Porti: le priorità secondo Federlogistica-Conftrasporto

CONDIVIDI

lunedì 19 aprile 2021

Dragaggi, opere bloccate, piani regolatori e regolamento sulle concessioni: sono questi, secondo Federlogistica, i nodi da sciogliere nella portualità italiana.

Secondo il presidente di Federlogistica-Conftrasporto Luigi Merlo, infatti, sono apprezzabili segnali positivi dati dal Mims negli ultimi mesi – tra cui soprattutto l’individuazione di un primo numero di opere e la nomina dei rispettivi commissari -
ma non sono abbastanza.

La posizione di Federlogistica sulla portualità italiana

I dragaggi indispensabili per fare entrare le navi nei porti, per Merlo, sono rimasti al palo così come sono rimaste in vigore procedure farraginose che allontanano sempre più dalla semplificazione e continuano a bloccare le opere negli scali marittimi italiani.

“Sogniamo un grande futuro – ha affermato Merlo – ma consentiamo a norme, procedure e burocrazia, di annientare il presente. Dopo ben 27 anni di attesa il Mims non ha messo in agenda il regolamento delle concessioni, nonostante l’intervento dell’Autorità di regolazione dei trasporti e dell’Antitrust, e non ha convocato la conferenza delle Associazioni di categoria e dei sindacati che potrebbero e hanno il diritto di dare un contributo determinante a una pianificazione nazionale della portualità che continua a lamentare l’assenza di piani regolatori di sistema e che proprio su questi temi registra la proposta di Assoporti di fornire alle Autorità di Sistema Portuale mano libera per apportare varianti ai piani esistenti, perpetuando scelte e decisioni estemporanee, destinate a innescare distorsioni e concorrenze fra porti vicini, con costi elevatissimi per l’intero sistema nazionale”.
Secondo Federlogistica, le varianti dunque devono rappresentare una rara eccezione e non certo un modus operandi che è antitetico rispetto a una seria pianificazione.

Tag: federlogistica

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

Federlogistica: Luigi Merlo confermato alla presidenza fino al 2024

Il Consiglio direttivo di Federlogistica ha confermato Luigi Merlo presidente per il prossimo triennio. Nella squadra dei vicepresidenti, che vede confermati Bianca Martinelli e Davide Falter...

Federlogistica Liguria: basta con i commissari e soluzioni estemporanee, serve un piano a lungo raggio

“Basta parlare di commissari, e interventi emergenziali, qui la crisi è strutturale e va affrontata con una strategia programmatica precisa a lungo raggio”. Così il...

Federlogistica chiede un tavolo per programmare interventi su autostrade e ferrovie

Aprire al più presto un tavolo permanente di programmazione degli interventi di manutenzione, dei lavori e dei cantieri sulle reti, presso il ministero dei Trasporti. Lo chiede...

Blocco nave Suez: Federlogistica, porti italiani impreparati ad affrontare le emergenze

Federlogistica lancia l’allarme dopo il blocco di Suez. Secondo l'associazione i porti italiani sono impreparati ad affrontare le emergenze. Una delle più grandi navi del mondo dopo aver...

Federlogistica-Conftrasporto: immediati ristori per il settore aeroportuale, imprese a rischio fallimento

Immediati ristori per le categorie che operano negli aeroporti. Lo chiede Federlogistica-Conftrasporto Le associazioni lanciano l'allarme per il rischio crack delle società che forniscono...

Federlogistica chiede una politica per il comparto marittimo e auspica una delega a un vice ministro

  I porti italiani continuano a perdere competitività. Secondo Luigi Merlo, Presidente di Federlogistica-Conftrasporto, la ragione è nella situazione di “degrado&rdquo...

Genova: Federlogistica, diga foranea del porto occasione di sviluppo per il Paese

Federlogistica appoggia il progetto per la Diga foranea del porto di Genova definendola "una formidabile occasione di sviluppo, volano per la ripartenza”. La posizione è stata espressa...

Grandi opere: Federlogistica, presidenti AdSP come commissari potrebbe essere segnale di svolta

Secondo Federlogistica sarebbe possibile sbloccare le grandi infrastrutture riconoscendo le Autorità di Sistema Portuale - come accaduto a Genova, Palermo e Livorno - nel ruolo...