Ammodernamento della ferrovia Palermo-Catania-Messina: dalla Commissione Ue via libera a 101 milioni

CONDIVIDI

lunedì 3 ottobre 2022

Ridurre i tempi di percorrenza e aumentare la frequenza dei collegamenti, contribuire alla costruzione di gallerie e viadotti per facilitare l'attraversamento di zone collinari e dissestate, alla creazione di piste ciclabili e al miglioramento della stazione Bicocca di Catania.

Via libera dalla Commissione Europea a un investimento di oltre 101 milioni di euro del Fondo europeo di sviluppo regionale per l'ammodernamento dell'asse ferroviario Palermo-Catania-Messina in Sicilia.

"Si tratta di un investimento fondamentale per rendere la Sicilia più attraente e per incoraggiare l'uso di un mezzo di trasporto più sostenibile della strada – commenta la commissaria Ue per la coesione, Elisa Ferreira –. Renderà la Sicilia un luogo più accessibile e attraente per vivere e lavorare".

Migliorare i collegamenti con porti e aeroporti

L'investimento servirà alla creazione di due gallerie, lunghe 92,75 m e 34,75 m, e di 17 viadotti per eliminare la tortuosità delle strade che attraversano zone collinari e dissestate, mentre in alcune zone dell'isola verrà costruito un secondo binario per facilitare la circolazione simultanea in entrambe le direzioni.

Infine, parte del terreno liberato dalla rimozione delle curve sarà trasformato in piste ciclabili.

Il progetto migliorerà la qualità del servizio ferroviario e i collegamenti con i porti di Catania, Augusta e Palermo, e con gli aeroporti di Catania e Palermo. Contribuirà inoltre al miglioramento della stazione Bicocca di Catania, modificando il tracciato dei binari, costruendo nuovi sottopassaggi e rampe di accesso e migliorando l'edificio della stazione.

 

Tag: trasporto ferroviario

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

Passante e nuova stazione AV di Firenze: RFI aggiudica gara da 1,1 miliardi

Rete Ferroviaria Italiana ha aggiudicato al consorzio che vede come capofila Impresa Pizzarotti & C. e come impresa consorziata Saipem la gara da oltre 1,1 miliardi per la realizzazione del...

In treno da Mestre all’aeroporto di Venezia: RFI aggiudica bando da 428 milioni

Un nuovo collegamento ferroviario costituito da una tratta a doppio binario di circa 8 km di cui 3 o 4 in galleria che collegherà Venezia all’aeroporto Marco Polo. Punta a questo il...

Il trasporto ferroviario delle merci tra sfida energetica e PNRR: chiusa l’edizione 2022 di Mercintreno

Le nuove sfide che la crisi energetica apre per il sistema del trasporto ferroviario delle merci, il ruolo dell’innovazione come opportunità per rispondere all’aumento di domanda...

Intermodalità: dalla manovra 50 milioni per Marebonus e Ferrobonus

Un fondo di 50 milioni per il 2023 per il Marebonus e il Ferrobonus. Lo prevede uno degli articoli della bozza del testo definito dal Cdm sulla manovra.  Lo stanziamento punta allo sviluppo...

Costi energetici, digitalizzazione e rinnovo della flotta: le sfide post-pandemia di Trenord per servizi migliori

Il peso dei costi energetici e i lasciti del periodo della pandemia, la ripresa dei flussi di viaggiatori, le nuove sfide digitali, miglioramento dei servizi e rinnovo della flotta. Questi i punti al...

Caro energia, FerMerci: trasporto ferroviario merci a rischio blocco

“Il costo dell’aumento dell’energia elettrica per il trasporto ferroviario delle merci rischia di bloccare il settore, gli aiuti previsti nel Decreto Aiuti bis, approvato in scorsa...

Sistema di segnalamento digitale ferroviario: accordo quadro da 867 milioni tra Hitachi Rail e RFI

Prosegue il processo per implementare la tecnologia del segnalamento digitale sulla rete ferroviaria italiana grazie alla tecnologia ERTMS, che apporterà benefici al trasporto in termini di...

Costi energetici, Pnrr, digitalizzazione: gli operatori della logistica ferroviaria a confronto

Analizzare l’attuazione del PNRR nella crisi energetica, il futuro del Trasporto Intermodale e l’innovazione tecnologica per il trasporto ferroviario di merci alle prese con obiettivi...