Trasporto intermodale: via al nuovo servizio che collega l'Italia all'Europa centrale

CONDIVIDI

mercoledì 28 settembre 2022

Il Gruppo Arcese prosegue la strategia di sviluppo dei servizi intermodali (strada-ferrovia) lungo nuovi assi/corridoi per venire incontro alla domanda crescente di clienti che scelgono i servizi combinati in quanto soluzione di trasporto affidabile ed eco sostenibile.

È operativo il collegamento intermodale che collega il centro-sud Italia con la regione della Slesia in Polonia e il nord est della Repubblica Ceca grazie al nuovo company train multi-commodity e multi-cliente. Il servizio ferroviario collega i terminal di Manopello - Interporto D’Abruzzo e Ostrava-Mošnov, gestito da Innofreight, ed è operato dai partner Captrain Italia in collaborazione con Sangritana, Budamar Logisitcs, a.s, e ČD Cargo.

Attualmente sono previste 2 partenze settimanali con tempi di transito di 4-5 giorni door-to-door esclusivamente con semirimorchi mega XLS. La previsione è di aumentare a 3 partenze settimanali roundtrip da ottobre 2022.

“Il trasporto combinato è un mercato in crescita il cui sviluppo è fortemente influenzato non solo dalla domanda, ma anche dalle capacità di carico, dai collegamenti e dalla qualità dei servizi offerti – ha dichiarato Guido Pietro Bertolone, Ceo di Arcese –. La prospettiva per i prossimi anni è quella di una crescita dinamica del trasporto intermodale che nell'ambito del Green Deal europeo contribuirà in modo sostanziale alla decarbonizzazione delle supply chain globali. Sviluppando soluzioni di trasporto più sostenibili e aumentando la quota di servizi intermodali per i nostri clienti, possiamo sostenere la strategia a lungo termine dell'Unione Europea e quindi lo shift modale”.

La strategia intermodale di Arcese

Il trasporto intermodale consente una riduzione delle emissioni di CO2 fino al 40%.
Per ogni tratta realizzata da un singolo treno lungo questo asse – spiega il Gruppo Arcese – saranno risparmiate non meno di 190 tonnellate di CO2 rispetto all’equivalente trasporto su gomma, un beneficio che a fine anno totalizza più di 54.000 tonnellate di CO2 risparmiate.

“Al centro della strategia intermodale Arcese vi è il rafforzamento del network sull'asse nord-sud e l'espansione della rete su assi con grande potenziale di crescita come il sud-est, il sud-ovest e il nord-est dell'Europa – spiega Emanuele Arcese Road Freight FTL Director di Arcese –. Non solo: questo sviluppo per Arcese vuol dire investire in company train in grado di garantire capacità di carico e competitività ai clienti, nel rafforzare collaborazioni con partner chiave a livello europeo oltre che nella standardizzazione della flotta di semirimorchi”.

Oggi il network multimodale Arcese, integrato e internazionale, conta collegamenti in tutta Europa: dalla Spagna alla Romania, dalla Turchia alla Scandinavia con oltre 80 partenze giornaliere.

 

Tag: arcese, trasporto intermodale

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

Dal pullman al monopattino: Helbiz e Cotral incentivano trasporti sostenibili a Roma e nel Lazio

Supportare l’intermodalità con il Trasporto Pubblico Locale e Regionale al fine di agevolare i collegamenti tra Roma città e l’intera regione Lazio. Helbiz, società...

Porto di Vado Ligure: via ai lavori per il potenziamento dei collegamenti ferroviari

Nel porto di Vado Ligure hanno preso il via i lavori per l’ampliamento e il potenziamento del parco ferroviario a servizio dell’infrastruttura. Al momento le operazioni di carico e...

Porto di Trieste al centro di nuovi corridoi merci verso l’Europa

Il porto di Trieste sempre più integrato in una rete di nuovi corridoi merci multimodali attraverso l’Europa. Alpe Adria, gruppo logistico di Trieste specializzato nel trasporto...

Intermodalità: accordo Sangritana-Honda per il trasporto di componenti

I problemi della viabilità autostradale, la necessità di decarbonizzare i trasporti, i nuovi modelli di supply chain richiedono un ripensamento delle reti di trasporto dalla gomma alla...

Mobilità e logistica sostenibili: a Roma l’incontro sul nuovo Documento di indirizzo strategico

Si è svolto oggi a Roma, presso il Campus Luiss, l’incontro di approfondimento sul nuovo Documento di indirizzo strategico per la mobilità e la logistica sostenibili, promosso dal...

Trasporto intermodale: Gruppo FS e Hupac insieme per sviluppare la rete verso l’Europa

Il Gruppo FS Italiane e Hupac hanno siglato un Memorandum of Understanding per implementare nuovi servizi intermodali terrestri e marittimi in Italia e verso l’Europa, sviluppare terminal per...

Trasporto intermodale: FerMerci e UIRR insieme per una mobilità più connessa, sostenibile e sicura

Rilanciare il trasporto intermodale in Italia e in Europa. L’associazione FerMerci e UIRR, the International Union for Road-Rail Combined Transport, hanno siglato un memorandum d'intesa per una...

Ferrovie: dal Pnrr 55mln di contributi alle aziende per un trasporto merci più sostenibile e sicuro

In arrivo fondi pubblici del Piano Nazionale Complementare per incentivare l’acquisto di mezzi per il trasporto ferroviario delle merci conformi agli attuali standard ecologici in termini...