Ministero della Giustizia e Gruppo FS siglano un protocollo per favorire il reinserimento sociale dei detenuti

CONDIVIDI

venerdì 22 luglio 2022

Favorire l’istruzione, l’orientamento e la formazione professionale dei detenuti, sostenere il loro coinvolgimento in programmi di pubblica utilità, fino ad arrivare a un loro reinserimento nel tessuto civile e sociale delle comunità.

Questi gli obiettivi al centro del protocollo “Mi riscatto per il futuro”, siglato tra il Ministero di Giustizia e il Gruppo FS che sostiene da anni progetti di solidarietà dove le stesse stazioni ferroviarie, crocevia di persone e vite in movimento, hanno visto nascere un nuovo sistema di welfare in cui si promuovono azioni di responsabilità sociale.

“La solidarietà è un elemento cardine della sostenibilità sociale, e la sostenibilità permea ogni nostra attività – ha commentato l’AD del Gruppo FS, Luigi Ferraris –. Vorrei ricordare in questo ambito i 18 Help Center ospitati nelle nostre stazioni che ogni anno compiono oltre 49mila interventi di assistenza a persone in difficoltà, attivando percorsi di recupero e reintegro sociale. O, ancora, iniziative come il Treno Solidale, che assicura a chi non può permetterselo viaggi in treno per ricongiungimenti familiari o per partecipare a corsi di formazione».

Proprio nell’ambito del Treno solidale, grazie a un accordo con gli istituti di pena fiorentini, il Gruppo FS ha messo a disposizione un plafond di biglietti ferroviari per facilitare l’incontro tra i familiari in visita ai propri cari o per favorire il ritorno in famiglia dei detenuti all’uscita dai penitenziari.

“Collaborazioni con aziende prestigiose come il Gruppo FS, che operano a livello nazionale, costituiscono uno strumento indispensabile perché l'Amministrazione Penitenziaria possa adempiere al meglio al suo mandato istituzionale, offrendo opportunità formative e lavorative importanti per dare un senso alla pena – ha dichiarato la ministra della Giustizia, Marta Cartabia –. Aspetti simbolici in quest’accordo: Ferrovie dello Stato evoca l'idea di rete e connessioni, che sono l’opposto dell'isolamento che generalmente si accompagna al mondo del carcere”.

L’inizio di un percorso di reintegro sociale

Successivamente alla firma del Protocollo saranno sottoscritti ulteriori accordi per definire le mansioni da assegnare ai detenuti e l’attività formativa.

La formazione potrà essere svolta all’interno degli istituti penitenziari e finalizzata all’insegnamento di mestieri antichi e nuovi connessi alle attività del Gruppo FS, come i meccanici di officina o i manutentori di impianti fotovoltaici.

Interventi di pulizia nelle stazioni ferroviarie, attività di accompagnamento e assistenza rivolte a particolari tipologie di passeggeri sono solo alcuni esempi di mansioni che potranno essere assegnate ai detenuti.

Le attività di formazione previste dall’accordo – diversificate per singoli progetti – saranno condotte dal personale del Gruppo FS e rivolte ai detenuti individuati in accordo con il Ministero. L’obiettivo comune sarà quello di creare nuove competenze professionali: punto di partenza del percorso di reintegro sociale.

Tag: ferrovie

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

Tempo binario: con Gruppo FS e Accademia di Santa Cecilia la musica viaggia in treno

Tre giorni che porteranno la musica classica nelle stazioni del sud Italia, da Palermo a Salerno, grazie a Tempo Binario, manifestazione nata dalla collaborazione tra Ferrovie dello Stato e Accademia...

Gruppo FS: entro il 2024 completamento del Nodo di Genova

“Nel nostro Piano Industriale decennale abbiamo destinato alle infrastrutture della Regione Liguria 8 miliardi di euro per il completamento di opere significative come quella del Nodo di Genova...

Parkin’ Station: presentato il nuovo hub di sosta multimodale della Stazione di Napoli

Uno spazio capace di ospitare fino a 360 auto, dotato di servizi per l’interscambio tra vari mezzi di trasporto anche condivisi e collettivi per favorire una mobilità multimodal...

Webuild: via ai lavori del lotto austriaco della galleria del Brennero

Sono partiti i lavori di scavo sul Lotto H41 Gola del Sill-Pfons. Si tratta di una delle sezioni più grandi della Galleria di Base del Brennero che, una volta completato, sarà il tunnel...

Le ferrovie greche da oggi parlano italiano: il Gruppo FS presenta Hellenic Train

“Con Hellenic Train inizia il tempo nuovo anche della mobilità greca. Vogliamo dare, insieme alle istituzioni elleniche, un concreto contributo per la costruzione di un nuovo modello di...

Trasporto pubblico: venerdì 17 giugno sciopero bus e metro a Roma. Possibili disagi anche sui treni

Nuovo stop per il trasporto pubblico della Capitale. Venerdì 17 giugno è stato annunciato uno sciopero di 4 ore, dalle 8:30 alle 12:30, indetto tra i lavoratori Atac dai sindacati Usb e...

Ferrovia: riattivata l'Alta Velocità Roma-Napoli, circolazione in graduale ripresa

Riattivata dal primo pomeriggio di oggi la linea ad Alta Velocità Roma-Napoli. La circolazione dei treni ad alta velocità è in graduale ripresa. Previsto anche il miglioramento...

Roma, treno alta velocità deragliato: modifiche ai collegamenti in vista del ripristino

Traffico ancora sospeso sulla linea alta velocità Roma - Napoli. Proseguono i disagi per chi viaggi in treno.Trenitalia ha spiegato che la circolazione sulla linea Roma - Pescara è in...