Marebonus, determinato il contributo per la seconda annualità. Il Mit eroga le risorse agli armatori

CONDIVIDI

giovedì 21 gennaio 2021

Stabilito l’importo per la seconda annualità del contributo per l’intermodalità marittima Marebonus: per il periodo compreso tra dicembre 2018 e dicembre 2019, il contributo riconosciuto alle imprese armatrici per ciascuna unità di trasporto imbarcata è di € 0,08805. Le risorse disponibili per la seconda annualità ammontano ad € 75.421.982,76.

Lo ha comunicato la società RAM Spa, incaricata dal MIT alla gestione della misura. 

L'associazione Anita, che ha segnalato la notizia, ha precisato che il contributo massimo erogabile era stabilito in 10 centesimi di euro per ciascuna unità di trasporto imbarcata, moltiplicato per i chilometri via strada evitati sulla rete stradale nazionale. L'importo è il risultato dei chilometri rendicontati rispetto alle risorse disponibili.

Il MIT ha erogato alle società armatoriali il contributo spettante, il quale deve essere ribaltato alle imprese di autotrasporto in ragione di almeno il 70% per le imprese che abbiano effettuato almeno 150 imbarchi/anno di UTI ammesse al contributo, mentre non potrà essere inferiore all’80% per quelle che abbiano effettuato almeno 4000 imbarchi/anno.

Ai fini del ribaltamento in parola, l’armatore verificherà la regolarità dell’impresa di
autotrasporto sul portale dell’Albo degli autotrasportatori e procederà di conseguenza ad effettuare il versamento mediante rimborso diretto o sconto per successivi servizi prestati, entro e non oltre 60 gg dal ricevimento del contributo medesimo.
Con un decreto del 14 ottobre scorso, il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti ha reso disponibili risorse aggiuntive - pari a 30 milioni di euro stanziate per l’anno 2020 - a valere sullo strumento di incentivazione al trasferimento modale Marebonus dal DL 34/2020, per fronteggiare le esigenze di rilancio economico connesse alla pandemia da COVID-19.

Sarà pertanto data comunicazione a tempo debito ai beneficiari dell’ulteriore importo spettante, che dovrà essere erogato, con il conseguente ribaltamento alle imprese di trasporto.
Anita segnala infine che Tirrenia, tenuto conto dello stato di commissariamento, non ha ricevuto il pagamento da parte del MIT in quanto ciò renderebbe impossibile il ribaltamento degli importi spettanti ai vettori stradali.

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

Germania: controlli anti-Covid alle frontiere fino al 17 marzo

I controlli alle frontiere con l’Austria e la Repubblica Ceca resteranno in vigore fino al 17 marzo. La misura prevista dalle autorità tedesche a causa dell’ampia diffusione del...

Grecia: Covid-19, nuove restrizioni per gli ingressi

Nuove restrizioni per l'ingresso in Grecia attraverso i punti di confine di Kakavia (Grecia-Albania) ed Evzoni (Grecia-Macedonia del Nord) nel tentativo di limitare la diffusione del coronavirus...

Milleproroghe: nuove scadenze per l'autotrasporto

La legge di conversione del decreto Milleproroghe, che introduce alcune misure di interesse per le imprese di autotrasporto, è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale.Lo ha comunicato...

Tamponi Brennero: rallentamenti camion, il Consiglio trentino interviene per agevolare l'autotrasporto

Il Consiglio trentino ha approvato all'unanimità una risoluzione con cui si impegna la Giunta in caso di necessità in Trentino di limitare gli spostamenti tra Comuni come accade oggi in...

MIMS: Giovannini incontra i sindacati. Un primo confronto sulle priorità del settore

Si è tenuto oggi, in videoconferenza, l'incontro tra il ministro delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili, Enrico Giovannini, e i segretari generali di Filt Cgil, Stefano...

Conftrasporto: no all'ipotesi del nuovo nome per il ministero delle Infrastrutture

Inaccettabile l’idea di trasformare il nome del ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti in ministero delle Infrastrutture e della Mobilità sostenibile. Lo ha detto  il...

Il MIT cambia nome: si chiamerà Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili

Un cambio di nome per una visione di sviluppo allineata alle attuali politiche europee e ai principi del Next Generation Eu. Con questa motivazione, il dicastero di Porta Pia cambia nome e diventa...

Costa Crociere: presentato Dante Mobile, il nuovo laboratorio mobile per test Covid-19

Costa Crociere riparte con Costa Smeralda il 27 marzo (ne avevamo parlato qui) e per farlo nella massima sicurezza ha predisposto un nuovo servizio. La compagnia, in sinergia con Dante Labs, azienda...