Abruzzo: accordo Sangritana/Tua-Ifr per il trasporto intermodale merci

CONDIVIDI

lunedì 21 novembre 2016

''Dal cuore industriale dell'Abruzzo al cuore economico dell'Europa a sostegno dell'economia regionale''. Con questa affermazione il presidente della Sangritana/Tua, Luciano D'Amico, ha sottoscritto questa mattina, nella sede di Lanciano, l'accordo con la società IFR per il trasporto intermodale delle merci dall'interporto di Manoppello (Pescara) a Novara, porta ferroviaria verso il corridoio per il nord Europa.

Il nuovo servizio ferroviario, aperto a tutte le imprese abruzzesi, si avvale per ora di tre coppie di treni settimanali, pari a 144 treni l'anno. La prima corsa commerciale è partita lo scorso 7 novembre proveniente da Novara. Del nuovo partner IFR fanno parte le aziende abruzzesi storiche di trasporto combinato Fas e Rattenni, rispettivamente presiedute da Nicola D'Arcangelo e Sergio Rattenni. La validità dell'accordo scade il 31 dicembre 2019.

Il nuovo servizio permette inoltre di sfruttare l'intermodalità tra il trasporto stradale e quello ferroviario. Finora Sangritana svolgeva il trasporto merci per la sola Sevel, il cui dato 2015 è stato di 55.400 carri movimentati. Alla sottoscrizione dell'accordo era presente il consigliere regionale Camillo d'Alessandro, con delega ai Trasporti. ''E' un accordo straordinario in cui la Regione diventa partener delle imprese, ha detto D'Alessandro. Ora siamo in grado di movimentare le merci in tutto il mondo. Stiamo preparando un menù Abruzzo. A tutti gli investitori che scelgono l'Abruzzo ora diciamo siamo in grado di avere un porto, quello di Ortona, collegato con il ferro e l'interporto. Per farlo abbiamo investito risorse importanti. Il secondo tempo della vita economica abruzzese passa attraverso la mobilità delle merci''.

Per il presidente D'Amico ''Si tratta di un salto di qualità nei servizi di logistica sia per l'Abruzzo che altre regioni del centro Italia. Dai treni monocliente si passa ai treni multiclienti. E' un accordo strategico quello con IFR che ora ci pone più vicina al cuore dell'Europa di quanto non lo fosse in precedenza. Per completare le infrastrutture di base abbiamo firmato i contratti anche per l'ultimo chilometro di rotaia al porto di Ortona e il raddoppio della piastra logistica di contrada Saletti, ad Atessa, ed è in fase di avanzamento i lavori per il raddoppio dei binari alla stazione di Fossacesia. Si tratta di ulteriori investimenti per 13 milioni di euro perché l'Abruzzo possa essere a pieno titolo una regione europea''.

Tag: trasporto intermodale

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

In Francia parte la sperimentazione con semirimorchi 46 ton che operano nel trasporto combinato

Avviata in Francia la sperimentazione di semirimorchi con oltre 4 assi a 46 tonnellate impegnati in trasporti combinati con ferrovie o vie navigabili.Sono interessati dalla sperimentazione i...

Intermodalità e flessibilità: le strategie della logistica per affrontare la crisi internazionale

Covid, aumento del costo dei noli, difficoltà di approvvigionamento, guerra in Ucraina: negli ultimi due anni il settore trasporti e logistica ha dovuto fronteggiare difficoltà...

IBE 2022: IBE Intermobility and Bus Expo si prepara alla X edizione con nuovi espositori, nuovi spazi, nuove alleanze e nuove idee

  IBE Intermobility and Bus Expo, l’appuntamento biennale di Italian Exhibition Group, in agenda dal 12 al 14 ottobre alla Fiera di Rimini, dedicato al trasporto collettivo di person...

Porto di Livorno: via libera al finanziamento per realizzare il raccordo con la linea ferroviaria

Via libera dal Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili ai finanziamenti per la realizzazione del raccordo con la ferrovia per il trasporto delle merci tra porto di Livorn...

Via al nuovo servizio intermodale che avvicina l'Italia alla Cina

Avrà inizialmente una frequenza a settimana – il sabato – il nuovo servizio intermodale ferroviario grazie a cui l’Italia e la Cina saranno più vicine, gestito da...

Gts punta al mercato iberico con un investimento da 74 milioni

"Vogliamo creare nuovi flussi da/per la Spagna e Portogallo verso i mercati del Regno Unito, Belgio, Italia e altri. Questo ci consentirà di creare una nuova e forte rete di fornitori. I...

Trasporto intermodale: Terminali Italia gestirà il terminal Marghera VINT

Si amplia il network di Terminali Italia. La società di Rete Ferroviaria Italiana che si occupa dei servizi di carico e scarico di casse mobili, container, semirimorchi e manovra dei treni...

Porto di Trieste: accordo tra l'Autorità del Mar Adriatico Orientale e FER per la formazione ferroviaria del personale

L’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Orientale compie un passo fondamentale verso l’obiettivo strategico di diventare gestore della propria infrastruttura...