Le Regioni padane chiedono al Governo più impegno sul trasporto ferroviario

CONDIVIDI

lunedì 20 luglio 2020

Meno burocrazia per i rimborsi e maggiore impegno del Governo per migliorare il servizio ferroviario: queste le principali richieste formulate dagli assessori ai Trasporti del bacino padano nel corso di un incontro svoltosi a Canelli, in provincia di Asti.

Altre tematiche affrontate da Graziano Pizzimenti per il Friuli-Venezia Giulia, Claudia Maria Terzi per la Lombardia, Giovanni Berrino per la Liguria, Elisa De Berti per il Veneto e Marco Gabusi per il Piemonte sono state la gestione della Fase 2 e le problematiche connesse.

Per quanto riguarda i rimborsi, Gabusi ha evidenziato “una convergenza di idee sul fatto che non riteniamo necessaria l’autocertificazione per gli studenti e gli universitari. Dato che scuole e Università erano chiuse, reputiamo che non si debba produrre nessuna documentazione. Questo per noi vuol dire eliminare la burocrazia quando non serve”.

Sulla gestione delle linee interregionali si è convenuto sul fatto che l’infrastruttura e il servizio devono essere sicuramente migliorati, ma non si devono lasciare le competenze esclusivamente alle Regioni come è stato fatto fino ad ora. Si può infatti pensare anche a linee interregionali gestite dal ministero delle Infrastrutture.

Infine, si è concentrata l’attenzione su alcune linee portanti del territorio. Come riassunto da Gabusi, “la Torino-Asti-Alessandria-Milano e la Genova-Milano necessitano di un’implementazione importante: daremo corso ad una fase di approfondimento sul miglioramento delle performance con tracce nuove che permetteranno un utilizzo migliore e un maggior numero di treni”.

 

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

Veneto: in arrivo sette nuovi treni Pop e Rock

Con i sette nuovi convogli consegnati oggi, sono 20 su 78 i nuovi treni Rock e Pop già in circolazione in Veneto, ai quali entro la fine di marzo se ne aggiungeranno altri due. Tutti sono...

Ferrovie: 7 e 8 marzo sciopero del servizio in Lombardia

Possibili disagi potrebbero verificarsi nel servizio ferroviario lombardo, dalle ore 21 di domenica 7 alle ore 21 di lunedì 8 marzo, a causa dello sciopero nazionale indetto da alcune sigle...

Regione Veneto: per il rientro a scuola in presenza necessari 800 bus e oltre 200 autisti

“Abbiamo messo a disposizione dei prefetti il lavoro che come Regione abbiamo svolto nelle settimane scorse attraverso l’attivazione dei tavoli di coordinamento provinciali per...

Trenord: da oggi acquistabili su App i carnet da 10 corse per viaggiare in area STIBM

Da oggi è attiva sull’App Trenord la funzione per acquistare il carnet da 10 biglietti per viaggiare nell’area STIBM, il Sistema Tariffario Integrato del Bacino di Mobilità...

Trasporto pubblico locale: a Napoli bando per attivazione nuove linee riservato a NCC e operatori turistici

Su sollecitazione del Comune di Napoli, Anm ha attivato un bando aperto a Ncc e operatori turistici per l’attivazione di sette nuove linee e per trasportare almeno 15.000 persone in più...

Trenord avvia la sperimentazione di Beacon: il treno parla con i passeggeri grazie a sensori a bordo

Grazie ai sensori installati a bordo, il treno “parla” con i passeggeri: avviata da Trenord una sperimentazione per l’uso sui convogli di Beacon, chip che rilevano il transito dei...

Trasporto pubblico locale: da settembre in Lombardia 2,5 milioni di percorrenze aggiuntive su gomma

“Da settembre in Lombardia per il Tpl su gomma sono stati messi in campo servizi aggiuntivi per circa 2,5 milioni di vetture/chilometro, per un valore stimato di 11 milioni di euro nel periodo...

Trenord: dal 14 settembre offerti 7% di posti in più (con meno passeggeri)

“Dall’inizio di ottobre trasportiamo circa 500mila passeggeri al giorno – il 60% degli 820mila che viaggiavano prima del lockdown – ai quali mettiamo a disposizione 1 milione...