Ferrovie: Rixi, ora la priorità è investire su traffico pendolare e merci

CONDIVIDI

lunedì 30 luglio 2018

"In questo momento mi interessa moltissimo mettere a posto il sistema ferroviario di trasporto merci e passeggeri pendolari. Vogliamo riequilibrare gli investimenti su questi due settori in cui negli ultimi anni Ferrovie ha fatto poco". Cosi' il sottosegretario al ministero delle Infrastrutture e dei trasporti, Edoardo Rixi, oggi a Genova a margine del suo intervento da palco a Vivaio Liguria, la convention organizzata dal governatore Giovanni Toti per lanciare il suo movimento civico in vista della campagna elettorale per le regionali del 2020.

"A parte Tav e Terzo valico- prosegue Rixi- l'alta velocità ormai è completa in Italia. Grandi margini di crescita non ci sono: un
minuto di risparmio su un treno costa quasi un miliardo di euro, siamo arrivati a un punto di saturazione della linea abbastanza
evidente. È chiaro che, a questo punto, al di là di completare i corridoi, altre tratte di alta velocità non ce ne sono così tante da realizzare".

Il punto, dunque, per Rixi è un altro: "Ferrovie deve continuare ad acquisire altre società anche all'estero o deve investire sul traffico pendolare e merci interno? Siamo uno dei paesi migliori sull'alta velocità ma peggiore su questi due aspetti: forse un'azione di riequilibrio va fatta. Questo vuol dire tenere le punte di eccellenza ma iniziare a investire anche sulle aree trascurate. Genova è un esempio: non abbiamo l'alta velocità e andare a Roma con un treno è un calvario".

"Sul tema delle grandi opere non ci sono frizioni particolarmente esasperate tra Lega e Movimento cinque stelle, al di là di quello che dicono i giornali, una sintesi la troviamo sempre", ha aggiunto Rixi.  Il tema un po' più caldo, riconosce Rixi, riguarda la Tav. "Io sono sicuramente per la realizzazione dell'infrastruttura- conferma il sottosegretario- però bisogna che il governo francese faccia la sua parte: non può pensare di scaricare i costi delle ferrovie francesi in Italia. Questo è un tema che penso si affronterà in autunno, mi auguro con un chiarimento tra i due Paesi".
"Il Terzo valico verrà realizzato. È una promessa che ho sempre fatto e che mantengo", ha infine aggiunto il sottosegretario.

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

Traffico merci Italia-Francia: le proposte di Confindustria Lombardia e Piemonte con Assologistica a sostegno dei corridoi europei per il trasporto intermodale

Confindustria Lombardia e Confindustria Piemonte hanno creato un gruppo di lavoro con Assologistica per proporre interventi, da qui alla data di attivazione del tunnel sul tracciato della nuova linea...

Conftrasporto: la Tav è un'opera indispensabile, va difesa in tutte le sedi

Il vicepresidente di Confcommercio e Conftrasporto Paolo Uggè, interviene sul dibattito che riguarda la Tav, riacceso dalle dichiarazioni del neosindaco di Lione, contrario all’opera, e...

Terzo Valico: abbattuto l'ultimo diaframma della Galleria del Crenna

Abbattuto oggi l’ultimo diaframma della “Galleria della Crenna”, una delle opere di adeguamento viabilistico più importanti realizzate nell’ambito del progetto Terzo...

Edoardo Rixi si dimette dopo la condanna del Tribunale di Genova

Il viceministro alle Infrastrutture Edoardo Rixi ha consegnato a Salvini le sue dimissioni dopo la condanna del Tribunale di Genova a tre anni e cinque mesi arrivata al termine del processo per le...

Autotrasporto, ecco la ripartizione definitiva dei fondi per il 2019

Via libera alla ripartizione di 240 milioni per il settore. E' stata approvata infatti questa mattina, durante il tavolo dell’autotrasporto merci, la proposta fatta dal ministero delle...

Conftrasporto, Uggè: tra Via della Seta e Tav legame pericoloso

Tra la Via della Seta che vede protagonista la Cina e la via dell’alta velocità che vede al centro la questione Tav ci sarebbe un legame pericoloso: a sostenerlo è il...

Tav, Conftrasporto: inopportuna e dannosa la scelta di non decidere

Conftrasporto-Confcommercio ritiene "inopportuna e dannosa" la scelta di non decidere sulla Tav. È infatti in corso uno stallo nello schieramento di maggioranza dove il Ministro...

Mit: al via la Conferenza Nazionale Infrastrutture, trasporti e territorio

Avviare un percorso partecipativo, con i principali attori che si occupano in Italia e nel mondo di Infrastrutture e Trasporti, per sviluppare insieme la strategia e le azioni del Ministero delle...