Europa: Strasburgo boccia la tassa sulle emissioni diesel

venerdì 20 aprile 2012 09:11:05

Evitata per ora la stangata sugli autotrasportatori, ma è scontro tra Parlamento e Commissione europea sulle accise per i carburanti. La plenaria di Strasburgo ha approvato con 374 sì, 217 no e 73 astenuti un parere che boccia la proposta “ambientalista” dell'esecutivo per una tassazione dei carburanti fondata sul principio di emissione di Co2 e di “contenuto energetico” che di fatto avrebbe eliminato dal 2013 i vantaggi fiscali a favore del diesel. “Si tratta di un grandissimo risultato, che premia il lungo lavoro di sensibilizzazione svolto a Bruxelles dall’Uetr  e da Confartigianato Trasporti: esprimo tutta la mia soddisfazione per gli esiti del voto e ringrazio inoltre pubblicamente gli eurodeputati italiani, che ci hanno ascoltato e hanno compreso le argomentazioni alla base delle nostre posizioni” ha commentato il presidente di Uetr e  di Confartigianato Trasporti Francesco Del Boca. Il parere parlamentare, non vincolante, andrà ora al Consiglio dei Ministri Ue che dovrà decidere all'unanimità se le modifiche saranno attuate. In particolare è previsto un periodo transitorio di dieci anni, a partire dal 2013, durante il quale potrà essere gradualmente ridotto il vantaggio del diesel sulle accise rispetto agli altri carburanti. Il testo del parere parlamentare di fatto si oppone al principio della cosiddetta  “neutralità” fiscale proposta dalla Commissione europea nell'ambito della strategia 20-20-20 per la riduzione delle emissioni di Co2 in Europa entro il 2020. La proposta della Commissione europea vorrebbe che le tasse sui prodotti energetici fossero calcolate su due principi: l'emissione di CO2 e il contenuto energetico del prodotto. Gli eurodeputati hanno quindi approvato il mantenimento del gasolio professionale per gli autotrasportatori, contrariamente a quanto proponeva la Commissione. “Il risultato è tanto più rilevante – commenta ancora del Boca -  in quanto la disposizione sulle accise per la sostenibilità ambientale (emissioni di CO2) contenuta nel testo di legge delega fiscale approvato pochi giorni fa dal Consiglio dei Ministri italiano rimanda alle decisioni prese a livello comunitario e l’esito del primo voto fa il paio con quello del secondo: l’esito di questo voto riguarda l’autotrasporto italiano tutto”.

Paolo Castiglia

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata


Leggi anche

Leggi gli altri articoli della categoria: Norme

Altri articoli della stessa categoria

Bonus mobilità: in arrivo altri 70 milioni

martedì 9 giugno 2020 10:04:07
Il ministero dell’Ambiente ha comunicato di essere riuscito a recuperare dai bilanci di varie direzioni del dicastero, altri 70 milioni di euro per...

Mit: via alla Fase3 con obbligo di misurazione della temperatura per accesso ai treni AV e Intercity

mercoledì 3 giugno 2020 10:10:30
Misurazione obbligatoria della temperatura nelle stazioni dell’Alta Velocità ferroviaria per tutti i passeggeri dei treni a lunga...

Immatricolazioni: via a nuove procedure telematiche obbligatorie

lunedì 1 giugno 2020 11:40:08
Diventa obbligatorio da oggi l'utilizzo delle nuove procedure telematiche per le operazioni di immatricolazione, di reimmatricolazione e di trasferimento della...

Accise gasolio: Governo al lavoro per posticipare il taglio del rimborso su veicoli Euro 3 ed Euro 4

venerdì 29 maggio 2020 11:36:55
Nella seduta del 27 maggio la Camera dei Deputati ha accolto l’ordine del giorno con cui il Governo si impegna a posticipare il taglio delle accise sui...

Autotrasporto: pubblicato in Gazzetta Ufficiale Ue il Regolamento di proroga di certificati, licenze, autorizzazioni

giovedì 28 maggio 2020 17:37:29
Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione europea il Regolamento con cui sono stati prorogati alcuni termini di validità di certificat...