Mobilità sostenibile e rigenerazione urbana: dal Gruppo FS 190 miliardi di investimenti in 10 anni

CONDIVIDI

venerdì 14 ottobre 2022

Oltre 190 miliardi di investimenti nei prossimi dieci anni nei principali settori della mobilità sostenibile, ferroviaria e stradale, e nella trasformazione delle città, con interventi in grado di restituirci stili di vita e servizi al passo con le nuove sfide.

Al Festival delle Città organizzato a Roma da Ali - Autonomie locali italiane, l’amministratore delegato di FS Sistemi Urbani Umberto Lebruto ha presentato i principali punti del Piano Industriale di Ferrovie dello Stato Italiane, che comprendono logistica e rigenerazione urbana, trasporto su ferrovia di persone e merci, necessità di intensificare lo scambio fra treno e gomma, realizzazione di infrastrutture resilienti, capaci di favorire l’intermodalità, e azioni in campo energetico.

Nella seconda giornata dell’evento, il manager di FS Sistemi Urbani ha ricordato come, per realizzare gli obiettivi prefissati dal Piano, il Gruppo abbia strutturato un governo di processi basato sui quattro Poli. Tra questi il Polo Infrastrutture che con RFI, Italferr e Anas avrà il compito di gestire 160 miliardi allo scopo di muovere viaggiatori e merci guardando sempre più all’ambiente.


Spingere sull’intermodalità

Al tempo stesso "c’è bisogno di spingere sull’intermodalità, perché vogliamo far scendere le persone dall’auto privata e accompagnarle da una località all’altra con il treno – ha sottolineato Lebruto –. L’intermodalità si annida nel nostro naturale core business, e il Polo Passeggeri, proprio per venire incontro a questa esigenza, si propone di integrare maggiormente il ferro con la gomma, sia dal punto di vista dei vettori che delle infrastrutture.

L’incontro è stato occasione per fornire alcuni numeri: “In periodo pre-Covid – ha spiegato Lebruto – abbiamo fatto viaggiare un miliardo di persone: 700 milioni su ferro, 300 milioni su gomma, e facciamo circolare sulla nostra rete ferroviaria di 17mila Km circa 10mila treni al giorno, mentre sulle infrastrutture stradali abbiamo 7 milioni di veicoli”.

Per quanto riguarda il nuovo Polo Logistica, Lobruto ha sottolineato la capacità raggiunta da FS di trasportare grandi merci in lunghi viaggi in treno, ma la necessità di cogliere il primo e ultimo miglio, imparando a unirsi a operatori già bravi che curano il cliente iniziale e finale in modo da far diventare la logistica un sistema di cui FS possa diventare operatore in modo da competere e in tanti casi collaborare con il trasporto su gomma.

 

Rigenerazione urbana e fonti energetiche

Tra i punti più delicati c’è la missione affidata al Polo Urbano, proprio perché tocca le città: “Abbiamo il compito di portare avanti progetti di rigenerazione urbana delle aree ferroviarie nei pressi delle stazioni. Molte zone abbandonate – ha proseguito Lebruto – devono essere a disposizione dei centri urbani: l’intenzione è ricucire fratture storiche, rigenerare interi spazi trasformandoli in complessi di funzioni che i cittadini utilizzeranno, insediando anche dei parcheggi in modo da integrare mobilità urbana e ferroviaria”.

Last but not least, il tema dell’energia: uno dei più importanti. “Siamo un’azienda energivora, l’auspicio sarà muovere i nostri treni con l’energia solare; nel frattempo – ha concluso il manager a capo del Polo Urbano del Gruppo FS – nel nostro Piano industriale abbiamo lanciato l’obiettivo di investire in energie pulite e garantire il nostro fabbisogno elettrico per almeno il 40% in autoproduzione, facendoci prosumer”.

Tag: ferrovie

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

FS, Ita Airways e Gruppo Lufthansa insieme per un'esperienza di viaggio integrata

Nascono nuove importanti partnership commerciali e operative con lo scopo di offrire al cliente un'esperienza di viaggio integrata e comoda. Il 3 febbraio, il Gruppo FS Italiane ha sottoscritto due...

Stazioni ferroviarie, ecco come cambierà la sicurezza nel 2023

Ferrovie dello Stato Italiane e il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti stanno intensificando i loro sforzi per garantire la sicurezza dei viaggiatori sui treni italiani. Obiettivo che...

Polo Logistico Gruppo FS: Fit-Cisl, necessario un concreto rilancio del cargo ferroviario

Grande interesse è stato espresso dalla Fit-Cisl per il nuovo Piano industriale del Gruppo Fs Italiane, che prevede anche la riorganizzazione delle società in quattro Poli di...

Trenord: si aggiunge un Caravaggio sulla Milano-Lodi-Cremona-Mantova

La flotta Trenord si arricchisce con un nuovo convoglio ad alta capacità che si aggiunge a quello entrato in servizio lo scorso 14 novembre. L'azienda fa sapere che il 60% del...

FerMerci incontra il presidente della Commissione Trasporti: scenari incerti, trasporto ferroviario a rischio

I rappresentanti dell’Associazione FerMerci hanno incontrato il presidente della Commissione Trasporti della Camera dei Deputati, Salvatore Deidda, per discutere della situazione attuale...

Trieste e Monfalcone, un anno da primato per i porti dell'Adriatico Orientale

Pandemia, conflitto ucraino, crisi energetica e rallentamento degli scambi globali. Lo scenario economico globale è poco incoraggiante ma tutto ciò non ha impedito...

Il Gruppo FS punta al raddoppio della quota di merci trasportate via treno

Aumentare la quota delle merci trasportate tramite ferrovia è uno degli obiettivi più ambiziosi delle politiche europee in tema di crescita sostenibile. Il Gruppo FS, attraverso la...

Intermodalità, Gts espande la rete: dal 26 gennaio attive 6 corse Nola-Segrate

Gts, operatore intermodale pugliese, approda al Terminal Intermodale di Nola e attiva sei corse con Segrate. Il servizio sarà attivo a partire dal 26 gennaio. Il TI...