Riciclo dei rifiuti: ecco cosa stanno facendo i porti

CONDIVIDI

lunedì 12 settembre 2022

Promuovere iniziative volte allo sviluppo dell’economia circolare, nel contesto delle misure del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (Pnrr), in particolare la Misura 2 - Rivoluzione Verde e transizione Ecologica e la Misura 3 - Infrastrutture per una mobilità sostenibile.

Assoporti, associazione dei porti italiani ed ESO Società Benefit, azienda specializzata in servizi di gestione di rifiuti da ufficio e consulenza ambientale, hanno siglato un protocollo di intesa finalizzato a individuare le iniziative più opportune per promuovere la raccolta differenziata dei rifiuti nell’ambito delle aree demaniali portuali.

In particolar modo verrà promossa la raccolta di gomma – proveniente da parabordi e boe – e dispositivi di protezione individuale, quali indumenti, caschetti, guanti, scarpe e mascherine da lavoro.

“Le numerose attività messe in campo in tema di sostenibilità ambientale dall’Associazione nascono per favorire le attività delle Autorità di sistema portuale e il settore portuale nel suo complesso – ha dichiarato il presidente di Assoporti, Rodolfo Giampieri, a margine della firma –. L’economia circolare è essenziale per contribuire un futuro sostenibile, e con questo accordo aggiungiamo un’ulteriore opportunità di riciclo di materiali nei porti italiani”.

Dare vita a processi di economia circolare

Dal 1999, ESO trasporta e smaltisce rifiuti aziendali in tutta Italia secondo la filosofia Ciclo del Riciclo, con la convinzione che i rifiuti possono trasformarsi da scarto a risorsa e dare vita a processi di economia circolare. In quest’ottica si inserisce il progetto back to work, sistema di raccolta e riciclo di dispositivi di protezione individuale che consente alle aziende di avviare i rifiuti alla corretta differenziazione, passo primario indispensabile per l’avvio al recupero e alla trasformazione in nuova materia prima seconda.

“Crediamo da sempre nell’economia circolare come modello di sviluppo per il nostro Paese, ancora prima che diventasse parte integrante del Pnrr – ha dichiarato Nicolas Meletiou, managing director ESO –. La firma di questo importante accordo con Assoporti genererà azioni a protezione dell’ambiente, con la consapevolezza e la forza di poter fare gioco di squadra, tutti insieme per la partita della sostenibilità”.

Tag: trasporto marittimo, sostenibilità

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

I porti risorsa per l’economia e la transizione ecologica: il ministro Giovannini alla Conferenza delle Autorità Portuali

“Con Assoporti e con le Autorità di Sistema Portuale abbiamo avviato una forte collaborazione perché i porti sono una risorsa per l’economia del Paese e possono contribuire...

IAA Transportation 2022: Prometeon Tyre Group presente con una doppia partnership

A IAA Transportation 2022 doppia presenza per Prometeon Tyre Group, il produttore di pneumatici completamente focalizzato sui settori Industrial (trasporto di merci e persone), Agro e OTR.  Alla...

Porto di Vado Ligure: avviati test sull’impianto di accumulo di energia elettrica

In un momento storico in cui i prezzi dell’energia sono in drammatica ascesa, poter disporre di un impianto di accumulo di energia elettrica per un porto significa poter dare concretezza a...

Per una settimana Napoli capitale del trasporto marittimo

Una settimana di eventi, networking, approfondimento e confronto per la comunità marittima sulle novità in ambito shipping, logistica e innovazione tecnologica. Dal 26 settembre al...

Assicurare i commerci rispettando le specie marine: Msc modifica le rotte

Le compagnie di navigazione stanno intensificando il loro impegno per ridurre sempre di più l’impatto ambientale delle loro operazioni, sia in termini di emissioni nocive e di...

Un futuro digitale e sostenibile per il corridoio del Brennero

Il futuro del corridoio del Brennero in veste di infrastruttura digitalizzata e a basse emissioni: un progetto pilota a livello europeo. Questo il focus dell'incontro Palazzo Widmann, a Bolzano, tra...

Porto di Gioia Tauro: nuova asta ferroviaria per il caricamento delle autovetture Stellantis

Passo avanti del porto di Gioia Tauro verso il compimento della piena intermodalità e l’incremento dei trasporti internazionali, in un comparto altamente strategico e significativo come...

Federagenti: la siccità che compromette la navigazione del Reno apre nuove potenzialità per la portualità italiana

I cambiamenti climatici sono la grande sfida per i governi di tutto il mondo, al centro delle agende di politici, decisori e organizzazioni sovranazionali. Gli ultimi mesi di siccità ed eventi...