Trasporto intermodale: Terminali Italia gestirà il terminal Marghera VINT

CONDIVIDI

lunedì 30 maggio 2022

Si amplia il network di Terminali Italia. La società di Rete Ferroviaria Italiana che si occupa dei servizi di carico e scarico di casse mobili, container, semirimorchi e manovra dei treni gestirà il terminal di Marghera VINT (Venezia Intermodale).

“Con l’avvio in esercizio del terminal di Marghera VINT, Terminali Italia raggiunge un altro importante traguardo perché rafforza la sua presenza nel Veneto, dove è già operativo Verona Quadrante Europa, e più in generale nel Nord-Est del Paese, strategico nodo logistico – ha dichiarato ha dichiarato l’amministratore delegato Giuseppe Acquaro –. Per Terminali Italia l’attivazione di questo terminal rappresenta un passo in avanti fondamentale per contribuire a raddoppiare la quota di trasporto merci su ferro in linea con gli obiettivi Europei del 2030”.

Lo scalo intermodale Marghera VINT nasce attraverso un contratto di rete con la società Magazzini Generali Venezia Srl che, con il supporto di Terminali Italia, ha l’obiettivo di adeguare i servizi terminalistici alle specifiche esigenze del mercato, in particolare nel nodo logistico di Porto Marghera.

 

Intermodalità gomma-treno-nave

Il terminal si sviluppa su una superficie di 90mila mq, con l’opportunità di un ampliamento fino a 280mila mq, e offre servizi di movimentazione di rimorchi, container e casse mobili; stoccaggio interno delle unità intermodali legate al treno; assistenza e riparazioni ai mezzi intermodali.

Raccordato alla rete ferroviaria nazionale attraverso la stazione di Marghera Venezia, dispone di banchine portuali che permetteranno l’attracco dei traghetti favorendo l’intermodalità gomma-treno-nave. Attualmente il traffico è intermodale con trailer e casse mobili, ma il terminal ha la capacità di accogliere anche traffico marittimo, qualora se ne presentasse l’esigenza.

Il terminal si trova all’ingresso dell’area portuale di Venezia, a sette chilometri dal casello autostradale. Connesso alla stazione di Marghera Scalo, è facilmente raggiungibile dalla SS 309 Romea.

In concomitanza con l’attivazione del terminal VINT, sono state attestate quattro coppie di treni alla settimana per il nord Europa, tre per Colonia e una coppia per Duisburg.

Tag: trasporto intermodale, trasporto ferroviario

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

RFI: gara da 121 milioni per nuovo collegamento ferroviario Bergamo-aeroporto Orio al Serio

A pochi giorni dall’approvazione del progetto da parte della commissaria straordinaria di Governo, Vera Fiorani, Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS Italiane) ha pubblicato in Gazzetta...

Continua il rinnovo dei treni regionali in Piemonte: da Torino a Milano arriva il Rock

Da questa settimana nuovo treno regionale Rock di Trenitalia è attivo sui binari della linea Torino-Milano. Si tratta di un convoglio a doppio piano di ultima generazione, frutto degli...

Nuova linea Palermo-Catania-Messina: RFI pubblica gara da 1,2 miliardi

Circa 1,2 miliardi di euro, finanziati anche con i fondi del PNRR per la realizzazione di 27 chilometri di nuovo tracciato in variante rispetto alla linea attuale, con circa 3 chilometri di viadotti...

Rixi (viceministro MIT) a Trasporti-Italia: al lavoro per raddoppiare incentivi Marebonus e Ferrobonus

Oltre 2.050 realtà e imprese associate, un fatturato aggregato di oltre 62 miliardi di euro, più di 350.000 collegamenti intermodali marittimi e ferroviari e 222.000 lavoratori. I...

Passante e nuova stazione AV di Firenze: RFI aggiudica gara da 1,1 miliardi

Rete Ferroviaria Italiana ha aggiudicato al consorzio che vede come capofila Impresa Pizzarotti & C. e come impresa consorziata Saipem la gara da oltre 1,1 miliardi per la realizzazione del...

In treno da Mestre all’aeroporto di Venezia: RFI aggiudica bando da 428 milioni

Un nuovo collegamento ferroviario costituito da una tratta a doppio binario di circa 8 km di cui 3 o 4 in galleria che collegherà Venezia all’aeroporto Marco Polo. Punta a questo il...

Il trasporto ferroviario delle merci tra sfida energetica e PNRR: chiusa l’edizione 2022 di Mercintreno

Le nuove sfide che la crisi energetica apre per il sistema del trasporto ferroviario delle merci, il ruolo dell’innovazione come opportunità per rispondere all’aumento di domanda...

Intermodalità: dalla manovra 50 milioni per Marebonus e Ferrobonus

Un fondo di 50 milioni per il 2023 per il Marebonus e il Ferrobonus. Lo prevede uno degli articoli della bozza del testo definito dal Cdm sulla manovra.  Lo stanziamento punta allo sviluppo...