Porto di Ravenna: 900mila euro dall'Ue per il progetto Fast Corridor

CONDIVIDI

giovedì 2 aprile 2015

Si chiama "Port of Ravenna Fast Corridor", il progetto per sperimentare nuove tecnologie nei controlli commerciali, in cui l'Ue investirà 900.000 euro. Il progetto è co-finanziato al 50% del costo e si inserisce nel programma Ten-T, nato per sostenere il potenziamento delle infrastrutture di trasporto europee. Lo rende noto il Centro Europe Direct dell'Assemblea legislativa dell'Emilia-Romagna, dopo il via libera della Ue lunedì scorso.

Nella sostanza, il progetto prevede uno studio e un progetto pilota alla ricerca di nuove soluzioni tecnologiche, per rendere più rapidi i controlli commerciali, operativi e doganali di autocarri e treni in entrata e in uscita dal porto da tre cancelli che lo collegano alle principali reti stradali e ferroviarie. I veicoli in transito e i container saranno identificati con l'uso di radio frequenze per rendere la procedura più veloce. 
Lo studio esaminerà l'interoperabilità tra la piattaforma elettronica del porto e i sistemi tecnologici delle reti stradali e ferroviarie interne, con requisiti tecnico-funzionali per uno sviluppo futuro.
La realizzazione del progetto, che dovrà essere completato entro il 31 dicembre 2015, sarà monitorata dall'Inea, l'Agenzia esecutiva per l'innovazione e le reti della Commissione europea, che si occupa del programma Ten-T.

Nei giorni scorsi, inoltre, presso l’Autorità Portuale di Ravenna, è stato presentato lo studio sviluppato nell’ambito dell’accordo sottoscritto tra Autorità Portuale, Regione Emilia Romagna e CePIM- Interporto Parma, per verificare la possibilità di sviluppare, attraverso l’incentivazione delle connessione ferroviarie, relazioni strategiche e operative tra Porto di Ravenna e Interporto di Parma.

Nell’ambito dell’iniziativa, la Fondazione ITL (Istituto Trasporti e Logistica) ha illustrato i risultati dello studio, che ha riscontrato il tangibile interesse da parte degli operatori coinvolti  nel lavoro, soprattutto in riferimento alla possibilità di attivare un servizio “multiprodotto-multicliente”, con origine da Ravenna, funzionale a stimolare lo shift modale per la distribuzione di merci non solo destinate a Parma ed al suo territorio, ma anche, attraverso Interporto CePIM, in grado di proseguire sulle direttrici internazionali, verso mercati più ampi.

Tag: porto di ravenna

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

Digitalizzazione delle procedure doganali: un convegno promosso dal porto di Ravenna

"Il sistema presentato oggi, con il quale si compie un ulteriore passo avanti in questa direzione, ci permette di affermare che nel porto di Ravenna si sta davvero attuando nelle procedure doganali...

Il porto di Ravenna si candida ad accogliere nave rigassificatrice

“Al largo del porto di Ravenna è già presente un terminale marino pronto per il trasporto a terra del gas e l’immissione nella rete nazionale di...

Porto di Ravenna: da aprile operativo il nuovo Terminal Crociere

Sarà operativo dal prossimo mese di aprile il nuovo Terminal Crociere di Porto Corsini a Ravenna. Il progetto di realizzazione prevede l’integrazione del Terminal con il nuovo Parco...

Porto di Ravenna: continua il trend positivo del traffico a gennaio

Nel mese di gennaio 2022 il Porto di Ravenna ha registrato una movimentazione complessiva di 2.187.792 ton, in crescita del 14,2% rispetto a gennaio 2021 e del 14,9% rispetto gennaio 2019, a...

Porto di Ravenna: via all’unica rotta cargo diretta tra Italia e Bangladesh

Inaugurata al porto di Ravenna la rotta con servizio diretto da Chattoghram (Bangladesh), operata dalla compagnia di navigazione Kalypso (appartenente al gruppo Rif Line). La nuova rotta avrà...

Caro carburante, prosegue la protesta dell'autotrasporto: presidi in Calabria, Campania, Puglia e a Ravenna

Non si fermano i presidi spontanei degli autotrasportatori che dalla Calabria, alla Campania, alla Puglia, ma anche nel porto di Ravenna, continuano a protestare contro il caro-carburante, che...

Porto di Ravenna: traffico in crescita nel 2021. Superati anche i dati pre-pandemia

Il Porto di Ravenna ha chiuso l’anno con dati di traffico che segnano numeri in decisa crescita, superando anche i volumi registrati prima dell’inizio della pandemia. Nel 2021 sono state...

Accordo Regione-Dogane-Autorità portuale per zona franca a Ravenna

Un'intesa per rendere più attrattiva l'Emilia-Romagna e per sostenere le imprese del territorio, facilitare lo scambio di dati, informazioni e conoscenze per promuovere le imprese regionali....