Porto di Vasto: al lavoro per operazioni internazionali sempre più ambiziose e spedizioni eccezionali

CONDIVIDI

giovedì 3 febbraio 2022

Il porto di Vasto lavora per accogliere traffici sempre più ambiziosi, grazie a un’infrastruttura proiettata verso nuovi e importanti traguardi che con l’ampliamento del bacino, previsto dal piano regolatore già approvato, consentirà – con l’aumento dei fondali e degli ormeggi – di garantire gli approvvigionamenti necessari alle industrie del polo di Atessa (CH), che oggi ricevono le materie prime da porti molto distanti, quindi con costi elevati di trasporto.

La crescita del porto abruzzese è frutto di un lavoro sinergico tra gli operatori portuali, che stanno investendo in attrezzature all'avanguardia, e l’Autorità Marittima di Vasto, che supervisionando sulla sicurezza delle operazioni e assicurando una corretta gestione dei traffici, ne sta garantendo efficacemente lo sviluppo.

In particolare operatori e Autorità sottolineano come l'inizio del nuovo anno segni per il porto di Vasto un passaggio importante nel settore project cargo.

Torri eoliche verso il Marocco

Partita ieri dal bacino portuale vastese l’ultima spedizione via mare di 14 torri eoliche, parte di una commessa di 64 sezioni destinate in Marocco, al Porto di Laayoune.

Le imponenti sezioni eoliche – le più lunghe della misura di 26 metri – sono state trasportate dall’industria di fabbricazione sita a Mozzagrogna (CH) fino allo scalo vastese esclusivamente nelle ore notturne, depositate temporaneamente all’interno dell’area portuale in attesa dell’imbarco sulla nave.

Con operazioni di questo genere il bacino abruzzese si accredita a gestire in maniera continua progetti internazionali e spedizioni complesse.

Uno sbarco eccezionale con l’utilizzo di gru banchina

Sempre nelle scorse settimane, nel porto di Vasto sono stati sbarcati da una General Cargo, la Mn Mont Blanc A battente bandiera moldava, 8 colli eccezionali del peso complessivo di 538,5 ton: si è trattato nello specifico di parti di pressa meccanica imbarcati nel Porto di Bilbao (Spagna) e destinati a una industria locale di Atessa.

Per sbarcare i due pezzi più pesanti, rispettivamente del peso di 140 e 160 ton, è stata necessaria tutta l’esperienza di squadre di operatori specializzati per l’impiego delle due più potenti gru presenti nel porto.

Come sottolineato dalle imprese che hanno gestito le operazioni, si è trattato di uno sbarco eccezionale, che ha stabilito un record nella storia dei project cargo nel Porto di Vasto, in quanto operazione senza precedenti con l'utilizzo di gru di banchina.

 

Tag: trasporti eccezionali, trasporto marittimo

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

Digitalizzare il trasporto marittimo: Tim e Confitarma siglano un accordo di collaborazione

Per rispondere alle sfide del PNRR il settore del trasporto marittimo deve intraprendere un percorso di sinergia tra la transizione ecologica e quella digitale, rivolgendo particolare attenzione alle...

Porto di Bari: via al bando di gara per la realizzazione del nuovo terminal passeggeri

Un nuovo terminal moderno e funzionale che si svilupperà su una superficie di circa 3.000 mq. La caratteristica principale dell’edificio sarà la sua polifunzionalità: oltre...

Al porto di Civitavecchia la nave portacontainer più lunga mai ormeggiata

Continua il processo di sviluppo e ampliamento dei traffici nel porto di Civitavecchia, che punta a crescere ulteriormente tra i più importanti scali del Mediterraneo, oltre che per le...

Governance, riforme e semplificazioni: Confindustria presenta Progetto Mare

L’Economia del Mare è un comparto sul quale è più che mai necessario elaborare una strategia complessiva e specifica, valorizzandone le singole e già rilevanti...

Porti dell’Adriatico centrale: traffico merci in aumento rispetto ai numeri pre Covid

Dati più che positivi i per il traffico merci dei porti di Ancona e Ortona nel primo trimestre 2022, che registrano una netta crescita anche rispetto al periodo precedente alla pandemia....

Trasporti eccezionali: prorogata al 30 giugno l'adozione delle linee guida

Proroga al 30 giugno per l'adozione linee guida sui trasporti eccezionali. Lo prevede la bozza del dl Aiuti, che mette in campo 14 mld per aiutare aziende e famiglie. Il termine per l'adozione del...

Approvata la legge Salvamare: i pescatori potranno portare a terra la plastica recuperata con le reti

Giornata storica per il mare: Marevivo e Federazione del Mare, insieme ad Assonave, Assoporti, Confindustria Nautica, Confitarma, Federpesca, Lega Navale, Lega Italiana Vela, Stazione Zoologica Anton...

Ucraina: 500 marittimi bloccati a bordo delle navi nei porti nel Mar Nero e nel Mar d'Azov

500 marittimi sono ancora a bordo di 109 navi bloccate nei porti ucraini o nei mari vicini. Lo ha reso noto l’ICS – International Chamber of Shipping che chiede la conservazione dei...