Porti: Federlogistica chiede di accelerare sull'elettrificazione delle banchine

CONDIVIDI

lunedì 3 gennaio 2022

Secondo Federlogistica "l’elettrificazione delle banchine portuali rappresenta l’unica risposta al tema energetico ambientale e portuale dando attuazione alle linee guida in sede comunitaria".
Ma, per il presidente Luigi Merlo quella del cosiddetto cold ironing è una scelta obbligata: i Ministeri competenti hanno stanziato le risorse necessarie per realizzare le infrastrutture ma rischiano subire ritardi con uno scenario a macchia di leopardo, caratterizzato in alcuni casi da assenza di progetti, oppure progetti già superati non in grado di rispondere alle reali esigenze.

"Serve una regia unica nazionale anche fra i Ministeri"

“Pressoché la totalità delle navi da crociera, una quota crescente di traghetti e molte navi cargo – afferma Merlo – in porto potrebbero già oggi collegarsi alla rete elettrica delle banchine in quanto già predisposte. Ma sono necessarie risposte e indicazioni chiare che solo una regia unica nazionale anche fra i Ministeri competenti è in grado oggi di sbloccare: occorre cioè una struttura in capo al MIMS in grado di predisporre progetti adeguati, garantire la tempistica degli appalti e, attraverso un rapporto strutturale con i fornitori di energia, assicurare forniture adeguate al fabbisogno di energia per ogni porto”.

L'associazione chiede risposte altrettanto rapide in tema di costi di queste forniture di energia "oggi troppo alti per le navi e incomparabili rispetto a costi più bassi derivanti dall’utilizzo, come accade oggi, del carburante tradizionale".

Tag: federlogistica

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

Rischio di cyber-attacchi degli hacker russi per porti e strutture logistiche italiane

Fra i siti nel mirino del collettivo russo di haker Killnet figurano anche le aziende di trasporto e logistica, le dogane, il trasporto ferroviario, gli aeroporti e i terminal portuali. Una...

Merlo (Federlogistica): riprogrammare la formazione professionale per evitare un blocco del settore

Alla luce del nuovo difficile contesto globale sarebbe necessario rivedere il Pnrr e i suoi obiettivi. La riflessione arriva dal presidente di Federlogistica-Conftrasporto Luigi Merlo. "Per il nostro...

Draghi a Genova, Federlogistica: bene attenzione a porti e digitalizzazione. Ora lavorare su PNRR

Il Governo sta lavorando per sviluppare le infrastrutture e supportare la logistica. Questo in sintesi il messaggo del premier Mario Draghi durante il suo intervento a Palazzo San Giorgio, a...

Federlogistica chiede nuovi strumenti per un piano nazionale di cyber logistics

Il PNRR dovrebbe mettere al centro temi come la digitalizzazione e la cyber security. Lo ha chiesto Luigi Merlo, Presidente di Federlogistica-Conftrasporto, nel corso di un intervento in un...

Federlogistica: Luigi Merlo confermato alla presidenza fino al 2024

Il Consiglio direttivo di Federlogistica ha confermato Luigi Merlo presidente per il prossimo triennio. Nella squadra dei vicepresidenti, che vede confermati Bianca Martinelli e Davide Falter...

Federlogistica Liguria: basta con i commissari e soluzioni estemporanee, serve un piano a lungo raggio

“Basta parlare di commissari, e interventi emergenziali, qui la crisi è strutturale e va affrontata con una strategia programmatica precisa a lungo raggio”. Così il...

Federlogistica chiede un tavolo per programmare interventi su autostrade e ferrovie

Aprire al più presto un tavolo permanente di programmazione degli interventi di manutenzione, dei lavori e dei cantieri sulle reti, presso il ministero dei Trasporti. Lo chiede...

Porti: le priorità secondo Federlogistica-Conftrasporto

Dragaggi, opere bloccate, piani regolatori e regolamento sulle concessioni: sono questi, secondo Federlogistica, i nodi da sciogliere nella portualità italiana. Secondo il presidente di...