Sicurezza, sostenibilità e digitalizzazione: il progetto INTESA per l’efficienza dei trasporti nel Mare Adriatico

CONDIVIDI

giovedì 16 dicembre 2021

Le best practice mirate a migliorare la sicurezza marittima, la sostenibilità ambientale e la digitalizzazione del trasporto nel Mar Adriatico sono state al centro dell’incontro "Information Technology for Safety: synergies on National Single Windows integration for the Adriatic and Ionian Sea". Incontro svoltosi nell’ambito dell’evento nazionale del Progetto INTESA “Improving Maritime Transport Efficiency and Safety in the Adriatic", organizzato da RAM Logistica, Infrastrutture e Trasporti Spa, in collaborazione con il Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto.

Rendere più efficienti e sicuri i trasporti tra le due sponde dell’Adriatico

Entro giugno 2022 il progetto INTESA potrà fare affidamento su un budget di quasi 2,9 milioni di euro per rendere più efficiente e sicuro il trasporto marittimo tra le due sponde dell’Adriatico, di rilevanza anche per la Strategia EUSAIR, che vede RAM al fianco del MIMS per la sua attuazione.

I 12 partner sono enti amministrativi e autorità portuali italiane e croate che, sotto il coordinamento dall’Autorità di Sistema Portuale del Mar Adriatico Settentrionale, hanno avviato una serie di azioni pilota prevalentemente concentrati su processi dell’Information Technology (IT) per lo scambio di informazioni tra Port Community Systems (PCS) nella macroregione Adriatico-Ionica.

“La digitalizzazione e le soluzioni innovative sono elementi fondamentali per un sistema logistico efficiente – spiega Francesco Benevolo, direttore operativo di RAM –. In particolare, grazie alle attività svolte nel progetto Intesa, gli elementi legati alla digitalizzazione si sono rivelati elementi chiave per lo sviluppo intermodale. Come RAM ci siamo concentrati sul un’analisi focalizzata sulle tecnologie disponibili rispetto ai bisogni logistici dei porti dell’Adriatico. Tra le migliori tecnologie abbiamo individuato, in particolare, Slot Booking, Digital Twin e Block Chain”.

A beneficiare delle azioni implementate dal progetto saranno non solo i porti ma anche le compagnie di navigazione, le autorità doganali e tutto il reparto della logistica, compreso il settore intermodale.

Al Progetto INTESA partecipano, oltre RAM e il CGCCP, le AdSP del Mar Adriatico (Venezia - in qualità di Lead Partner, Trieste, Ravenna, Ancona e Bari) il Ministero del Mare, dei Trasporti e delle Infrastrutture della Croazia, i porti di Ploce e Spalato e il Centro meteorologico e idrico della Croazia.

 

 

Tag: trasporto marittimo, autorità portuale

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

Sistema portuale del mare Adriatico centrale: nel 2021 merci in crescita rispetto al periodo pre-pandemia

Nel 2021 sono state movimentate nel sistema portuale del mare Adriatico centrale 11,91 milioni di tonnellate di merci. Un risultato superiore ai traffici precedenti al periodo pandemico, che vede in...

Salerno Container Terminal: in crescita i volumi movimentati nel 2021

Salerno Container Terminal (Gruppo Gallozzi) conclude il 2021 con 316.176 teu movimentati, in crescita del 2,06% rispetto al 2020 (309.777 teu). Nonostante uno scenario complessivo ancora soggetto a...

Nuove misure per l’ottenimento e la durata del Green Pass: Confitarma evidenzia criticità per i lavoratori marittimi

“Nel confermare che Confitarma è sempre stata assolutamente favorevole alle misure che il Governo ha adottato per fronteggiare la pandemia, anche quelle prese in questi giorn...

Porto di Augusta: 53 milioni da Cassa Depositi e Prestiti per lavori di riqualificazione

Riqualificare lo scalo commerciale e migliorare le condizioni di sicurezza della navigazione marittima: questo l’obiettivo del finanziamento del valore di 53 milioni di euro che Cassa Depositi...

Il porto di Gioia Tauro si conferma primo nel 2021 per quantità di merci movimentate

Il porto di Gioia Tauro conferma il suo primato nazionale nel settore del transhipment con 3.146.533 teu movimentati nel corso del 2021. Lo ha reso noto il presidente dell'Autorità di Sistema...

Le nuove sfide della portualità italiana tra servizi, digitalizzazione e transizione ecologica: la Tavola Rotonda di AIDIM e Confitarma

“L’Italia è un Paese Marittimo: crescita, benessere e sviluppo sono legati al mare in modo indissolubile. Inoltre, la tutela dei nostri interessi strategici passa attraverso il...

Sospeso lo sciopero dei lavoratori portuali del 17 dicembre

Lo sciopero dei lavoratori portuali indetto da Cgil, Cisl, Uil e proclamato per il 17 dicembre - ne avevamo parlato qui - è stato sospeso a seguito dell'accordo firmato al Ministero...

Navigare in un mare di restrizioni: il commercio marittimo tra protezionismi e guerre commerciali

Viene trasportato via mare il 90% delle merci del commercio globale (Rapporto 2021 Italian Maritime Economy di SRM). In una fase come quella attuale, caratterizzata da nuovi protezionismi e...