Autotrasporto: per l'accesso al porto di Genova ora serve il badge

CONDIVIDI

mercoledì 20 maggio 2015

Cambia il sistema dei controlli per gli accessi nelle aree portuali di Genova. In applicazione del Piano di Sicurezza del Porto di Genova, viste le determinazioni della Conferenza dei Servizi di Sicurezza Portuale, sono state introdotte nuove procedure che vietano l'accesso alle aree portuali senza preventivo accreditamento. In sostanza, non sarà più possibile il transito per gli autotrasportatori sprovvisti di badge.

Per coloro che richiedono permessi temporanei, con una procedura del tutto eccezionale, verranno rilasciati all’ingresso alle aree portuali (attraverso appositi dispositivi e dopo l’identificazione del soggetto richiedente), permessi “provvisori” validi per una sola giornata e per un numero limitato di operazioni di transito.

Per agevolare l’autotrasporto nell’acquisizione del badge, è stata sviluppata una specifica applicazione web e sono stati attivati call center dedicati (010.2466533 – 010.8938108). In questi giorni migliaia di operatori sono stati raggiunti da una e-mail dedicata con tutta la documentazione e la modulistica.

Ecco, in sintesi, i punti della nuova procedura: ridotta la documentazione da produrre per le Aziende nelle procedure di rilascio/rinnovo (con l’introduzione di servizi che agevolano la compilazione della modulistica in caso di rinnovo e il monitoraggio dello “stato” dei badge relativi ai conducenti di ogni azienda); procedure di consegna dei badge decentrate (Voltri e Sampierdarena); aggiornamento delle modalità di gestione amministrativa dei badge per evitare l’emissione di nuove tessere in caso di nuovi contratti di lavoro e cambio Impresa; consistente incremento della durata massima di validità del badge (da 3 a 5 anni).

Il primo sito interessato all’intervento è il varco di san Benigno, che è esclusivamente dedicato al traffico merci internazionale. Tutti i transiti verranno soggetti a monitoraggio/registrazione, rendendo evidente l’eventuale mancato rispetto delle ordinanze che regolamentano l’accesso alle aree portuali.

Tag: porto di genova

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

Genova: Autorità portuale, Cna Fita e Confartigianato Trasporti aprono un tavolo di confronto sull'autotrasporto

Un tavolo di lavoro dedicato alle problematiche dell'autotrasporto è stato aperto da Cna Fita e Confartigianato Trasporti e il Presidente dell'Autorità di Sistema Portuale del Mar...

Porto di Genova: sciopero dei lavoratori, bloccati i varchi portuali e traffico in difficoltà

Stamattina alle 5.45 è cominciato il presidio dei varchi portuali genovesi a causa dello sciopero dei lavoratori del porto di Genova indetto da Filt Cgil, Fit Cisl e Uil trasporti, dopo una...

Ue e pandemia: quali misure per l'autotrasporto?

L'Ue è al lavoro con i provvedimenti a sostegno dell’economia degli Stati membri e con le misure per limitare gli spostamenti, a causa della pandemia. L’Europarlamento ha approvato...

Genova: Federlogistica, diga foranea del porto occasione di sviluppo per il Paese

Federlogistica appoggia il progetto per la Diga foranea del porto di Genova definendola "una formidabile occasione di sviluppo, volano per la ripartenza”. La posizione è stata espressa...

Brexit: conseguenze e nuove prospettive per l'autotrasporto

Con l'arrivo del 2021 finisce il periodo di transizione fra Unione europea e Regno Unito e comincia una nuova fase di rapporti commerciali in Europa. Una situazione che ha ripercussioni sulle...

Brexit, gli autotrasportatori inglesi non sono pronti

Le conseguenze della Brexit che scatteranno dal 1° gennaio, quando il Regno Unito non sarà più formalmente un Paese UE,  creeranno non poche difficoltà al comparto...

Camion, ecco il calendario dei divieti 2021 per i mezzi pesanti

Il ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha predisposto il calendario dei divieti di circolazione per il 2021 per i mezzi pesanti.Il decreto disciplina i divieti dei veicoli adibiti per il...

Camion: il 66,9% del parco italiano immatricolato prima del 2010

Il 66,9% degli autocarri per trasporto merci in circolazione in Italia è stato immatricolato fino al 2009. Ne consegue che solo il 33,1% è stato immatricolato a partire dal 2010, e...