Federagenti: l'Italia tagliata fuori dal mercato dei "Giganti del mare"

CONDIVIDI

mercoledì 16 dicembre 2015

Si è svolto oggi a Roma il convegno di Federagenti dal titolo “Il confine dei giganti”, dal quale è emersa una fragilità complessiva del sistema italiano dei porti di fronte alla nuova sfida posta dalle nuove grandi navi portacontainer. Alcuni porti italiani possono ospitare solo navi sino a un massimo di 15, forse in casi eccezionali, 16 mila containers teu: le nuove navi sono lunghe quattro campi di calcio, nuovi colossi da 21mila containers.

Il convegno, dopo l’apertura di Paolo Uggè (Confcommercio) ha visto confrontarsi in una tavola rotonda il presidente di Assoporti, Pasqualino Monti, il Presidente di Assiterminal, Marco Conforti, l’amministratore delegato di Fercam, Thomas Baumgartner e Ignazio Messina, amministratore delegato della Ignazio Messina & C. Le conclusioni sono state tracciate da Ivano Russo, Consigliere del ministro dei Trasporti.

Nel corso del convegno è emerso che, ad ostacolare l’ingresso dell’Italia in questo nuovo mercato, oltre alle dimensioni delle infrastrutture portuali, è la quasi totale assenza di un mercato che garantisca il carico sufficiente ad alimentare questi giganti del mare. Ma anche il fatto che nelle strategie già decise dalle grandi concentrazioni non si prevedono scali in Mediterraneo se non occasionalmente a Malta, a causa di carenza di strategie politiche coerenti. Quindi le super navi provenienti dall'estremo oriente allo stato attuale scaleranno solo in Nord Europa.

“Tutti gli interventi legislativi, regolatori e infrastrutturali del settore – ha affermato il presidente di Federagenti, Michele Pappalardo – sono fermi al palo e il paese si trova a subire passivamente scelte sulle quali non può incidere perché non può neppure contare sulla definizione di un piano logistico o su scelte precise su quali porti (e su quali sistemi infrastrutturali coerenti) potranno ambire a un ruolo sulle grandi rotte del trasporto container”.

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

Turismo, Federagenti: parametri standard per salvare l'estate 2021

Gli agenti marittimi lanciano un allarme: l'isolamento, soprattutto delle isole, indotto dalle misure di contenimento anti Covid-19 rischia di compromettere del tutto la stagione...

ArcelorMittal: Fai-Conftrasporto, le incertezze sui pagamenti mettono a rischio il servizio autotrasporto

Fai-Conftrasporto, la Federazione degli Autotrasportatori Italiani, richiama nuovamente l'attenzione sulla questione in sospeso relativa ai pagamenti dei fornitori da parte di ArcelorMittal (Ne...

Tamponi Brennero, Conftrasporto: combattere la pandemia è obiettivo comune, l’Italia adotti stesse misure di Austria e Germania

Prosegue la polmica per i tamponi a pagamento per i camionisti italiani diretti in Austria e Germania. Il presidente di Conftrasporto-Confcommercio Paolo Uggè torna sul tema dei controlli...

Uggè (Conftrasporto-Confcommercio): la svolta green non fermi il potenziamento delle infrastrutture

Conftrasporto-Confcommercio dice no alla proposta di un superministero che riunisca Innovazione e Trasporti. L’associazione di categoria, oltre a ribadire la propria soddisfazione per il...

Confcommercio-Conftrasporto: nel 2020 trasporto passeggeri e merci a -50% e -18,7%

Quanto ha realmente inciso il Covid-19 sui trasporti di merci e persone in Italia? Una risposta arriva dall’Osservatorio Congiunturale Trasporti dell’Ufficio Studi di Confcommerci...

Divieti Brennero: Conftrasporto, dalle limitazioni ai tir nessun beneficio per l'ambiente

Dati pubblicati dalla Camera di Commercio dimostrano che, nonostante i contingentamenti e il lockdown, i valori delle polveri sottili al Brennero rimangono invariati. Lo ha reso noto il presidente di...

Piano nazionale di ripresa: Conftrasporto chiede la giusta collocazione per logistica e trasporti

Nel Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza i trasporti e le infrastrutture non hanno uno spazio adeguato. E' questa la posizione del presidente di Conftrasporto Paolo Uggè. “Nella...

Brennero: dal 1 gennaio 2021 stop al transito notturno dei tir, la protesta di Conftrasporto

Conftrasporto-Confcommercio protesta contro le restrizioni imposte dall’Austria che, a partire dal 1° gennaio 2021, vietano il transito notturno dei Tir italiani al Brennero, compresi...