Corridoio intermodale Tirreno Centrale- Adriatico Meridionale: i presidenti delle AdSP sottoscrivono un accordo

CONDIVIDI

giovedì 30 agosto 2018

Questa mattina, negli uffici di Brindisi, il presidente dell’AdSP del Mare Adriatico Meridionale Ugo Patroni Griffi e il presidente dell’AdSP del Mar Tirreno Centro Settentrionale Francesco Maria di Majo hanno sottoscritto un accordo di collaborazione, della durata di due anni, finalizzato a sviluppare il corridoio intermodale Tirreno Centrale-Adriatico Meridionale, attraverso i porti di Civitavecchia/Gaeta e Bari/Brindisi, mediante la promozione dei collegamenti stradali, ferroviari e logistici tra il Tirreno Centro-Settentrionale e l’Adriatico Meridionale.

Attraverso l’istituzione di un gruppo di lavoro permanente verranno individuate sinergie e progetti per il miglioramento, in chiave ecosostenibile e di efficientamento energetico, dei traffici nell’ambito portuale, soprattutto in riferimento agli accessi nei porti del traffico Ro-Ro.

“Con la collaborazione dei porti del Tirreno Centro Settentrionale vogliamo rendere sempre più competitivo il trasporto intermodale trasversale, in particolare Ro-Ro, tra la penisola iberica e quella balcanica, soprattutto la Grecia e quindi Turchia; anche attraverso la digitalizzazione e la dematerializzazione dei processi e la individuazione di regimi procedimentali speciali, nell’ambito rispettivamente della ZES della Puglia adriatica e della ZLS laziale- commenta il presidente Patroni Griffi".

“Attraverso tale accordo, l’AdSP dei porti laziali intende condividere con l’AdSP dell’Adriatico Meridionale la propria esperienza nella pianificazione energetica ed ambientale del sistema portuale promuovendo congiuntamente programmi volti a rendere ancora più competitivo, attraverso in particolare l’uso di combustibili alternativi per l’autotrazione e per il trasporto marittimo, il trasporto intermodale tra i porti laziali e quelli pugliesi adriatici.  Con questo Accordo, sottolinea altresì il Presidente di Majo, viene ulteriormente accresciuto il ruolo di Porto gateway di Civitavecchia rispetto ai corridoi intermodali trasversali, assicurando la naturale estensione via terra delle Autostrade del Mare nonché l’integrazione di queste ultime con le catene logistiche non solo del versante tirrenico e di quello adriatico ma anche della Spagna, della Croazia, dei Balcani, della Grecia e da qui anche con la Turchia.

Analogamente ai due corridoi trasversali intermodali Civitavecchia-Ancona (che passa per l’Umbria) e Civitavecchia-Roma-Ortona/Pescara, il corridoio trasversale Civitavecchia-Bari/Brindisi, a servizio in particolare del traffico Ro-Ro, contribuirà, commenta infine il Presidente di Majo, a potenziare il ruolo di “land bridge” dell’Italia centrale, con evidenti vantaggi in termini economici ed occupazionali per i porti del Tirreno Centrale e dell’Adriatico Centrale e Meridionale.

Sviluppare le diverse direttrici trasversali tra Civitavecchia/Gaeta e i porti dell’Adriatico centrale e meridionale, collegando la penisola iberica con quella balcanica e con la Grecia attraverso un trasporto intermodale in cui la componente marittima è prevalente,  determinerà indubbi vantaggi ambientali, in termini di riduzione di emissioni nocive nell’aria, rispetto al trasporto tutto su gomma, decongestionando anche il traffico sulle strade e autostrade della Liguria e della Pianura Padana.

Tag: trasporto intermodale

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

Gts Rail: da febbraio nuova tratta Brindisi-Bologna. Con la novità di tariffe last minute

Dal prossimo 5 febbraio l’operatore intermodale ferroviario Gts Rail opererà la nuova tratta Brindisi-Jesi-Bologna. La nuova linea andrà ad affiancare l’ormai consolidata...

CLdN Cargo sbarca in Italia: una nuova sede nel centro di Milano per ampliare i mercati del Made in Italy

CLdN Cargo è pronta a investire nel mercato Italiano. L’operatore logistico internazionale ha siglato un accordo di rappresentanza con la neo costituita Macama srl che...

Ferrovie Puglia: dal Pnrr un miliardo di euro per il rilancio

Un rilancio da un miliardo di euro grazie per i 474 chilometri di linea di Ferrovie del Sud Est: è quello avviato grazie al Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza e al centro di un recente...

Trasporto passeggeri: dal 6 maggio Flixbus potenzia la rete

Dopo il notevole rallentamento subito dalla rete del trasporto passeggeri a causa delle misure Covid, gli operatori si preparano a mettere in campo nuove forze per ridare slancio al settore. In...

Polonia: 3,7 milioni di aiuti di Stato per il trasporto merci su ferro

3,7 milioni di euro di aiuti di Stato in Polonia per il trasporto ferroviario: arriva l’ok della Commissione europea alla misura atta a promuovere il trasferimento del trasporto merci dalla...

Intermodalità: unico biglietto treno + bus per raggiungere e spostarsi a L'Aquila

Accordo per il trasporto combinato treno+bus, siglato il primo aprile 2021, fra Trenitalia Abruzzo e AMA. Con un unico biglietto si potrà arrivare con un regionale di Trenitalia alla stazione...

Civitavecchia, Fiumicino e Gaeta: nasce la nuova comunità logistica dei porti laziali

Nasce la nuova Comunità logistica portuale di Civitavecchia, Fiumicino e Gaeta (PLC). Le parti firmatarie hanno sottoscritto e condiviso il Memorandum of Understanding (MoU), che fa capo...

Tirrenia-Moby: rischio stop traghetti su 4 tratte

Aveva continuato il servizio anche dopo la scadenza della convenzione avvenuta lo scorso 28 febbraio, ma ora Tirrenia-Moby ha deciso di sospendere le tratte Civitavecchia-Cagliari, Napoli-Cagliar...