Codice della Strada: radiazione dal PRA in caso di esportazione dei veicoli

La legge di stabilità 2016 ha modificato le disposizioni contenute nell’articolo 103 del Codice della Strada. Infatti, chi decide di trasferirsi stabilmente in un paese dell’Unione Europea, ha l’obbligo di radiare l’auto dal PRA e reimmatricolarla.
Alle nuove disposizioni è stata data attuazione da una circolare dell’ACI (Automobile Club Italia) a seguito del chiarimento fornito dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.

Date le recenti modifiche legislative al codice della strada, in materia di radiazione dei mezzi per esportazione, oggi il proprietario dell’automobile, della moto o di un rimorchio è tenuto a comunicare al PRA, entro 60 giorni, la definitiva esportazione all’estero del veicolo stesso per reimmatricolazione.

A tal fine, è necessario comprovare tale circostanza esibendo la copia della documentazione doganale di esportazione oppure, nel caso di cessione intracomunitaria, della documentazione comprovante la radiazione dal PRA e, in questo caso, va restituito il certificato di proprietà e la carta di circolazione.

Per quanto riguarda l’esportazione di un veicolo all’estero, questa può avvenire solo per consentire la sua reimmatricolazione nel paese di destinazione. Per cessione intracomunitaria, invece, non si intende solo il trasferimento di proprietà del mezzo, ma anche il trasferimento all’estero del cittadino italiano, con tanto di autoveicolo. In questo caso, il proprietario del mezzo deve chiedere la radiazione del veicolo dal PRA per la successiva reimmatricolazione nel Paese di destinazione.

Se l’esportazione avviene fuori dall’Unione Europea, fermo restando l’idoneità della bolla doganale e fattura con vidimazione prevista dall’ACI, l’avvenuta esportazione all’estero di un veicolo non può essere comprovata dal semplice documento di accompagnamento esportazione. Occorrerà, infatti, un’attestazione più precisa sull’effettiva uscita del mezzo dal territorio doganale comunitario.

Queste nuove disposizioni entreranno in vigore a partire dal 12 settembre 2016.

 

 

Gloria De Rugeriis

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

CONDIVIDI
Leggi anche

Aeroporti di Parigi: ad agosto 3,2 milioni di passeggeri

Gli aeroporti di Parigi hanno accolto ad agosto 3,2 milioni di passeggeri, registrando una diminuzione di traffico del 68,8% rispetto ad agosto 2019.In totale nei mesi di luglio e agosto, il traffico...

Ad Airbus Helicopters l’assistenza compete degli H135 della Nasa

La Nasa ha firmato un contratto HCare Infinite, del valore di 15 milioni di dollari, con Airbus Helicopters per un programma completo di assistenza. Il contratto, inizialmente della durata di due...

Bike to work: a Parma un progetto diffuso di mobilità a due ruote

Firmato dall’assessora alla Mobilità Sostenibile del Comune di Parma, Tiziana Benassi, il Protocollo che dà l’avvio a un progetto diffuso di mobilità a due ruote in...

ADV