Porto di Livorno: traffico merci in calo nel primo trimestre 2022

CONDIVIDI

mercoledì 1 giugno 2022

Cominciano a farsi sentire sui dati dei traffici portuali del nostro Paese gli effetti della pesante crisi geopolitica legata al conflitto in Ucraina, ma anche alla carenza di materie prime e alla pesante contrazione della filiera e del mercato automotive.

Con oltre 7 milioni di tonnellate di merce movimentata tra gennaio e marzo di quest’anno il Porto di Livorno registra un calo del 17,2% rispetto al primo trimestre 2021. Anche il resto del sistema portuale del Mar Tirreno Centro settentrionale (Livorno-Piombino e i porti elbani), archivia un primo trimestre negativo, con una movimentazione generale di 9,5 milioni di tonnellate di merce, pari a -14,5% rispetto a quanto movimentato nei primi tre mesi del 2021.

 

In calo i prodotti petroliferi e i cereali

In particolare nel porto di Livorno la battuta di arresto, come spiegano dall'AdSP, è dovuta al "collasso” registrato nella movimentazione delle rinfuse liquide, i cui volumi si sono dimezzati rispetto al corrispondente periodo dello scorso anno, attestandosi a 928.877 tonnellate.

Si tratta di un risultato cui ha contribuito soprattutto la drastica riduzione sia dello sbarco di petrolio greggio (-98,9%) che dell'imbarco di prodotti raffinati (-92,8%).

"Un andamento – sottolinea l’AdSP – che è da imputare in parte alla crisi aziendale della raffineria Eni, in parte agli effetti della guerra in Ucraina".

Battuta d'arresto anche per il traffico delle rinfuse solide, che è diminuito del 24,5% nel trimestre, a 156.000 tonnellate di merce. Sull'andamento di questa tipologia di traffico ha inciso soprattutto il trend negativo registrato dai cereali (-96,3%) e in misura ridotta dai minerali (-14,4%).

 

Positivo il traffico container

Positivo, invece, l’andamento delle merci in container, caratterizzate da una crescita del 5,2% rispetto a gennaio-marzo 2021. L'aumento dei volumi è stato trainato soprattutto dalle ottime performance del traffico da e per l'hinterland, cresciuto del 22,5%. Non a caso, i container pieni sono aumentati complessivamente del 15,5% rispetto al primo trimestre dello scorso anno. In crescita sia l'import (+4,8%) che l'export (+22,7%).

Il traffico di trasbordo chiude il trimestre con un calo del 37,2%, rappresentando oggi il 17,3% del totale dei container movimentati. Lo scorso anno, il suo peso era pari al 28,9% del totale.

Buone notizie anche dal comparto dei prodotti forestali in break bulk. Il trimestre si è chiuso con un aumento del 13,7% sullo stesso periodo del 2021, con una movimentazione complessiva di 500mila tonnellate di merce.

Diminuiscono, invece, sia il traffico rotabile (-5,6% totalizzando 121 mila mezzi commerciali) che quello delle auto nuove (-18,2% con una movimentazione di 110 mila unità), che risentono anche della situazione di difficoltà in cui versa l'intero settore automotive.

Tag: porto di livorno, trasporto marittimo

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

Appuntamento a Napoli con la settimana internazionale dello shipping e della cultura del mare

Decarbonizzazione ed efficienza energetica; innovazione e digitalizzazione delle navi e dei porti; le risorse marine, la situazione geopolitica e geoeconomica nel Mediterraneo allargato; le sfide che...

Porto di Civitavecchia: partite 120 Maserati verso l’Oriente

Partito dal porto di Civitavecchia il primo viaggio con 120 auto Maserati trasportate su bisarche provevienti dallo stabilimento di Cassino e dirette in Oriente (Cina, Giappone e Australia le...

Norme IMO e Fit for 55: allarme per le conseguenze sui traghetti italiani in due studi di Assarmatori

Nel 2025 il 73% delle navi ro-ro e traghetti italiani risulteranno non ottemperanti alle nuove norme IMO sulle emissioni e quindi potenzialmente non più in grado di navigare. Un vero e proprio...

Porti: in arrivo 220 milioni di euro di contributi per impianti di liquefazione gas e trasporto Gnl

Arrivano contributi per 220 milioni di euro, finanziati dal Fondo Nazionale Complementare (Pnc), per la realizzazione di impianti di liquefazione di gas naturale, di punti di rifornimento nei porti...

Utili in crescita e bilanci positivi: i risultati delle compagnie di navigazione nell'indagine Fedespedi

Il 2021 è stato l’anno della ripresa dopo il difficile 2020 segnato dal Covid; il 2022 avrebbe dovuto essere l’anno della conferma della ripresa, ma lo scoppio del conflitto...

International Chamber of Shipping: Emanuele Grimaldi eletto presidente

L’Assemblea dell'International Chamber of Shipping (ICS) ha eletto Emanuele Grimaldi presidente dell'organizzazione che rappresenta a livello globale le associazioni armatoriali nazionali e...

Porto di Civitavecchia primo in Italia a consentire lo scarico del bitume ship to truck

Arrivata al porto di Civitavecchia la prima nave che scaricherà bitume direttamente sui camion, senza passare da depositi dedicati. Si tratta della Iver Ambassador, proveniente dalla Turchi...

Porto di Taranto: il traffico merci torna positivo ad aprile

Dopo un primo trimestre negativo, torna a registrare valori positivi il traffico merci nel porto di Taranto. Il mese di aprile infatti si è chiuso con +51,8% rispetto allo stesso mese del...