019 e della programmazione regionale di settore;

− i servizi ferroviari che prevedono il maggior bilanciamento della massa di merce trasportata fra l’andata e il ritorno e quelli che prevedono la maggiore quantità di merce trasportata all’interno della Regione;

− i collegamenti ferroviari retroportuali (soprattutto con riferimento al porto di Ravenna);

− i collegamenti che si svolgono lungo gli itinerari alternativi a tratte e nodi ferroviari che presentano problemi di congestione;

− i servizi con durata pluriennale;

− i collegamenti ferroviari con maggiore frequenza.

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

Emilia Romagna: da martedì 19 gennaio misure d'emergenza contro lo smog. Stop ai Diesel Euro 4

Allerta smog in Emilia Romagna, scattano misure emergenziali.  Il monitoraggio dell'Agenzia regionale per la protezione ambientale ha infatti evidenziato livelli di pm10, polveri sottili, oltre...

Logistica, project44: 100 milioni di dollari per accelerare la trasformazione della supply chain

project44, operatore globale nella visibilità della supply chain per spedizionieri e fornitori di servizi logistici (LSP), ha chiuso un finanziamento di Serie D da 100 milioni di dollari. Il...

Emilia-Romagna: presentato piano pluriennale di acquisto di 1.600 nuovi autobus

Dopo i 600 nuovi autobus messi in strada negli ultimi 5 anni, la Regione Emilia Romagna programma di fare lo stesso nel prossimo quinquennio, con altri 600 mezzi nuovi, ecologici, silenziosi e sicuri...

Emilia Romagna: dal 1° settembre via ad abbonamento gratuito per bus e treni regionali riservato agli under 14

“Grande - crescere viaggiando per l’Emilia-Romagna” è il nuovo abbonamento gratuito che tutti gli under 14 residenti in regione potranno utilizzare, a partire dal 1°...

Emilia Romagna: nuove campagne per la sicurezza stradale e sensibilizzazione degli utenti

“L’educazione stradale è una priorità, l’obiettivo è sempre la ‘vision zero’: zero morti sulle strade”, così l’assessore...

Ravenna-Rimini: corse ogni 30 minuti, fermate in ogni località, senza passaggi a livello. Firmato l’accordo tra Regione, Mit e Rfi

Corse ogni 30 minuti e soste in ogni località della costa romagnola tra Ravenna a Rimini per una mobilità sempre più sostenibile e che risponda al meglio alle esigenze di...

Emilia Romagna: arrivano i rimborsi per il mancato utilizzo di abbonamenti e biglietti del trasporto pubblico durante il lockdown

In arrivo i rimborsi agli abbonati e utenti del servizio ferroviario regionale e del trasporto pubblico locale (bus urbani ed extraurbani) per il mancato utilizzo dei titoli di viaggio durante il...

Emilia Romagna: da settembre trasporto pubblico locale gratuito per gli under14

Dal prossimo settembre gli under14 potranno viaggiare gratuitamente sui mezzi del traporto pubblico locale dell’Emilia-Romagna. L’amministrazione prevede di estendere il beneficio, da...